Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

sabato 21 dicembre 2013

Ragù d'anatra per bigoli

Che dire, Alberto Baccani era un vecchio amico di Cucinait di più di dieci anni fa, i ricordi passano ma lui mi ha fatto rivivere il ricordo del ragù di anatra che nonna preparava con tanta pazienza e tanto amore.
Da quando Eugenia, altra amica carissima dei vecchi tempi l'ha rispolverata, me la sono memorizzata e l'ho usata anche nel post dei bigoli qui :http://ilfogolar.blogspot.it/2010/12/bigoli-con-lanatra-selvatica.html#links
Ottimo ragù che va bene non solo per i famosi bigoli veneti (sono spaghettoni fatti con il torchio), ma anche per altri tipi di pasta.
Ad onor del vero ho provato questo ragù fantastico sul riso bollito bianco e vi assicuro che lo ha insaporito molto bene.
Io il torchio per i bigoli non ce l'ho ma vi assicuro che i "bigoli di Bassano" rendono onore a questo sugo ottimo,



RAGU' d'ANATRA di Alberto Baccani
Ingredienti per 6 persone:
2 cosce d'anatra
200 gr. di pancetta affumicata
50 gr. di burro
1/4 di carota
½ cipolla
1 costa di sedano
timo e maggiorana
2 scalogni
un po' d'olio
½ dado
2 cucchiaiate di passata di pomodoro
2 dl. di vino rosso
200 gr. di funghi, tagliati a fettine
15 gerigli di noci
Procedimento:
Fare il soffritto, rosolarlo con burro ed un po' d'olio. Pulire le
cosce e tagliare la carne. Passarle al tritacarne insieme alla
pancetta con il disco grosso e poi ripassarle ancora una
volta. Salare e pepare la carne trita con il timo e la
maggiorana e metterla con il burro nel soffritto già fatto
rosolare e cuocere per circa 1 ora con un po' di brodo
aggiungendo poi il vino. Far asciugare un po' ma che resti
morbido il tutto. Aggiungere la passata e far andare ancora
per un'oretta a fuoco bassissimo come per il ragù bolognese
a tagame coperto. Il ragù d'anatra più cuoce meglio si
presenta.
Trifolare a parte i funghi e aggiungerli alla fine con un trito
di prezzemolo insieme ai gherigli di noce. Servire con
trenette o lasagnette fatte a mano che devono essere
fresche e con minimo un uovo per 80 gr. di farina.
Eugenia  Abbate
Trezzano s/N

Mhhhh spolverateli con una buona manciata di ottimo formaggio grattugiato mi raccomando !!!