Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

venerdì 15 settembre 2017

Dal Friuli peperoni alla napoletana









Chi disse tempo fa ... mai più peperoni e pèeperonate per me, guai.
Povero Orsomio, ma non hai ancora capito che riesco a farteli mangiare quando meno te lo aspetti ???
Sei come i tuoi nipotini, nonna assolutamente niente cipolle e niente aglio ... uguale il padre ^.....^
se sapessero quante ne hanno mangiate ben frullate, non ci crederebbero.
Ebbene, cerca e ricerca nel web, ho trovato alcuni accorgimenti che facevano al caso mio ... devo dire che con la salsina finale cotta leggermente, era digeribilissima.
Il profumino in cucina da sveno e quelli che passavano nella mia vietta mi chiedevano a che ora si apriva la trattoria ^---------^







Dal  FRIULI PEPERONI alla NAPOLETANA


Ingredienti:
850 g  peperoni gialli e rossi, metà lunghi
100 g capperi sotto sale 
42g    alici sott’olio sgrondate bene
1 ciuffo di prezzemolo 
origano 
1 spicchio di aglio 
1 bottiglietta di passata di pomodoro Mutti ai datterini
acqua calda quanto basta
olio d'oliva 
sale


Preparazione:

Lavare e tagliare a strisce o a tocchi i poeperoni, dopo aver tolto anche tutti i semi ed i filamenti.
In un tegame  grandino, versare l’olio con uno spicchione di aglio ben schiacciato, soffriggere finchè inizia ad imbiondire.
Spostare il  tegame dal fuoco, chi vuole toglie l’aglio, diversamente fastidio non dà…
Lasciar leggermente raffreddare l’olio e poi versare i peperoni.
Cuocere per una 20ina di minuti aggiungendo acqua bollente per portarli ad una buona cottura.
Ora aggiungere la passata di pomodoro con un poco di acqua calda, portare a cottura.
Intanto, in un frullatore, macinare il prezzemolo con l’origano e i capperi, con le alici sott’olio ben sgrondate dal loro olio.
Appena i peperoni sono ad una buona cottura,  versare il trito di prezzemolo, acciughe e capperi.
Mescolare per amalgamare con cura, lasciar asciugare il sughetto e servire caldo.
Goduria pura.


giovedì 14 settembre 2017








Nonna Losetta è sempre pronta anche se qualche volta mi mettono in difficoltà.
Nonna, ci fai per mezzogiorno chicken and corn flakes???
Heilà, lo sapete che la povera nonna non capisce l'inglese tradurre plese ^-----^
Il piccolo Marcolino mi dice, spetta nonna che ti insegno come fa la tua di bambina (sarebbe mia figlia).
... ed inizia a spiegare, intanto Martino era tornato in soffitta dal nonno per finire un lavoretto.
Il pollo dove lo tieni ?  dal macellaio "garbui", metti le scarpe che siamo in tempo.
Naturalmente ordina lui ... vede le sovracosce di pollo e ne ordina 3, poi se le fa tagliare a metà.
E via di corsa.  Per strada: ma nonna ce li hai i corn flakes ? yess.


CHICKEN and CORN FLAKES
per 4 porzioni

3 sovracosce di pollo tasgliate a metà.
1 uovo
corn flaks a piacere
un filo di olio

Il un sacchetto di plastica  inserire un paio di manciate di corn flakes, ridurli in briciole, passando sopra al sacchetto con un mattarello.
In un piatto fondo sbattere un uovo intero e passare uno ad uno i pezzi di pollo
Il pollo così impanato metterlo nel sacchetto delle briciole di corn flakes.
Agitare il sacchetto finchè rimane ben vestito.
Ogni pezzo così impanato,  va messo su una teglia da forno focderata con carta forno.
Appena sono tutte pronte, passare sopra un filino di olio.
Infornate a forno già caldo a 200° per 30 minuti circa, a metà cottura, abbiate l'accortezza di girarli delicatamente.
Tutto sgzamato, ai nonni solo un pezzetto per assaggio, loro tutto il resto.


