Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

sabato 4 novembre 2017

Torta degli angeli e farina di pistacchio










Cosa c'è da fare di meglio di una buona torta ???  e l'armadietto della cucina si è svuotato di due prodotti in scadenza.
Viziaccio mio, quando arrivano i nipotini prendo sempre qualche cosa in più e di diverso dal solito ... mi lascio attrarre dalle novità ed ecco qui il frutto del mio pasticcio.


TORTA degli ANGELI 
e FARINA di PISTACCHIO
1 confezione di torta pane angeli
aggiungere, secondo confezione:
3 uova 
200 ml panna SOSTITUITA con 2 vasetti yogurt alla fragola

Aggiunto di mio:
1 uovo,
(gli yogurt)
80 g farina di pistacchi
goccio di latte intero se l'impasto è troppo sodo

albicocche sode appoggiate sul fondo dello stampo imburrato e infarinato.

In un capiente contenitore, versare tutti gli ingredienti all'infuori del latte.
Con le fruste mescolare  sino ad omogeneizzare bene l'impasto, se risulta troppo sodo, aggiungere latte poco per volta.
Imburrare ed infarinare la tortriera che volete, se avete poca granella di frutta secca, distribuirla come volete.
Sul fondo della tortiera sistemare bene un buon strato di albicocche, versare sopra delicatamente l'impasto e infornare a caldo a 180° o meno, per 40-50 minuti ... dipende dal forno vostro.





lunedì 23 ottobre 2017

Risotto con Cannellini

Prima di sposarmi a casa mangiavo spesso il risotto coi fagioli borlotti, da sposata diverse volte lo preparo con qualsiasi tipo di fagioli e francamente viene spesso spazzolato in fretta.
Rare volte non me ne rimane neppure un pochino per fare il risotto al salto alla milanese
Evvamolà, meglio così.


RISOTTO con CANNELLINI
per 2 porzioni

250 g riso basmati integrale
1 scatola fagioli cannellini della bonduelle
1 cipolla rossa
1 spicchio di aglio
50 g pancetta coppata
prezzemolo a discrezione vostgra
montasio grattugiato
brodo di verdura

olio poco

Preparare un soffritto con olio, pancetta tagliata grossolanamente, cipolla e aglio sino ad imbiondirli bene.
Versare il riso e tostare per un paio di minuti.
Ora versare il brodo di verdure caldo, a poco a poco come per il risotto normale.
A metà cottura versare i fagioli.
Salare poco se le verdure sono già state salate nel brodo di verdure.
Tritare il prezzemolo 
A fine cottura, mantecare solo con formaggio e prezzemolo.
Lasciare riposare qualche minuto e versare nei piatti.
Un pizzicone di montasio grattugiato ancora, pepe per chi lo desidera, e un filino di olio evo.
Buon appetito. 



mercoledì 18 ottobre 2017

Polpette golose

Nuova avventura, superpolpette con caccavella adatta. Scusatemi ma con le polpette sono sempre stata una schiappa, non una uguale all'altra, una piccola e l'altra grande finchè non ho trovato questo aggeggio e ho voluto provarlo.


POLPETTE GOLOSE
aggeggio per polpette - 16  e qualcuna in più.

900 g ossocollo di maiale magro macinato
2 salsicce fresche  + 1 facoltativa
pane grattugiato
formaggio grattugiato
1 bustina insaporatore Ariosto
sugo di pomodoro mio oppure passata Mutti.
poco olio
1 spicchio di aglio.

Versare in una terrina la carne macinata, le salsicce spelate e spezzettate fini con le mani e poi, sempre con le vostre manine amalgamare bene bene la carne.
Assemblare le polpette con l'apposito pronto polpette.
In un piatto fondo mescolare il pane grattugiato con il formaggio e l'insaporitore ariosto.
Man mano che le polpette sono pronte, immergerle nel piatto con il pane-formaggio-insaporitore.
Appoggiarle in un vassoio e riporli nel congelatore finchè sono ben congelate.
A questo punto dividere le porzioni,  metterle nei sacchetti e tornare a metterle nel congelatore.
All'occorrenza mettere quelle che vi servono in un tegame ancora congelate, coprirle con il sugo e portarle a cottura insieme alla salsiccia rimasta, divisa a metà.
Il mio sugo di pomodori dell'orto era perfetto perchè già cotto insieme alle verdure che a noi piacciono.

lunedì 16 ottobre 2017

Misto di verdure cotte.










