Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

sabato 24 agosto 2013

La regina Cocuzza

Ieri ho staccato la regina cocuzza ... pensavo che avesse i semi e l'ho portata sino a Forni di Sopra, Anna ha il pollice superverdissimo e pensavo che potesse estrarre i semi  da  asciugare e da seminare per l'anno prossimo e invece ...
Aperta la regina non aveva neppure un piccolo semino.
Queste sono zucchine fantastiche mangiatutto, io non tolgo la buccia e l'interno è sempre perfetto, non ha bisogno di lunghe cotture e rimane ottima e croccante.

LA REGINA COCUZZA
zucchina siciliana


Mariooo ! se non hanno semi, come faccio a riprodurle ??? se ci sei batti un colpo, ora ti posso rifornire di una zucchina ... ma tu per favore promettimi le piantine per il prossimo anno.
Finalmente qui hanno capito che bisogna tenere alta la pianta e stamane ho visto le cocuzzette che erano a terra,  con lo stelo portante  sollevato e ora sono tutte belle appese.
Se fossero rosse mi sembrerebbe di avere già le luci di Natale.

*** Se riuscite a piantarle nel vostro giardino o orto, ve le consiglio  ... nel giardino ne basta una pianta e vi regalerà delle ottime cocuzzette.
Ma se cominciate a mangiarle, non ditemi che non ve lo avevo detto ... sono ottime e di sicuro se vi piacciono zucchine croccanti, abbandonerete le altre che sono un pò troppo papparelle.

giovedì 22 agosto 2013

Spaghetti alle melanzane perline

Martedì qui pioveva e tanto per cambiare i bambini sono andati al supermercato di Tolmezzo insieme al nonno Carlo e allo zio Matteo.
Qui hanno riconosciuto le melanzanine e le hanno portate a casa insieme all'altra spesa. 
Era un pacco solo ed erano la metà di quelle che vedete nella vecchia fotografia.
Ho fatto una piccola spaghettata per i bimbi e lo zio, che si sono leccati i baffi.
La foto della preparazione non c'è ... cotto e mangiato più veloci della luce, mentre cuoceva la pasta è cotto anche il sughetto, le melanzanine cuociono in fretta.
Vi passo anche una notiziola sulle perline, letta sul veb:
La melanzanina  Perlina o Baby melanzana pesa mediamente 35 grammi con buccia sottile e ha la forma allungata. 
Cresce sotto il sole della Sicilia, nella zona ragusana di Comiso, Vittoria e Santa Croce Camerina. Il suo colore è violaceo, di un viola chiaro tendente al verde. 
Quindici centimetri di dolcezza senza semi, ha polpa compatta e la si cuoce in tempi brevissimi. Cresce a grappoli e non ha scarti


SPAGHETTI ALLE MELANZANE PERLINE
per 3 porzioni

200 gr di perline 
250 gr. di spaghetti 
pomodorini ciliegini a piacere 
qualche oliva nera snocciolata 
cipolla
aglio a piacere
montasio grattugiato
olio q.b.  
sale e pepe macinato al momento

Togliere il picciolo alle  perline e tagliarle in senso orizzontale.
Non va sbucciata.
Versare l’olio in una padella e aggiungere la cipolla e l’aglio affettati sottili.
 Soffriggere e aggiungere le perline.
Cuocere  10 minuti,
aggiungere i pomodorini ciliegini tagliati in 4  pezzetti insiene a qualche oliva nera snocciolata.
Cuocere ancora una decina di minuti, salare, pepare e tenere in caldo.
Quando gli spaghetti sono cotti, versarli nella padella delle perline e saltare qualche secondo.
Servire  e spolverare con il formaggio.

mercoledì 21 agosto 2013

Zucchina lunga o cocuzza siciliana

Un altro piccolo intervallo che vi ho postato a scadenza programmata, poi non so quando posso rimettermi in contatto con voi, i miei londinini assorbono parecchio del mio tempo ^_____^.
Queste sono le zucchine "cocuzze" del mio amico Mario di Udine ... da dove gli siano arrivate non si sa, ma da due anni a questa parte mi portava le zucchine e quest'anno gli ho chiesto una piantina da riprodurre nell'orto nostro e di Gigetto.

ZUCCHINA LUNGA o 
COCUZZA SICILIANA



 
Questa è lunga, e ha ancora attaccato il suo bellissimo fiore ^_____^

Ecco, vi ho fotografato la cocuzza alle 6 di mattina perchè non riuscivo a dormire ... e ho pensato a voi e a chi non conosce questo tipo di zucchine.
Se la trovate, coltivatela, è fantastica.



Se volete ridiamo insieme, Mario mi ha fornito per almeno tre anni le zucchine pronte da cucinare ... quest'anno mi ha regalato due piantine da piantare nel nostro orto.



Quando arriva da Udine, passa sempre da casa nostra per andare a trovare la sua Mamma novantenne che abita abbastanza vicino a noi ...



Eddai, a quelle piante devi mettere i pali di sostegno e Gigetto dice che le zucchine crescono ugualmente ... 
batti uno, batti due, batti tre volte, finalmente il palo di sostegno viene messo, ma nonostante tutto le zucchine crescono anche sopra ai garofani e con la pianta sdraiata a terra.



Per dirla tutta, una pianta è sul sostegno e di zucchine (che prima non volevano mai crescere) ne ha diverse.
La seconda pianta che è rimasta strisciante mischiata con altre zucchine ... ci sta regalando altre zucchine nascoste da tante foglie.