Ci siamo complimentati per la bella ricetta, ma il piccolo furbescamente ha detto che con le patatine fritte sono ancora più buone.

domenica 10 settembre 2017

Torta 4 ... mais











Nonna, arrabbiatissima, inutile dirvi che ero stufa di fare la stessa torta in neppure una settimana, si cambiano certi ingredienti ma gira e rigira, sem semper lì.
Va bè, successone anche per questa, terminata in un amen


TORTA 4 ...  MAIS RICOTTA e FRUTTA

150 g farina di mais
80 g farina 00
20 g cacao amaro
50 g amido di mais
2 uova
100 g burro fuso
150 zucchero di canna
150 ricotta
2 banane
3 mele
1 bustina di lievito


Rompere le uova in un contenitore per impastare le torte.
Sbatterle con lo sbattitore elettrico insieme allo zucchero, alla ricotta ben scolata e la vaniglia burbon.
Formare  un composto liscio, aggiungere il burro fuso tintiepidito e mescolare ancora.
Togliere lo sbattitore e appoggiare sopra al contenitore un colapasta tipo setaccio e setacciare le due farine con la frumina e il lievito.
Una volta setacciate le farine mescolare a lungo per evitare i grumi.
Appoggiare sul fondo del contenitore in silicone dei quadrotti di cioccolato, versare metà dell’impasto, cospargere con mirtilli e aggiungere il restro dei mirtillicon4 quadretti di cioccolato.
Infornare per 50 minuti, a forno caldo a 180°.


giovedì 7 settembre 2017

Torta Moretto del sol levante










3a torta nel giro di 5 giorni, da quando sono arrivati i nipotini, la mangiano a colazione, dolcetto dopo pranzo e dolcetto dopo cena ..
Poi ci sono le gole profonde dei miei due Orsi e al'è, le torte vanno in un amen.
Bizzarra la fantasia dei bimbi, l'anno scorso diventavano matti per le fette biscottate con la nutella, l'anno prima latte e biscotti con le gocce e quest'anno torte a gogò.
Questo titolo l'hanno scelto loro, moretto perchè c'è il cioccolato e sol levante perchè c'è la farina di mais che è gialla ... la loro spiegazione è stata questa.


TORTA MORETTO del SOL LEVANTE
tortiera di silicone

100 g di farina di mais tipo Fioretto (polenta)
80 g di farina bianca 00
60 g fecola
60 g cacao amaro
100 g di burro fuso
200 g panna fresca
200 g ricotta
2 uova
120 g di zucchero
1 cucchiaino vaniglia Burbon
1 bustina lievito pane angeli
35 g di gocce di cioccolato fondente
70 g frutti di bosco Rebecchi
1 bicchiere di latte scremato 160 g circa se serve

Mescolare le uova con lo zucchero e la vaniglia Burbon
Aggiungere il burro fuso, la panna , la ricotta e incorporare tutto finchè diventa una bella crema.
Setacciare le farine, la fecola il cacao, e il lievito.
Mescolare la crema e il resto setacciato, a questo punto se l'impasto risulta troppo sodo, aggiungere il latte e amalgamare di nuovo.
In un piatto fondo, infarinare le gocce di cioccolato e i frutti di bosco, incorporarli nell'impasto ... (Infarinati e sgrondati dalla farina in eccesso, una volta inseriti perfettamente, non scivolano più a fondo).
Ho messo l'impasto nel solito contenitore da kugelupf in silicone ed ho infornato per 40 minuti circa in forno caldo a 180°


mercoledì 6 settembre 2017

Torta polentina






Polenta polenta, quant'è buona la polenta ... quest'anno anche i miei bimbi mi hanno chiesto più di una volta di farla e quella della nonna è la più buona del mondo.
Quest'anno poi sono stati loro a darmi l'idea dei dolci con la farina di polenta e a questa, come le altre che vi posterò, hanno dato anche il titolo.
Buone sono buone accipicchia, peccato poterne assaggiare solo una fettina, i bimbi se potevano, se la mangiavano in un amen.