Vi è mai capitato di avere della verdura cotta o al forno che avete cucinato in più? a me sì e ho provveduto a riciclarla con successo. Sarà che Orsomio ed io  non abbiamo le puzzette sotto il naso e non sprechiamo nulla e ho pensato di prepararle senza arzigogoli vari ed abbiamo fatto un buon pranzo.


MISTO di VERDURE COTTE

Patate lessate
Fette di melanzana
1 cipolla rossa
olio
aceto
sale e pepe
per chi lo desidera, condire con una vinagrette

In una insalatiera, appoggiare le melanzane già cotte ai ferri, le patate lessate, appena sbucciate, tagliate a fette regolari e la cipolla rossa cotta e tagliata possibilmente a fette.
Scaldare per qualche minuto nel microonde.
Mescolare delicatamente per non rompere le patate, condire e mescolare di nuovo.
...Come secondo, fate ciò che preferite. Questo è un contorno molto buono.

venerdì 6 ottobre 2017

Tortine alle banane








E 'nnone, comincio a scendere di peso e questi non sono proprio per me,
ieri era San Frencesco, che è il secondo nome di Orsomio, non festeggiamo mai gli onomastici, ci facciamo gli auguri e basta, ma ormai siamo qui solo noi due e mi piaceva fargli una sorpresina.
Li ho fatti il 3 pomeriggio e prima di cena se ne è sgamato subito uno. Gli ho detto che era ora di cena e che non andava bene, ma mi ha risposto che era la sua festicciola e che quello che ha sgamato lo ha mangiato pensando all'insalata sempre consigliata.
Inutile dire che se le è pappate tutte


TORTINE alle BANANE
formine già confezionate

150 g di farina 00
100 g di farina di mais
1 banana grande matura
1 banana per guarnizione non proprio matura
2 uova medie
100 g di zucchero di canna Zefiro
100 ml di olio di semi di arachidi
120 ml di latte intero
1 cucchiaio aroma di spuma
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci

Procedimento ciambellone alla banane

Schiacciate la banane più  matura con i rebbi della forchetta sino a trasformarla in crema  
Montare le uova insieme allo zucchero per ottenere un composto chiaro e ben spumoso.
Aggiungete la banana,  il latte, l’olio e l’aroma di spuma a filo delicatamente continuando sempre a montare.
Unire le farine ed lievito setacciati mescolando sempre con lo sbattitore elettrico.
Alla fine tagliare la banana meno matura a fette
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. la prova stecchino, Trascorso il tempo necessario, fate intiepidire le tortine, sformatele e cospargete con zucchero a velo se gradito.
I miei Orsi non lo vogliono perché lascia tracce di baffi e  quindi vengono sgamati subito.
Più le tortine riposano e più sono buone, il giorno dopo sono sublimi.


Il mio Orso di San Francesco si è beatificato e rinvigorito,


venerdì 15 settembre 2017

Dal Friuli peperoni alla napoletana









Chi disse tempo fa ... mai più peperoni e pèeperonate per me, guai.
Povero Orsomio, ma non hai ancora capito che riesco a farteli mangiare quando meno te lo aspetti ???
Sei come i tuoi nipotini, nonna assolutamente niente cipolle e niente aglio ... uguale il padre ^.....^
se sapessero quante ne hanno mangiate ben frullate, non ci crederebbero.
Ebbene, cerca e ricerca nel web, ho trovato alcuni accorgimenti che facevano al caso mio ... devo dire che con la salsina finale cotta leggermente, era digeribilissima.
Il profumino in cucina da sveno e quelli che passavano nella mia vietta mi chiedevano a che ora si apriva la trattoria ^---------^




Dal  FRIULI PEPERONI alla NAPOLETANA


Ingredienti:
850 g  peperoni gialli e rossi, metà lunghi
100 g capperi sotto sale 
42g    alici sott’olio sgrondate bene
1 ciuffo di prezzemolo 
origano 
1 spicchio di aglio 
1 bottiglietta di passata di pomodoro Mutti ai datterini
acqua calda quanto basta
olio d'oliva 
sale

