IL FOGOLÂR

IL FOGOLÂR
“Mandi, è il saluto friulano che equivale a ciao. Il significato si perde nella notte dei tempi e vorrebbe dire “nelle mani di Dio” ;ma forse è di origine precristiana, con la frase “nelle mani degli dei”. Nella lingua latina mandi vorrebbe dire: “La mano di Dio ti protegga” (“Manus Dei”) o, anche “Conservati a lungo!” (“Mane diu”) ed ancora dal latino “mane-diu” Vai nelle mani di Dio.” “che tu rimanga a lungo (su questa terra) ”. Mandi a dûc

My Family - Papy Mamy - Teo & Mary - eee...

martedì 8 gennaio 2013

Panada montanara

Non ditemi che non avete mai mangiato panada, pan cotto o similari, a casa mia è da quando sono nata che lo mangio ... magari saltando lunghi periodi ma ora mi è tornato l'impulso di farlo spesso sopratutto quando c'è pane che cresce... e dal momento che nei giorni di festa se ne acquista di più, l'eccedenza si consuma in tanti modi.
Della panada vi avevo già dato due ricette:
http://ilfogolar.blogspot.it/2012/08/panada-dellorto.html#links
http://ilfogolar.blogspot.it/2012/02/panada-ricca.html#links
Spero di non stancarvi se vi do un'altra possibilità.


PANADA MONTANARA
porzioni, dipende dal pane che aggiungete

pane raffermo
4 fette spesse di salame friulano leggermente affumicato
1 dado ai funghi porcini Star
brodo leggero di pollo oppure 1 dado di pollo
100 g montasio grattugiato
sale se occorre, pepe q.b.

Tagliare le fette di salame in 4 pezzi e depositarli sul fondo di una pentola antiaderente con il dado ai funghi spezzettato.
Appoggiare sopra il pane raffermo tagliato a pezzetti, spolverare con pepe e formaggio grattugiato.
Coprire abbondantemente con brodo di pollo e se non l'avete, preparatelo con un dado di pollo.
Lasciare ammollare il pane e se assorbe troppo brodo, aggiungerne altro. Deve rimanere brodo al di sopra del pane ammollato di almeno un dito.
Iniziare la cottura e appena inizia a bollire, abbassare la fiamma e cuocere a fuoco basso con il coperchio non chiuso completamente.
Prolungare la cottura finchè il brodo è stato completamente assorbito (di solito 1 ora o molto più).
E' una minestra ottima, calda sopratutto per le serate gelide invernali, ma anche tiepida in estate non è male.
Poi è versatile, perchè si può preparare in tanti modi.

20 commenti:

giovanna bianco ha detto...

Una minestra perfetta, post vacanze!!! Ciao carissima.

Ely ha detto...

Troppo troppo troppo invitante! Che piattino tradizionale e saporito.. grazie cara! Da tenere presente!! Un abbraccio forte!

Rosetta ha detto...

Giusta giusta Giovanna, leggera e anche fresca.
Buona giornata
Mandi

Rosetta ha detto...

Un abbraccio forte anche a te Ely cara.
Bacione
Mandi

T.. ha detto...

questa mi piace!! mi ricorda molto il nostro pancotto! l'adoro!!
Ciaoo

Memole ha detto...

Perfetta per queste giornate freddissime!!!

Rosetta ha detto...

Ciao Tiziana, nel pavese si dice "Pan moj" (pane ammollato).
Buona giornatsa
Mandi

Rosetta ha detto...

Sì Memole, bella calda ti rigenera veramente.
Nuona settimana
Mandi

l'alternativa ha detto...

Ciao carissima, sereno anno!!!!!
Sai questa ricetta mi ricorda mio nonno che in inverno voleva sempre il suo pancotto, ha un sapore di casa, di focolare, di buono...
Un abbraccio
Emi

giulia pignatelli ha detto...

Rosetta, adoro i piatti della tradizione!!! ti credo sulla parola che lo stai facendo spesso, dev'essere una bontà!!!

Rosetta ha detto...

Giulia, sono talmente abituata a mangiare pancotto che ormai mi e ci soddisfa pienamente.
Buona giornata
Mandi

bilibina ha detto...

Ciao Rosetta, che nostalgia..il pancotto me lo faceva la mia mamma quando ero piccola ed è una vita che non lo mangio!
La tua versione è più ricca e mi hai fatto venir voglia di provarla, grazie!
Buona settimana
Carmen

carmencook ha detto...

Io non l'ho mai assaggiata, ma trovo che sia un piatto jolly sia per bontà che per virtù di riciclo!!
Bravissima Rosetta!!
Un bacione grande e buona girnata
Carmen

Rosetta ha detto...

Emy che piacere rivederti, il tempo è tiranno ma almeno ogni tanto ci sentiamo.
Bravo il tuo nonno, alla sera mangiava leggero !
Buona giornata
Mandi

Mari e Fiorella ha detto...

Un piatto della tradizione, cara, in una versione arricchita dal salame e dal formaggio.Da noi era un piatto povero, pane bollito con l'olio, penso quando non c'era altro!!Ciao, buona serata...

Rosetta ha detto...

Carmen, diciamo che è un piatto anche di poca spesa ... pane vecchio, un pò di salame e formaggio.
Buono buono.
Mandi

Rosetta ha detto...

Buon giornata anche a te Carmencok, hai ragione per ciò che hai scritto.
Mandi

Rosetta ha detto...

Infatti Mari e Fiorella, un tempo era proprio così.
Ora c'è qualche possibilità in più ed è quindi più facile arricchire un pò la panada.
Mandi

Giuliana ha detto...

ha il sapore di nonna, di casa mia...

che nostalgia Rosetta!

Mia mamma lo fa ogni tanto, se c'è del pane raffermo. Ma non ha più lo stesso profumo per me...


grazie per la tua ricetta! Come capita spesso, ogni famiglia ha la sua...

Mandi!

Rosetta ha detto...

E' vero Giuliana, chissà perchè i sapori di una volta non riusciamo più a coglierli.
Buona giornata
Mandi