TORTA POLENTINA
INGREDIENTI
200 g farina di mais fioretto
80 g farina 00 
20 g frumina
250 ricotta di mucca bella soda e asciutta
3 uova medie
200 zucchero muscovado di canna   
100 g burro fuso
1 bustina di lievito
250 g panna liquida
1 cucchiaino di vaniglia Burbon
Zucchero a velo se vi piace da spolverare sulla torta quando è fredda

Rompere le uova in un contenitore per impastare le torte.
Sbatterle con lo sbattitore elettrico insieme allo zucchero, alla ricotta ben scolata e la vaniglia burbon.
Formare  un composto liscio, aggiungere il burro fuso tintiepidito e mescolare ancora.
Togliere lo sbattitore e appoggiare sopra al contenitore un colapasta tipo setaccio e setacciare le due farine con la frumina e il lievito.
Una volta setacciate le farine mescolare a lungo per evitare i grumi.
Appoggiare sul fondo del contenitore in silicone dei quadrotti di cioccolato, versare metà dell’impasto, cospargere con mirtilli e aggiungere il restro dei mirtillicon4 quadretti di cioccolato.

Infornare per 50 minuti, a forno caldo a 180°.


lunedì 4 settembre 2017

Turbante ricotta banana mela






Son tornata rinnovata, quando ti godi i nipotini dopo tanto tempo che non li vedi, il cuore batte a mille.
Torta soffice con banana, ricotta e mela, è un dolce saporito goloso e fresco, perfetto per cominciare la giornata o per una merenda sostanziosa. 



TURBANTE RICOTTA-BANANA-MELA
stampo silikomart

3 uova
150 gr di zucchero
215 gr di farina
214 gr di ricotta
80 g pepite di cioccolato
60 g uvette di Corinto
1 cucchiaino vaniglia burbon
1 bustina di lievito
1 banana
1 mela

Con le fruste elettriche lavorare per circa 10 minuti le uova  con lo zucchero
Incorporare la ricotta e giriamo per bene
Unire la farina setacciata con il lievito
Mescolare ancora
Tagliare la banana e la mela … la banana schiacciata con i rebbi della forchetta e la mela tagliuzzata a pezzettini.
Insieme alle pepite di cioccolato, mescolare di nuovo.
Versare l’impasto in uno stampo e livellarlo bene.
Infornare nel forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti (i tempi di cottura dipendono dal forno)
Una volta cotta la torta lasciarla raffreddare su una gratella
Versare la torta su un piatto adatto e spolverare con zucchero a velo

venerdì 18 agosto 2017

Vacanze


CHIUSO DAL 10/8 al 3/9
Ormai da brava nonna , insieme all'Orsomio
abbiamo deciso di ritirarci in montagna,
lasciando la metropoli lombarda ai giovani.
Domenica mattina arriveranno i miei
nipotini Martino e Marco 
che purtroppo abitano lontano e la loro
scuola, finisce tardi ed inizia il 5 settembre.
Quindi ogni volta che i bimbi possono,
li accogliamo più che volentieri
e per noi nonnetti, le ferie iniziano proprio
in questo periodo di agosto con gite in 
montagna, i cibi della nonna e 
tante favole da raccontare.

Buon proseguimento di ferie 
a tutti voi ed alle vostre famiglie.

sabato 12 agosto 2017

Cocuzza Siciliana homemade





E' da quasi 5 anni che nel nostro piccolo orticello coltiviamo cocuzze siciliane che ci danno moltissime soddisfazioni.
Sono molto croccanti e le troviamo più gradevoli delle zucchine normali ... ce ne sono altre 5 ma se vengono tutte così, Orsomio ed io faremo indigestione.