Preparazione:

Lavare e tagliare a strisce o a tocchi i poeperoni, dopo aver tolto anche tutti i semi ed i filamenti.
In un tegame  grandino, versare l’olio con uno spicchione di aglio ben schiacciato, soffriggere finchè inizia ad imbiondire.
Spostare il  tegame dal fuoco, chi vuole toglie l’aglio, diversamente fastidio non dà…
Lasciar leggermente raffreddare l’olio e poi versare i peperoni.
Cuocere per una 20ina di minuti aggiungendo acqua bollente per portarli ad una buona cottura.
Ora aggiungere la passata di pomodoro con un poco di acqua calda, portare a cottura.
Intanto, in un frullatore, macinare il prezzemolo con l’origano e i capperi, con le alici sott’olio ben sgrondate dal loro olio.
Appena i peperoni sono ad una buona cottura,  versare il trito di prezzemolo, acciughe e capperi.
Mescolare per amalgamare con cura, lasciar asciugare il sughetto e servire caldo.
Goduria pura.

giovedì 14 settembre 2017

CHICKEN and CORN FLAKES - Pollo con Corn flakes








Nonna Losetta è sempre pronta anche se qualche volta mi mettono in difficoltà.
Nonna, ci fai per mezzogiorno chicken and corn flakes???
Heilà, lo sapete che la povera nonna non capisce l'inglese tradurre plese ^-----^
Il piccolo Marcolino mi dice, spetta nonna che ti insegno come fa la tua di bambina (sarebbe mia figlia).
... ed inizia a spiegare, intanto Martino era tornato in soffitta dal nonno per finire un lavoretto.
Il pollo dove lo tieni ?  dal macellaio "garbui", metti le scarpe che siamo in tempo.
Naturalmente ordina lui ... vede le sovracosce di pollo e ne ordina 3, poi se le fa tagliare a metà.
E via di corsa.  Per strada: ma nonna ce li hai i corn flakes ? yess.


CHICKEN and CORN FLAKES
per 4 porzioni

3 sovracosce di pollo tasgliate a metà.
1 uovo
corn flaks a piacere
un filo di olio

Il un sacchetto di plastica  inserire un paio di manciate di corn flakes, ridurli in briciole, passando sopra al sacchetto con un mattarello.
In un piatto fondo sbattere un uovo intero e passare uno ad uno i pezzi di pollo
Il pollo così impanato metterlo nel sacchetto delle briciole di corn flakes.
Agitare il sacchetto finchè rimane ben vestito.
Ogni pezzo così impanato,  va messo su una teglia da forno focderata con carta forno.
Appena sono tutte pronte, passare sopra un filino di olio.
Infornate a forno già caldo a 200° per 30 minuti circa, a metà cottura, abbiate l'accortezza di girarli delicatamente.
Tutto sgzamato, ai nonni solo un pezzetto per assaggio, loro tutto il resto.


Ci siamo complimentati per la bella ricetta, ma il piccolo furbescamente ha detto che con le patatine fritte sono ancora più buone.

domenica 10 settembre 2017

Torta 4 ... mais











Nonna, arrabbiatissima, inutile dirvi che ero stufa di fare la stessa torta in neppure una settimana, si cambiano certi ingredienti ma gira e rigira, sem semper lì.
Va bè, successone anche per questa, terminata in un amen


TORTA 4 ...  MAIS RICOTTA e FRUTTA

150 g farina di mais
80 g farina 00
20 g cacao amaro
50 g amido di mais
2 uova
100 g burro fuso
150 zucchero di canna
150 ricotta
2 banane
3 mele
1 bustina di lievito


Rompere le uova in un contenitore per impastare le torte.
Sbatterle con lo sbattitore elettrico insieme allo zucchero, alla ricotta ben scolata e la vaniglia burbon.
Formare  un composto liscio, aggiungere il burro fuso tintiepidito e mescolare ancora.
Togliere lo sbattitore e appoggiare sopra al contenitore un colapasta tipo setaccio e setacciare le due farine con la frumina e il lievito.
Una volta setacciate le farine mescolare a lungo per evitare i grumi.
Appoggiare sul fondo del contenitore in silicone dei quadrotti di cioccolato, versare metà dell’impasto, cospargere con mirtilli e aggiungere il restro dei mirtillicon4 quadretti di cioccolato.
Infornare per 50 minuti, a forno caldo a 180°.


