2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

giovedì 19 settembre 2013

Funghi porcini e coniglio arrosto

Cribbioschi, ci sono giorni che non ho nulla da trasmettere, altri periodi come questo che ne ho una caterva ... già vi avevo programmato giorno per giorno novità e ricette e ora se ne sono accumulate tante altre che mi piace mettere sul mio blogghino ... saranno divisi giorno per giorno anche questi ma ad avere tempo,  ve li proporrei tutti insieme.


Martino ha visto le foto dei pochi porcini che ha trovato il nonno ... telefona gridando
nonna ma hai visto che il nonno ha trovato un teschio ?
Beata immaginazione dei bimbi, è proprio vero ... Qui  sotto si vede parzialmente in secondo piano, ma i suoi occhietti avevano già elaborato una scoperta favolosa.


Marcolino è più pacioccone e terra terra come la nonna ...
nonna, se li cucini bene come fai tu, me ne tieni per quando ritorno a trovarti ??? 
Stella mia Vorrei tanto conservarteli, vedrò quello che posso fare, se ne trovano talmente pochi che è stata una botta di ... pure per il nonno.


Questo che era il più bello e il più sano, l'ho mandato a mia nipote a Monselice  per un buon risottino.


FUNGHI PORCINI  (e coniglio arrosto)
per 2 porzioni abbondanti

i porcini che avete visto
1 pezzettino di carota (come il mio piccolo indice)
1 pezzettino di sedano (come sopra)
1 ciuffettino di prezzemolo
1/4 di cipolla bianca
3 spicchi d'aglio
1 pomodoro maturo
olio e poco burro
sale e pepe a piacere

Pulire e lavare molto bene e mettere a scolare i porcini. 
In una padella sciogliere il burro con l'olio, rosolare le verdure ben tritate e salate con sale grosso.
Appena la verdura risulta appassita, inserire i porcini appena sgrondati, rosolarli, coprire con il coperchio e a fuoco medio cuocerli.
Poco dopo inserire il pomodoro spelato, privato dei semi e tagliato a cubettini piccoli piccoli.
Cuocere per 45-50 circa, salare e pepare a piacere.

CONIGLIO ARROSTO 
Arrostirlo con olio e poco burro.
3 o 4 spicchi di aglio
1 bel ramotto di rosmarino 
1 cimetta di salvia
sale e pepe se si desidera

Rosolare il coniglio per bene con tutti i suoi aromi, semicoprire il tegame con il coperchio e continuare la rosolatura.
Girare la carne almeno due o tre volte, salare e pepare solo a metà cottura.


Coniglio e funghi ... porzioncina per Orsomio ... (poi lui aveva anche altro) ^_____^


Porzioncina mia di funghi ... manca solo il coniglietto ^_______^

mercoledì 18 settembre 2013

Dolce di semolino

Se c'è una cosa che mi piace, è il semolino in tutte le sue cotture ... purtroppo è da diversi anni che mi sono allontanata, ma solo perchè ci sono sempre tante altre cosine buone da fare.
Sembra che ora sia tornato il suo turno e vi propongo il mio dolce di semolino ...  quello che faceva nonna quando aveva le uvette ... e io che son golosa, ho aggiunto anche le albicocche.
Avendo tempo il dolce si può infornare per 15 minuti circa e poi gratinare, ma ormai sapete che ho i clienti, i miei li ho passati sotto il grill peima di portarli in tavola.


DOLCE di SEMOLINO
per 4 o 5 porzioni 

250 gr di semolino
1 lt. di latte
zucchero a discrezione, troppo dolce nausea
la scorza di mezzo limone intera
100 gr di uvetta sultanina
12 albicocche secche
50 gr di burro fuso intiepidito
2 uova sbattute

Portare a bollore il latte con lo zucchero, la scorza di limone, uvetta e albicocche tagliate in 4 pezzi.
Quando comincia a sobbollire il latte, versate a pioggia il semolino e mescolare in continuazione per  evitare la formazione di grumi.
Cuocere finché il semolino non si sarà addensato bene.
Togliere dal fuoco e lasciare appena intiepidire .
Amalgamare il burro fuso intiepidito,  con le uova sbattute.
Versarle nel semolino, mescolare perfettamente e  porzionare nei contenitori.
Lasciare riposare in frigorifero.
Chi vuole li può infornare sotto il grill per gratinarli.   



martedì 17 settembre 2013

Panciabatta di montagna

Ormai il formaggio russo dvoroc o simil-quark
vedi qui  http://ilfogolar.blogspot.it/2013/08/tvorok-o-quark.html#links
è diventato mio amico e alleato.
Ultimamente non c'erano le bottiglie di latte da lt in negozio, la mia amica ha pensato bene di darmene una bottiglia da lt e 1/2 ... però latte di mucca mucca (quest'anno sono tornate presto dall'alpeggio) ... niente male, tanto il formaggio lo uso volentieri.
Ieri pomeriggio pensa e ripensa e mi viene in mente un panciabatta ... ho chiesto la pasta di pane al panettiere che me lo ha dato più che volentieri ... ^____^ con l'impegno di farglielo almeno assaggiare.
Maddai, trovo solo golosi.
Ieri sera il pane era bollente e ho preferito conservarne un pezzetto per la mia cena di questa sera ... ma ho dovuto nasconderlo altrimenti non avrei trovato neppure il piattino.
Così Giuliano il panettiere, Maria l'amica che mi ha dato il latte, il cognato che sente il profumo, Orsomio che lo deve assaggiare ... il mio pezzetto me lo godo in santa pace.