COCUZZA SICILIANA homemed.



 

*** sino ad ora al massimo erano lunghe 90 100 cm, ma quest'anno la cocuzza è lunga
mt 1, 58 .....
Povera Rosetta, è alta solo mt 1,48 (da ragazza mi dicevano, èerchè ti arrabbi ? hai l'altezza del Ré
Tant'è che il Rè aveva emanato un editto che dichiarava che i soldati dovevano essere alti 1,48 come
lui.
Senza contare poi, tutti gli altri detti.

HO AVUTO l'ONORE DI RICEVERE
dalla mia amica Angela di Udine, questo gustoso e buon pomodorino ...


solo 640 g ... sano come un pesce e ottimo.
Grazie Angela, non esagerare a mangiarne, ti posso sacrificare e mangiarne qualc'uno anch'io.

mercoledì 9 agosto 2017

Gnocchi di zucca e ricotta affumicata











In estate non mi ci metto a preparare gnocchi solo per due e poi ne ho trovato una qualità molto buona.
Basta un semplice condimento eee ... ecco fatto



GNOCCHI di ZUCCA e 
RICOTTA AFFUMICATA
Per 2 porzioni

1 confezione di gnocchi Mamma Emma - 400 g
burro per marito con grana grattugiato
olio con ricotta affumicata grattugiata fine
timo fresco a piacere

Portare a bollore acqua salata, versare gli gnocchi e cuocerli come al solito.
Scolarli con la schiumarola e condirli a vostro piacere.
Marito burro anche fuso e grana grattugiato
Per me con olio e ricotta affumicata grattugiata fine e tante foglioline di timo.


*** Questi gnocchi ci piacciono in modo particolare, ci sono anche agli gnocchi e agli spinaci.
Il quantitativo è per due porzioni, naturalmente Orsomio non è mai sazio di gnocchi e quindi la sua porzione è sempre più abbondante e io mangio il quantitativo giusto per me.

lunedì 7 agosto 2017

Toast di melanzane al forno









Le melanzane le adoriamo e quindi in casa non mi mancano mai.
All'Homo mio piacciono quelle imbottite e quindi le vario continuamente.
Le avevo già fatte al microonde ma mi ha detto che al forno normale gli piacciono di più. Peraltro, anche se estate, non mi pesa accendere il forno, ho una vecchia cucina molto fresca in estate e quindi non non mi pesa accenderlo.



TOAST di MELANZANE al FORNO
quantitativo a piacere

2 grosse melanzane viola
2 fette di prosciutto cotto a fette spesse
alici sott'olio a piacere
misto di pane grattugiato con origano secco e buccia di limone grattugiato e un pizzico di sale.
olio poco

Tagliare le melanzane a fette, senza scartera ii fianchi con la loro buccia.
Su una teglia da forno appoggiare un foglio di carta forno.
Sopra appoggiare uno strato di melanzane in modo che alla fine siano pari a quelle rimaste.
su ogni fetta appoggiare metà fetta di prosciutto e un'alice sott'olio.
Chiudere con le altre fette di melanzane.
I fianchi delle melanzane che rimangono con tutta la buccia, tagliuzzarle in modo da dare una cottura uniforme .. queste non vanno sovrapporle, le pance con buccia vanno appoggiate sotto e la polpa in alto.
Appoggiare anche qui un'acciughina e un filo di olio su tutto.
Coprire con la panatura ben mescolata e accendere il forno a 220°.
Cuocere per 20 minuti e poi abbassare a 180°per altri 20 minuti.

