IL FOGOLÂR

IL FOGOLÂR
“Mandi, è il saluto friulano che equivale a ciao. Il significato si perde nella notte dei tempi e vorrebbe dire “nelle mani di Dio” ;ma forse è di origine precristiana, con la frase “nelle mani degli dei”. Nella lingua latina mandi vorrebbe dire: “La mano di Dio ti protegga” (“Manus Dei”) o, anche “Conservati a lungo!” (“Mane diu”) ed ancora dal latino “mane-diu” Vai nelle mani di Dio.” “che tu rimanga a lungo (su questa terra) ”. Mandi a dûc

My Family - Papy Mamy - Teo & Mary - eee...

lunedì 19 novembre 2012

Anatra selvatica ai piselli

Questa è una foto stupenda che ha fatto il mio amico Marco di Udine ... e quando glie l'ho taggata in fb, mi ha scritto chiedendomi se l'ho già cucinata ^______^
E sì caro Marco, ho uno zio nel Monferrato che sino a qualche anno fa andava a caccia e oltre ai fagiani, e qualche lepre, ho avuto la fortuna di avere anche una di queste belle paperette diversi anni fa.
E mò te la cucino esattamente come ho fatto allora.


ANATRA ai PISELLI
L'anatra mi era stata data perfettamente pulita (senza testa, ma con le sue frattaglie)

1 anatra selvatica
burro q.b.
1 carota
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 limone
1 mazzetto di prezzemolo
3 chiodi di garofano
3 bacche di ginepro schiacciate
1 bicchiere di vino Souvignon del Collio

Piselli:
1 kg piselli surgelati e scongelati
100 g speck
burro q.b.
1/2 cipolla 
brodo di carne
sale e pepe

Lavare il pennuto sotto l'acqua corrente, asciugarlo e massaggiarlo con sale e pepe sia internamente che esternamente.
Legarlo in modo che le cosce e le ali aderiscano al corpo.
Pulire le verdure, affettare sottilmente la cipolla e la carota.
Schiacciare l'aglio e ungere una teglia da forno dai bordi alti.
Appoggiare sul fondo le verdure con il prezzemolo i chiodi di garofano,  il ginepro e il bicchiere di souvignon.
Sistemare l'anatra,  bagnarla con del burro fuso e coprirla con delle fettine di limone (al quale potete lasciare la buccia, oppure toglierla completamente insieme al bianco).
Infornare a forno caldo 200° per 40 minuti circa (che sia cotto bene)
Per i piselli rosolare in un tegame la cipolla con il burro.
Appena la cipolla inizia ad imbiondire, aggiungere i piselli, salare, pepare e mescolare per amalgamare tutto.
Bagnare i piselli con il brodo caldo e portare a cottura ... aggiungendo a poco a poco altro brodo se serve.
Poco prima di spegnere, aggiungere lo speck tagliato a fiammifero.
Quando l'anatra è cotta a puntino, slegarla ... io l'avevo messa già a pezzi nei piatti contornati dai piselli.
Dal fondo di cottura dell'anatra, togliere i chiodi di garofano, le bacche di ginepro, schiacciare le verdure,  insaporire con del succo di limone e servire la pietanza ben calda e condita con questo sughetto.

22 commenti:

Milla ha detto...

Mai provata con i piselli...da segnare :-)

Ely ha detto...

Anche io non l'ho mai provata! Ma tesoro, che ricettine speciali ci regali sempre! :D Bravissima! :) Un bacione e notte dolce!

Rosetta ha detto...

Retaggio antico cara Milla ... i nonni erano veneti e nonna cucinava spessissimo con i "bisi" piselli.
Io li ho usati surgelati perchè non era più stagione per quelli freschi.
Grazie della visita Milla
Buona notte
Mandi

Rosetta ha detto...

Sogni d'oro anche a te Dolcissima Ely e grazie della visita.
Mandi

giulia pignatelli ha detto...

torno a salutarti Rosetta.. buona la tua anatra!!

Miele e Vaniglia ha detto...

sicuramente gustosa anche se non l'ho mai mangiata, ma prima o poi lo farò magari seguendola tua ricetta :) Rosalba

Rosetta ha detto...

Ciao Giulia, che piacere risentirti.
a causa del tempo-tiranno, non ce la faccio a seguire tanti blog, ma sono felice di poter ritornare a salutarti.
Buona giornata
Mandi

Rosetta ha detto...

Rosalba, con questo sistema puoi cucinare anche l'anatra normale.
Buona giornata
Mandi

ondinaincucina ha detto...

cucino spesso l'anatra, a noi in famiglia piace molto, purtroppo io mi devo accontentare di quelle del macellaio...
Questa con i piselli farebbe la felicità di mio marito, lui ne è goloso!!

SQUISITO ha detto...

mi sarebbe piaciuta vedere la foto del piatto ultimato...rende la ricetta molto piu interessante...com complimentissimi cara!
baci

RobbyRoby ha detto...

ciao
io non riuscirei a mangiare l'anatra, mi fa troppa tenerezza.
I piselli però mi piacciono molto.

Rosetta ha detto...

Ondina, non ha importanza se non è selvatica, come ricetta la trovo ottima anche per l'anatra normale.
Buon pomeriggio
Mandi

Rosetta ha detto...

Squisito, credo che l'anatra che mi diede mio zio anni fa, sia stata l'unica anatra selvatica che ho mangiato nella mia vita.
Il mio amico Marco è un cacciatore ... ma mi sa che invece di sparare, tira fuori la sua formidabile Canon e fotografa.
Buon pomeriggio
Mandi

Rosetta ha detto...

Roby Roby ... se fosse stata viva, neppure io avrei avuto coraggio di mangiarla dopo ... ma ormai era pronta da mettere in padella ^____^
Buon pomeriggio
Mandi

edvige ha detto...

Per una vecchia questione d'infanzia tutto quello che vola non lo mangio per questo ricordo...già con il pollo faccio difficoltà... ma la ricetta m'attira pronto ma la materia prima doc manca... me la segno ugualmente.
Mandi cara

Elena Orsi ha detto...

Non vado matta per la selvaggina ma a legger questa tua ricettina..... fa venir voglia di assaggiarla!
A presto,
mandi
Ele

Rosetta ha detto...

Se non ti piace il volatile Edvige, tieni la ricetta per un pollo con piselli ... cambia solo il volatile.
Buona serata
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Ele, che piacere leggerti nel mio blog.
Buona serata
Mandi

edvige ha detto...

....e no, il sapore è certamente diverso....in genere proprio i volatili inclusi il pollo che mi sforzo....no insomma quest'età devo pur cambiare ^---^ ...Mandi cara.

carmencook ha detto...

Ma quante belle ricette con l'anatra!!
Io come ti ho già detto non l'ho mai assaggiata, ma deve essere speciale!!
Un bacione e buona serata
Carmen

Rosetta ha detto...

Edvige, se la carne non ti va, non ti va, punto.
Troveremo qualche cosina di diverso da cucinarti.
Buona serata
Mandi

Rosetta ha detto...

Buona serata anche a te Carmen
Mandi