IL FOGOLÂR

IL FOGOLÂR
“Mandi, è il saluto friulano che equivale a ciao. Il significato si perde nella notte dei tempi e vorrebbe dire “nelle mani di Dio” ;ma forse è di origine precristiana, con la frase “nelle mani degli dei”. Nella lingua latina mandi vorrebbe dire: “La mano di Dio ti protegga” (“Manus Dei”) o, anche “Conservati a lungo!” (“Mane diu”) ed ancora dal latino “mane-diu” Vai nelle mani di Dio.” “che tu rimanga a lungo (su questa terra) ”. Mandi a dûc

My Family - Papy Mamy - Teo & Mary - eee...

martedì 20 novembre 2012

Eddai, ogni tanto la strigliatina ci vuole ^____^ i complimenti li ho ricevuti ma non erano saporiti ... esfido io, non ho salato il ripieno.
Buoni, buoni, da rifare al più presto ma con peperoni decisamente più piccoli.
Per me va bene solo il secondo ma il marito se non mangia anche il primo, a metà pomeriggio mi chiede se ha mangiato e dire che questi peperoni erano belli tosti in tutti i sensi, grandi e carnosi.
Però se era un peperone piccolo gli facevo anche la sua razione di pasta, ma con questi ben panciuti, ho servito solo il secondo anche a lui.


PEPERONI RIPIENI
per 2 porzioni

2 peperoni gialli
250 g pasta di salame
2 cucchiai di montasio grattugiato
200 g patate crude tagliate con la grattugia grande (ci stanno bene anche patate lesse)
2 cucchiai di pane grattugiato
2 uova
1 mazzetto di prezzemolo tritato finemente
1 scalogno tritato finemente
1 spicchio di aglio tritato finemente
sale e pepe  (io mi sono dimenticata ma si sentiva che era insipido) 
olio e burro q.b.

Soffriggere la pasta di salame con un poco di burro, versarla in una terrina capiente con tutto il suo sughetto insieme alle patate grattugiate, il pane, il formaggio, le uova, il prezzemolo-lo scalogno e l'aglio tritati finemente.
Salare, pepare e mescolare accuratamente. Possibilmente lasciare riposare l'impasto per un'oretta.
Lavare i peperoni, delicatamente togliere i filamenti bianchi e i semi,
tagliare le protuberanze del fondo, in modo da poterlo mettere in piedi diritto
tagliare la calotta superiore in modo da lasciare attaccato il picciolo
riempire i peperoni, rimettere le calotte e adagiarli in un contenitore che li tenga in piedi (ho usato uno stampo da plumcake),
Condire la superficie del peperone con olio, mettere un pezzetto di burro nel contenitore, aggiungere aglio o cipolla se piace e infornare a forno caldo 200° per 1 ora e 1/2. 
Se tende a bruciacchiare la superficie, coprire con una stagnola.

12 commenti:

Tomaso ha detto...

Sono buonissimi cara Rosetta! a me piacciono moltissimo.
Ciao e buona serata.
Tomaso

Rosetta ha detto...

Buona serata anche a te Tomaso ... finchè gli occhi reggono e rimangono aperti, guardo Mosè in TV.
Buona notte
Mandi

Ely ha detto...

Ma ttttesoro... ma a me piacciono anche senza saleee! Mamma mia, che belli sono! :D Ti abbraccio stella mia! Con tanto bene!

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

piacciono molto anche a me :)

Fabipasticcio ha detto...

Dovevano essere così buoni che sono spariti subito! Mi hai fatto venire fame cara Rosetta
baci baci

carmencook ha detto...

Mamma che ricetta goduriosa Rosetta!!
Questi li voglio assolutamente provare!!
Un abbraccio e buona serata
Carmen

Rosetta ha detto...

Tanto bene a te Ely, e sì, erano ottimi anche senza sale.
Sogni d'oro amica cara.
Mandi

Rosetta ha detto...

E sì, le verdure ripiene sono sempre ottime.
Ciao Tina, buona serata.
Mandi

Rosetta ha detto...

Fabi, la famiglia affamati, si è avventata sulla pietanza e si è satollata.
Buona serata
Mandi

Rosetta ha detto...

Provali Carmen, ti piaceranno senza dubbio.
Mandi

Torte e Decorazioni ha detto...

Anche senza sale devono essere gustosissimi!!

Rosetta ha detto...

Quando nel ripieno c'è il divin porcello, puoi star certa che i cibi sono sempre più gustosi.
Buon pomeriggio
Mandi