*** otimi anche freddi.

venerdì 4 agosto 2017

Spezzatini trippati









Eee, l'annite ha fatto centro anche questa volta ...
Stavo preparando gli spezzatini e pensavo alla trippa, ma poi ho pensato di fare tutto con la pentola a pressione e quindi ho messo più acqua del normale.
Niente paura, tgolto il coperchio ho deciso di non prosciugare il sughetto, altrimenti chi sentiva Orsomia smoccolare perchè gli spezzatini erano troppo salati ???
così ho pensato di pelare 4 carote e tagliarle a pezzetti grossi, piselli surgelati, rimesso il coperchio ancora 5 minuti et voilà tutt perfetto



 SPEZZATINI TRIPPATI
per 2 porzioni

2 guance di vitellone  tagliate a metà,
4 carrote
1 scatola di fagioli cannellini bonduelle cotti al vapore
sedano
cipolletta
4 cucchiai di passata di pomodoro Mutti
dado knor classico
olio poco

Inserire nella pentola a pressione gli spezzatini con il sedano la cipolla tagliati grossolanamente.
Aggiungere la passata di pomodoro, il dado e poco olio.
Coprire con il coperchio della pentola a pressione e cuocere per 1 ora dal fischio della pentola.
Infine togliere il coperchio.
Mi sono accorta che il sugo non si era rappreso e per evitare il cibo troppo salato, ho aggiunto 4 carote tagliate a rondelle e 1/2 kg di fagioli cannellini.
Richiuso la pentola, cotte per 5 minuti dal fischio evvai, pranzo pronto e perfetto.


mercoledì 2 agosto 2017

Pencianelli o spaghetti di pasta di pane









Non ci credevo, ma  in effetti ho constatato che ciò che ho letto corrispondeva a verità.
Di necessità virtù, la sapevano lunga le nostre nonne per mettere in tavola qualche cosa di buono e sostanzioso.
Il loro detto era: in cucina non torna nulla e tutto serve per imbastire cibi diversi e sopratutto buoni.
Questa ricetta è molto usata nelle Marche, anche con qualche altro nome, ma è meglio affidarsi a sangoogle.


PENCIANELLI o SPAGHETTI di 
PASTA di PANE
per 2 porzioni

300 g di pasta di pane Io l'ho comperato dal panettie
Minestrone casalingo con mais
olio a filo
poco formaggio.

Pasta di pane, lasciarla raddoppiare (si dovrebbe usare la pasta madre avanzata dalla produzione del pane; io non l'avevo e quindi sono ricorsa al panettiere.
Un buon minestrone preparato homemade.
Per i pencianelli, usare il pane lievitato, appiattirlo e poi spianarlo grossolanamente con le mani,
Infine tagliare delle striscioline e ridurle a spaghetti.
Quando sono pronti, versarli nel brodo e cuocerli per 2-3 minuti.
Attenderli un attimo e poi versarli nei piatti.
Spolverare con formaggio e un filo di olio, giratina di pepe se piace 
eeee... gnam gnam.








I miei pincianelli erano un poco grossi ... la premura fa 90 ma andrebbero arrotolati sino a ridurli a spaghetti ... io avevo spaghettoni che andavano a meraviglia .
La prossima volta saranno più sottili.
Per vedere i pinciarelli, basta guardare sangoogle che vi informa di tutto.



mercoledì 26 luglio 2017

Ricotta al forno










Accipicchia se avessi saputo che era così semplice, chissà quante volte l'avrei già fatta.
Veramente al bacio, una volta l'ho fatta con le erbe aromatiche in rametti interi, tolti dopo la cottura, perchè all'Osomio non piacciono troppi sapori, la seconda volta ho preferito tritare tutto.




RICOTTA al FORNO
per 2 0 3 porzioni


1 gr cestello di ricotta piccolo (non ricordo se è250 g)
A pacere timo
       “        peroncino
       “        origano
       “        salvia
       “        rosmarino
 Sale marino fine il necessario
Olio a filo non tanto
Scolare il liquido della ricotta per alcuni minuti tenendola nel suo cestello per non farle perdere la dorma.
Ricoprire una teglia piccola con la carta forno e adagiare piano la ricotta.
In una ciotola mescolare il sale con le erbe aromatiche ben lavate, asciugate e tritate finemente.
Ricoprire con le erbe aromatiche, aggiungre un filo di olio evo,  e mettete in forno già caldo  a 180° per un’ora o finchè la ricotta diventa dorata.

