2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

venerdì 6 novembre 2015

Il grembiule della nonna








Possibile che più si ringiovanisce e più non è mai abbastanza il tempo a disposizione ???, ultimamente mi sono lasciata desiderare, ma francamente fra una cosa e l'altra arrivo a sera che non ho fatto neppure la metà delle cose che mi ero proposta di fare.
Pazienza, in ogni caso ora vi posto un bell'articolo di  un  amico  di  FB  -  LA "VALCOSA" E DINTORNI; chi è diversamente giovane come me, avrà fatto in tempo a portare il grembiule come le nostre nonne e solo ora che abbiamo la comodità della lavatrice, capisco la necessità di ripararsi i vestiti con il grembiule.
A me ha fatto piacere leggerlo, mi ha riportato indietro nei sondaggi fatti con forum di cucina che chiedevano se era necessario mettere il grembiule. che un tempo era una mano santa e or non lo è più.
A me piacciono ma più per vezzeggiarmi che per necessità.


Il GREMBIULE della NONNA
Ti ricordi del grembiule di tua Nonna ?
Il primo scopo del grembiule delle Nonna era di proteggere i vestiti sotto,
ma, inoltre:
Serviva da guanto per ritirare la padella bruciante dal forno;
Era meraviglioso per asciugare le lacrime dei bambini ed, in certe occasioni, per pulire le faccine sporche;
Dal pollaio, il grembiule serviva a trasportare le uova e, talvolta, i pulcini!;
Quando i visitatori arrivavano , il grembiule serviva a proteggere i bambini timidi;
Quando faceva freddo, la Nonna se ne imbacuccava le braccia;
Questo buon vecchio grembiule faceva da soffietto, agitato sopra il fuoco a legna;
Era lui che trasportava le patate e la legna secca in cucina;
Dall' orto , esso serviva da paniere per molti ortaggi dopo che i piselli erano stati raccolti era il turno dei cavoli;
A fine stagione, esso era utilizzato per raccogliere le mele cadute dell' albero;
Quando dei visitatori arrivavano in modo improvviso era sorprendente vedere la rapidità con cui questo vecchio grembiule poteva dar giù la polvere;
All'ora di servire i pasti la Nonna andava sulla scala ad agitare il suo grembiule
e gli uomini nei campi sapevano all' istante che dovevano andare a tavola;
La Nonna l'utilizzava anche per posare la torta di mele appena uscita dal forno sul davanzale a raffreddare;
ai nostri giorni sua nipote la mette là per scongelarla.
Occorrerà un bel po' d' anni anni prima che qualche invenzione o qualche oggetto possa rimpiazzare questo vecchio buon grembiule.
In ricordo delle nostre Nonne, inviate questa storia a quelli che potranno apprezzare la "Storia del grembiule della Nonna"
(Maurizio Magistri)


martedì 3 novembre 2015

Gnocchi d'autunno





Metti un pugno di funghi finferli, 4 fette di zucca ai ferri e poco più e sei perdonata per aver acquistato gli gnocchi anzichè farli tu.
Ci vuole poco per farli, ma al mattino esco per la spesa e gli incontri sono tanti. il paese è piccolo ormai conosco tutti da anni e dopo un "Mandi" sempre gradito si passa alle notizie del giorno.
Il via-vai e il ibrulichio del mattino sono abbastanza intensi, il tempo passa inesorabilmente e poi all'ultimo minuto scopri che è troppo tardi per lo spezzatino o altro che richiede tempi lunghi.
Qui il tempo scorre lento, la gente  ne segue il ritmo e io mi adeguo sempre più ai loro tempi.


GNOCCHI d'AUTUNNO
per 3 porzioni

1 kg gnocchi pronti
1 pugno di funghi finferli
4 fettine di zucca ai ferri
50 g speck leggermente affumicato
1 cucchiaio di soffritto (che tengo già pronto-sedano,carota,cipolla,prezzemolo,rosmarino)
burro sufficiente per il sugo
burro fuso se serve
formaggio montasio grattugiato a piacere

Sfrigolare lo speck con il soffritto nel burro.
Appena le verdure iniziano ad appassire, unire i funghi puliti, ben lavati, sgrondati, cuocerli a fiamma vivace per alcuni minuti e continuare la cottura piano piano per una ventina di minuti.
Secondo il vostro occhio, se il condimento è poco, aggiungere burro fuso a sufficienza, la zucca leggermente schiacciata con i rebbi della forchetta e terminare la cottura per una decina di minuti.
Cuocere gli gnocchi come al solito e condirli con questo delizioso e colorato condimento.



zucca ai ferri

finferli




Un pugno di finferli per il sugo e gli altri essiccati per i pargoli.
Metà sono volati giusto domenica in quel di Milano al seguito del figliol-Orsino ^___^
Gli altri voleranno a Londra dopo Natale negli zainetti dei nipotini che sono golosissimi di funghi