giovedì 7 settembre 2017

Torta Moretto del sol levante










3a torta nel giro di 5 giorni, da quando sono arrivati i nipotini, la mangiano a colazione, dolcetto dopo pranzo e dolcetto dopo cena ..
Poi ci sono le gole profonde dei miei due Orsi e al'è, le torte vanno in un amen.
Bizzarra la fantasia dei bimbi, l'anno scorso diventavano matti per le fette biscottate con la nutella, l'anno prima latte e biscotti con le gocce e quest'anno torte a gogò.
Questo titolo l'hanno scelto loro, moretto perchè c'è il cioccolato e sol levante perchè c'è la farina di mais che è gialla ... la loro spiegazione è stata questa.


TORTA MORETTO del SOL LEVANTE
tortiera di silicone

100 g di farina di mais tipo Fioretto (polenta)
80 g di farina bianca 00
60 g fecola
60 g cacao amaro
100 g di burro fuso
200 g panna fresca
200 g ricotta
2 uova
120 g di zucchero
1 cucchiaino vaniglia Burbon
1 bustina lievito pane angeli
35 g di gocce di cioccolato fondente
70 g frutti di bosco Rebecchi
1 bicchiere di latte scremato 160 g circa se serve

Mescolare le uova con lo zucchero e la vaniglia Burbon
Aggiungere il burro fuso, la panna , la ricotta e incorporare tutto finchè diventa una bella crema.
Setacciare le farine, la fecola il cacao, e il lievito.
Mescolare la crema e il resto setacciato, a questo punto se l'impasto risulta troppo sodo, aggiungere il latte e amalgamare di nuovo.
In un piatto fondo, infarinare le gocce di cioccolato e i frutti di bosco, incorporarli nell'impasto ... (Infarinati e sgrondati dalla farina in eccesso, una volta inseriti perfettamente, non scivolano più a fondo).
Ho messo l'impasto nel solito contenitore da kugelupf in silicone ed ho infornato per 40 minuti circa in forno caldo a 180°


mercoledì 6 settembre 2017

Torta polentina






Polenta polenta, quant'è buona la polenta ... quest'anno anche i miei bimbi mi hanno chiesto più di una volta di farla e quella della nonna è la più buona del mondo.
Quest'anno poi sono stati loro a darmi l'idea dei dolci con la farina di polenta e a questa, come le altre che vi posterò, hanno dato anche il titolo.
Buone sono buone accipicchia, peccato poterne assaggiare solo una fettina, i bimbi se potevano, se la mangiavano in un amen.


TORTA POLENTINA
INGREDIENTI
200 g farina di mais fioretto
80 g farina 00 
20 g frumina
250 ricotta di mucca bella soda e asciutta
3 uova medie
200 zucchero muscovado di canna   
100 g burro fuso
1 bustina di lievito
250 g panna liquida
1 cucchiaino di vaniglia Burbon
Zucchero a velo se vi piace da spolverare sulla torta quando è fredda

Rompere le uova in un contenitore per impastare le torte.
Sbatterle con lo sbattitore elettrico insieme allo zucchero, alla ricotta ben scolata e la vaniglia burbon.
Formare  un composto liscio, aggiungere il burro fuso tintiepidito e mescolare ancora.
Togliere lo sbattitore e appoggiare sopra al contenitore un colapasta tipo setaccio e setacciare le due farine con la frumina e il lievito.
Una volta setacciate le farine mescolare a lungo per evitare i grumi.
Appoggiare sul fondo del contenitore in silicone dei quadrotti di cioccolato, versare metà dell’impasto, cospargere con mirtilli e aggiungere il restro dei mirtillicon4 quadretti di cioccolato.

Infornare per 50 minuti, a forno caldo a 180°.


lunedì 4 settembre 2017

Turbante ricotta banana mela






Son tornata rinnovata, quando ti godi i nipotini dopo tanto tempo che non li vedi, il cuore batte a mille.
Torta soffice con banana, ricotta e mela, è un dolce saporito goloso e fresco, perfetto per cominciare la giornata o per una merenda sostanziosa. 