Traferire su un piatto da portata, aggiungere un filo d’olio evo e servire calda con della polenta grigliata.
***Con le erbe aromatiche tritate, resta più profumata.

martedì 25 luglio 2017

Valdostane di melanzane al MO









Vi piacciono le melanzane ???
eccovi una ricettina sfiziosa cucinata al microonde.
Unico consiglio sbucciare le melanzane con il pelapatate, prima di tagliarle a fette. Buone, l'unica pecca, sono proprio le bucce che non le hanno cotte uniformemente e i tempi, che sono approssimativi, mi dovete scusare ma è un periodo che sono con la testa fra le nuvole.
Sicuramente l'annite avanza.


VALDOSTANE di MELANZANE al MO
per 2 o 3 porzioni

1 melanzana grande e tonda
2 fesste di prosciutto da 50 g cad.
4 fettine di formaggio, possibilmente tagliato a macchina
3 cucchiai di pane grattugiato
buccia di limone grattugiata
1 cipolletta
erbe aromatiche a vostro piacere, tritate finemente
olio q.b.

Consiglio di sbucciare le melanzane - Affettarle.
Su 4 fette appoggiare mezza fetta di prosciutto cotto, 1 fetta di formaggio(vedi già affettate nei super tipo emmentaler, provola e altri.
Chiudere la valdostana con un'altra fetta di melanzana.
Ora in una ciotola preparare il pane grattugiato, le aromatiche ben tritate con un poco di sale, mescolare per amalgamare i sapori,aggiungere sale e olio, e mescolare di nuovo. Lasciare insaporire una decina di minuti. 
Intanto preparare una teglia crisp per il microonde, versare un poco di latte, un letto di cipolle bianche tagliate sottili.
Infine prendere la teglia  da MO, versare un poco di acqua poca,  appoggiare le valdostan- melanzne e ad il preparato con il preparato di pane grattugiato misto solo sopra.
Infornare nel microonede,
Tempi di cottura, 8 se non ricordo male, non girarle, versare ancora un poco di acqua e cuocere sino alla cottura.
Cottura al crisp a 750 w, circa 20 minuti

Mi raccomando ho usato 750 w ... dipende dal vostro MO, forse a 950  cuocciono prima

***Le ho girate a metà cottura, ma senza buccia è meglio non girarle, altrimenti la panatura si perde nel crisp.chi è pratico del MO, se è pratico sa raggiungere i tempi ideali.


lunedì 24 luglio 2017

Minestrone con gnocchetti sardi e fiori di zucchine







Anche se è estate, con le serate freddine e sgarzoline. un buon primo caldo fa sempre bene.
Nell'orto le verdure non mancano, basta aggiungerne delle altre come fagioli e piselli di stagione e
fiori di succa, e i giochi sono fatti.


MINESTRONE con GNOCCHETTI SARDI
e FIORI DI ZUCCHINE
per 2 porzioni

Verdure dell'orto e tutte le verdure che vi piacciono
fiori di zucchine
120 gnocchetti sardi Barilla
sale e pepe macinato alla fine
olio a filo solo alla fine
sale quando il brodo inizia a bollire

Pulire, lavare e asciugare accuratamente le verdure. Non ho trovato i fagioli ma sarebbero stati bene pure loro.
Aggiungere l'acqua e  avviare la cottura.
Cuocere per un paio di ore, aggiungere i gnocchetti sardi.e portarli a cottura.
5 minuti prima di chiudere il fornello, aggiungere i fiori di zucca lavati, tolto il picciolo interno e spezzettati alla meno peggio.
Versare ancora caldo nei piatti, spruzzare con pepe macinato al momento, un filo di olio e
Bom apetit