PANCIABATTA di MONTAGNA
per 4 porzioni

300 g di pasta di pane
100 g di prosciutto crudo di Sauris
simil-cuark di un lt e 1/2 di latte (mi dispiace, non ho pesato il prodotto finito)
sale, pepe
1 uovo
olio buono

Stendere la pasta di pane, lasciarla lievitare e lasciarla riposare ben infarinata attorno al mattarello avvoltolato nella carta oleata del panettiere.
Quando è ben lievitato, dare un'ultima schiacciata di mattarello.
Rompere l'uovo sul formaggio e prima di mischiarlo al quark, usarne piccole quantità per pennellare la pasta di pane, per permetterle di sigillarsi bene.
Sopra al formaggio appoggiare un buon strato di prosciutto crudo di Sauris.
Avvolgere la pasta di pane e sigillarla per bene.
Spennellare con olio e appoggiare sopra qualche granello di sale grosso.
Appoggiare il pane sulla carta forno e pinzare gli angoli in modo da formare una similteglietta.
Versare un poco di olio e 1/2 bicchiere di acqua.
Infornare a forno caldo 220° per 15 minuti e poi abbassare la fiamma del forno a 180° per 30 minuti (senza aprire lo sportello del forno.

LA MIA CENA ^____^



Del mio pezzo di panciabatta ne ho ricavate 4 fette, sulle quali ho messo una bella fetta di pomodoro.
Sale, pepe e un filino di olio




Formaggio dvorok o similquark, ricavato da 1lt e 1/2 di latte intero di muccche appena tornate dagli alpeggi



Pasta di pane con pennellata di uovo per sigillare e formaggio misto a uovo, sale e pepe.



Formaggio con uovo sale e pepe



Sopra al formaggio un buon strato di prosciutto crudo di Sauris



Avvoltolare il rotolo, dando la forma di una ciabatta, schiacciando bene i pun ti da sigillare per evitare la fuoriuscita del ripieno.

lunedì 16 settembre 2013

Super regina ^____^

Vento cattivaccio e dispettoso, chi te l'ha detto di farmi cadere ^_____^ la mia super regina zucchina !!!
Marioooo !!!
Volevo lasciarla ingiallire per ricavare i semi da piantare la prossima stagione e mò che faccio ???
La povera giace, fortunatamente intonsa, sulla cassapanca del corridoio ... secondo te la devo appendere da qualche parte ???
Ma perchè sei sempre ad Ampezzo e ora che ho bisogno sei uccel di bosco ???
Dai, fai il bravo e vienimi in soccorso.
Lunedì nel primo pomeriggio ero a Tolmezzo, pioveva a dirotto, e quando sono tornata Gigi mi ha detto che qui non è scesa una goccia di acqua ma in compenso c'era tanto vento che sembrava che ci fosse la bora triestina.
Fatto sta che è corso nell'orto a sistemare alcuni paletti e a raccogliere i pomodori caduti col vento, è passato il nostro amico Romano che gli ha segnalato la caduta del nostro fenomeno.
Ma guardate se non è bella miììì !!!


Zucchina cocuzza mt 1,15


Gigi, l'ha soccorsa subito, visto che era intera le ha legato uno spago e l'ha appesa al supporto dell'altalena.


Ma se devo ricavare i semi, sono sicura che di notte non debba prendere ne freddo ne umidità
 


Per il momento, qui giace intonsa la nostra zucchina


La cassapanca è lunga mt 1,50 e quindi avete l'idea delle dimensioni della zucchina

domenica 15 settembre 2013

Turbantini di riso

Quando il risotto non è gradito ... e Maritorso preferisce pasta e poi ancora pasta, e se pensi di avere un ospite e poi ... il riso ti cresce ???
Mai dire banzai ! ricicla Rosetta e vai tranquilla.
E sì, così il riso era veramente buono e molto gradito ^______^


TURBANTINI di RISO
per 4 porzioni

risotto di zucchine avanzate
100 g di speck
1 patata lessata
1 spicchio di aglio
2 uovo
poco sale e pepe
olio solo per spennellare i contenitori della cuki

fiori di zucchine

Nel mixer tritare lo speck con lo spicchio di aglio.
Lessare la patata e schiacciarla con i rebbi della forchetta nella padella del riso avanzato.
Unire il trito di speck e l'uovo.
Amalgamare con la manina ed infine riempire le scodelline cuki.
*** stavo per riempire i contenitori cuki con il riso, quando si è presentata Adriana la saurana che mi ha portato 4 fiori di zucchina belli grandi ... che fare ? non avevo voglia di riempirli con acciughe e mi mancava la mozzarella ...
così li ho allargati nelle scodelline e poi ho riempito con il riso.
Cotto a forno caldo 180° per 40 minuti circa.


Ottimi, il cognato ha chiesto il bis ed è stato accontentato.


Peccato che i fiori non c'erano per tutte le ciotoline cuki


Turbantini cotti e mangiati