TURBANTE RICOTTA-BANANA-MELA
stampo silikomart

3 uova
150 gr di zucchero
215 gr di farina
214 gr di ricotta
80 g pepite di cioccolato
60 g uvette di Corinto
1 cucchiaino vaniglia burbon
1 bustina di lievito
1 banana
1 mela

Con le fruste elettriche lavorare per circa 10 minuti le uova  con lo zucchero
Incorporare la ricotta e giriamo per bene
Unire la farina setacciata con il lievito
Mescolare ancora
Tagliare la banana e la mela … la banana schiacciata con i rebbi della forchetta e la mela tagliuzzata a pezzettini.
Insieme alle pepite di cioccolato, mescolare di nuovo.
Versare l’impasto in uno stampo e livellarlo bene.
Infornare nel forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti (i tempi di cottura dipendono dal forno)
Una volta cotta la torta lasciarla raffreddare su una gratella
Versare la torta su un piatto adatto e spolverare con zucchero a velo

venerdì 18 agosto 2017

Vacanze


CHIUSO DAL 10/8 al 3/9
Ormai da brava nonna , insieme all'Orsomio
abbiamo deciso di ritirarci in montagna,
lasciando la metropoli lombarda ai giovani.
Domenica mattina arriveranno i miei
nipotini Martino e Marco 
che purtroppo abitano lontano e la loro
scuola, finisce tardi ed inizia il 5 settembre.
Quindi ogni volta che i bimbi possono,
li accogliamo più che volentieri
e per noi nonnetti, le ferie iniziano proprio
in questo periodo di agosto con gite in 
montagna, i cibi della nonna e 
tante favole da raccontare.

Buon proseguimento di ferie 
a tutti voi ed alle vostre famiglie.

sabato 12 agosto 2017

Cocuzza Siciliana homemade





E' da quasi 5 anni che nel nostro piccolo orticello coltiviamo cocuzze siciliane che ci danno moltissime soddisfazioni.
Sono molto croccanti e le troviamo più gradevoli delle zucchine normali ... ce ne sono altre 5 ma se vengono tutte così, Orsomio ed io faremo indigestione.

COCUZZA SICILIANA homemed.



 

*** sino ad ora al massimo erano lunghe 90 100 cm, ma quest'anno la cocuzza è lunga
mt 1, 58 .....
Povera Rosetta, è alta solo mt 1,48 (da ragazza mi dicevano, èerchè ti arrabbi ? hai l'altezza del Ré
Tant'è che il Rè aveva emanato un editto che dichiarava che i soldati dovevano essere alti 1,48 come
lui.
Senza contare poi, tutti gli altri detti.

HO AVUTO l'ONORE DI RICEVERE
dalla mia amica Angela di Udine, questo gustoso e buon pomodorino ...


solo 640 g ... sano come un pesce e ottimo.
Grazie Angela, non esagerare a mangiarne, ti posso sacrificare e mangiarne qualc'uno anch'io.

mercoledì 9 agosto 2017

Gnocchi di zucca e ricotta affumicata











In estate non mi ci metto a preparare gnocchi solo per due e poi ne ho trovato una qualità molto buona.
Basta un semplice condimento eee ... ecco fatto



GNOCCHI di ZUCCA e 
RICOTTA AFFUMICATA
Per 2 porzioni

1 confezione di gnocchi Mamma Emma - 400 g
burro per marito con grana grattugiato
olio con ricotta affumicata grattugiata fine
timo fresco a piacere

Portare a bollore acqua salata, versare gli gnocchi e cuocerli come al solito.
Scolarli con la schiumarola e condirli a vostro piacere.
Marito burro anche fuso e grana grattugiato
Per me con olio e ricotta affumicata grattugiata fine e tante foglioline di timo.


*** Questi gnocchi ci piacciono in modo particolare, ci sono anche agli gnocchi e agli spinaci.
Il quantitativo è per due porzioni, naturalmente Orsomio non è mai sazio di gnocchi e quindi la sua porzione è sempre più abbondante e io mangio il quantitativo giusto per me.