MARIO ??? Mario quando passa qui davanti mi mostra amichevolmente un pugno ... a quanto pare quest'anno le sue piante non fanno zucchine ... mentre le mie due piante sono più prolifere che mai.
Mario ^_____^ dai, quest'anno sarò io la tua spacciatrice.
Io non so come riprodurre le piantine, ma la prossima primavera ... ti prego in ginocchio di fornirmi altre  piantine da mettere nell'orto.
La prossima volta vedrò di metterle come mi hai spiegato tu. 




La cocuzza in fase di sviluppo

Zucca lagenaria e tenerumi
la zucca lagenariaLa zucca lagenaria ha una forma cilindrica e molto lunga che può arrivare fino ai 2 metri ma è opportuno mangiarla prima che diventi legnosa, quando raggiunge la lunghezza di circa 25 cm. Le origini della zucca lagenaria sono incerte, forse è  il genere di zucca arrivato per prima in Europa dall’Asia tropicale. In Italia è coltivata soprattutto in Sicilia.
Esistono diverse varietà della zucca lagenaria ma la più coltivata è quella a clava o longissima, con una base un po’ rigonfia e il collo lungo e stretto. Se non utilizzata quando è fresca, tende a maturare e a indurirsi come il legno e per questo viene anche incisa o ridotta a contenitore e soprammobile.
pasta coi tenerumi
L’apporto calorico è molto basso poiché ricca di acqua (95 %), con scarse quantità di carboidrati e proteine e niente grassi.
Le foglie di queste zucche, chiamate Tenerumi, con proprietà rinfrescanti e diuretiche, sono tenere e adatte per paste e minestre, come nella ricetta Pasta con tenerumi riportata su Il giornale del Cibo.
Notizie dal web




martedì 20 agosto 2013

Melanzanine perline

Sono italianissime, originarie della nostra bellissima Sicilia però io le ho conosciute a Londra anni fa.
Sui banchi dei supermercati a Milano li ho trovati una volta e la scorsa settimana li ho trovati anche all'Eurospar di Tolmezzo ... ieri erano già sparite non ci sono più.
Li ho cucinati come mi ha insegnato mia figlia e li abbiamo graditi molto volentieri.


MELANZANINE PERLINE
per 2 porzioni

2 confezioni di melanzanine
pomodorini ciliegini a piacere
origano fresco
2 spicchi di aglio
1 filo di olio
sale

Tagliare il picciolo alle melanzanine, lavarle e appoggiarle sulla placca del forno foderata con carta forno insieme ai pomodorini
Spolverare con l'origano, l'aglio tagliato a rondelline e una spruzzata di sale.
Versare a filo un goccio di olio.
Infornare a forno caldo 180° per 30 minuti circa ... devono appassire.
Girarli e servire caldi.


Perline pronte


Perline da infornare


Perline quasi pronte da infornare


Confezioni di perline

lunedì 19 agosto 2013

Coda alla Rosetta

Al sabato la polenta saurana è assicurata e per accompagnamento mi piace cucinare la carne con un pò di sughetto.
Per non fare sempre gli spezzatini, cambio spesso e la scorsa settimana ho preparato la coda. Buona e col sugo rimasto e conservato in frigorifero ho condito una buona pasta.


CODA alla ROSETTA
per 2 porzioni
pentola a pressione

2 pezzi di coda di manzo
olio e un pezzetto di burro
1 carota
1 cipolla bianca
1 spicchio di aglio
2 gambi di sedano dell'orto
4 rametti di prezzemolo
basilico nero e verde dell'orto essiccato
1 dado ai funghi
1 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale
sale e pepe q.b.

Sciogliere il burro nell'olio, rosolare i due pezzi di coda a fuoco vivace e bagnare con il vino bianco.
Lasciare evaporare e intanto aggiungere la carota, la cipolla, l'aglio tagliati a pezzetti.
Il sedano, il prezzemolo e il basilico tritati insieme.
Mescolare, unire il dado e un mestolo di brodo vegetale.
Chiudere con il coperchio della pentola a pressione e da quando inizia il sibilo, cuocere per 30 minuti.
Togliere il coperchio, aggiungere brodo vegetale se occorre, con poca farina bianca.
Richiudere il coperchio e cuocere ancora 30 minuti.
La coda più è cotta e meglio è; all'occorrenza terminare la cottura senza coperchio.


Coda alla vaccinara di mandiosteria.blogspot.com

domenica 18 agosto 2013

Rabbit di nonnalosetta

Nonna, mi fai il rabbit arrosto, ce l'hai ?
Si stella, la nonna ce l'ha e te lo cucina per cena. In Inghilterra il coniglio (rabbbit), è una specie di mascotte, un animale di compagnia per grandi e piccini esattamente come il gatto.
Sino a qualche anno fa non si trovava il coniglio sui banchi del supermercato, è solo da poco che li allevano per il consumo alimentare.
I bambini quando sono qui lo chiedono e io lo cucino volentieri perchè fa parte delle carni alimentari bianche, non fa male ed è saporito.


RABBIT di NONNALOSETTA
per 4 porzioni

3 spallotte di coniglio con un pezzetto di schiena
1 cipolla bianca tagliata in 4
origano, maggiorana, timo, tutti freschi
gambi di 3 cipollotti freschi
poco olio
1 noce di burro
sale e pepe q.b.

Versare in una padella l'olio e il burro.
A freddo appoggiare il coniglio e coprirlo completamente con la cipolla, gli aromi e i gambi dei cipollotti freschi.
Coprire la padella e avviare la cottura a fuoco basso.
Dopo 20 minuti circa, salare, pepare e girare i pezzi di carne.
Cuocere ancora una ventina di minuti girando spesso per lasciar prendere il colore.