giovedì 24 febbraio 2011

Cake di semolino di riso e limone

Le foto non rendono merito, ma questo Cake è di un buono da mille e una notte.
Ho visto la ricetta mentre sfogliavo i blog distrattamente, (ultimamente ho alcuni pensieri importanti che mi tengono occupata più del dovuto). La notte è lunga e spesso nel dormiveglia mi vengono in mente cose ……
alle quali non avevo prestato molta attenzione ma che si erano stampate in mente come un chiodo fisso, così mi sono alzata presto e in un attimo l’ho fatto.
La colazione l’ho fatta un po’ tardi ma la torta calda con il latte freddo era da favola.
Il blog è quello di Francescav. E la ricetta è del Cake di semolino al profumo di limone.
E vi pareva che ci fosse in casa tutto il necessario ? noneeee !!!
Mi ha salvato in corner il semolino di riso che come consistenza è simile al semolino di grano che si usa per gli gnocchi alla romana, la ricetta è stata un poco modificata ma il risultato è stato eccellente.
Da rifare senz’altro … alla sera non ce n’era più.
(il semolino di riso l’avevo preso nel negozio di Natura Sì)

CAKE di SEMOLINO di RISO e LIMONE

100 g farina per torte Biancaflor
200 g semolino di riso
2 uova
100 g di zucchero di canna bianco
80 g di burro salato Lurpack
250 g latte (avevo appena finito il latticello altrimenti l’avrei preferito al latte).
1 bustina di Cremor Tartaro
il succo di 1 limone e la sua buccia gialla tritata finemente o grattugiata

burro e farina per lo stampo.

In una terrina sbattere le uova, aggiungere lo zucchero e amalgamare.
Sciogliere il burro al MO e aggiungerlo tiepido continuando a mescolare con la forchetta.
Versare il succo del limone con la scorza, la farina setacciata con il lievito e versare il latte a temperatura ambiente.
Incorporare il semolino e mescolare con un cucchiaio di legno finchè tutto è omogeneo.
Imburrare e infarinare lo stampo da Plumcake e riempirlo con il composto.
Infornare a forno caldo 210° per 45 minuti.
Togliere dal forno lo stampo, lasciarlo raffreddare e toglierlo dallo stampo.

(il mio si era staccato bene dalle pareti da solo e ho potuto capovolgerlo nel piatto ancora ben caldo)

*** sempre per il forno decrepito, dopo mezz’ora ho coperto con un foglio di alluminio per non abbrustolire la superficie della torta.


domenica 20 febbraio 2011

Biscotti Occhi di Bue di Porzia

Dopo le feste di Natale era scattato “ l’aut “ a qualsiasi dolce.
Bè oggi mi sono rifatta, è arrivato un graditissimo ospite e mi sono sbizzarrita.
Ho rifatto la crostata il sole che non sono neppure riuscita a fotografare … la marmellata era ai frutti di bosco e il disegno sopra era diverso.
Poi ho preparato questi deliziosi biscotti usando la vecchissima ricetta di una cara amica di Cucinait.
L’impasto era tanto e quindi ho sperimentato i cestini margherita che ho visto da qualche parte.
Inutile dire che Ospite, Orsi e Morosina hanno gradito e applaudito …

BISCOTTI OCCHI di BUE di Porzia Losacco

Ingredienti:
350 g farina 00
150 g fecola
150 g zucchero a velo
250 g burro Lurpack leggermente salato
1 uovo

Per decorare:
Nutella

Procedimento:

Nel boccale del Ken, inserire l’uovo, la farina, la fecola, lo zucchero a velo e il burro freddo tagliato a cubettini.
Impastare a velocità 2.
Appena inizia a formarsi la palla, assemblarla pochi secondi e avvolgerla in un foglio di cellophane.
Lasciare riposare l’impasto in frigorifero, (io ho preparato l’impasto alla sera è ho tagliato i biscotti al mattino).
Ho usato lo stampino apposta che taglia il biscotto intero e quello con l’occhietto in mezzo.
Ho messo in forno già caldo a 180° per 13 minuti circa … Non fidatevi dei miei tempi, il forno fetente nella seconda infornata mi ha bruciacchiato i biscotti in fondo, fortunatamente quelli all’inizio erano cotti bene.
Appena raffreddati ho spalmato di nutella il rovescio dei biscotti interi, ho spolverato di zucchero a velo i biscotti con il cerchietto in mezzo e questi li ho sistemati delicatamente sopra a quelli con la nutella.

Testo originale di Porzia Losacco

Con gli ingredienti dati (tranne la marmellata) prepara la pasta frolla, lasciala riposare per almeno 1/2 ora in frigo, poi ritaglia dei dischetti di circa 5 cm di diametro e in ugual numero dischetti a cui toglierai il centro con uno stampino minuscolo:
Fai cuocere in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti circa, non devono colorire, devono rimanere piuttosto chiari!
Togli dal forno e sul rovescio dei dischetti interi poni un pò di marmellata, sui cerchietti un pò di zucchero a velo e mettili su quelli con la marmellata:
E' Tutto! con questa pasta, preparo anche i ferri di cavallo, con le punte calate nel cioccolato, cuoricini, stelle ecc...

Impasto per biscotti di Porzia Losacco

Con l’impasto dei Biscotti Occhi di Bue, ho sperimentato i cestini di margherite.
Avevo visto il procedimento da qualche parte ma non ricordo dove, mi dispiace.
Ci voleva uno stampino di margherita un poco più grande, ma hanno fatto il loro figurone ugualmente.

Attenzione: l’impasto è quello descritto qui sotto, però dei cestini ho fatto solo un piccolo esperimento con una parte dell’impasto, con il rimanente ho fatto gli Occhi di Bue

IMPASTO per BISCOTTI di Porzia Losacco

Ingredienti:
350 g farina 00
150 g fecola
150 g zucchero a velo
250 g burro Lurpack leggermente salato
1 uovo

Per decorare:
Nutella

Procedimento:

Nel boccale del Ken, inserire l’uovo, la farina, la fecola, lo zucchero a velo e il burro freddo tagliato a cubettini.
Impastare a velocità 2.
Appena inizia a formarsi la palla, assemblarla pochi secondi sulla spianatoia e avvolgerla in un foglio di cellophane.
Lasciare riposare l’impasto in frigorifero, (io ho preparato l’impasto alla sera è ho tagliato i biscotti al mattino).
Ho tagliato i biscotti con la formina della margherita, li ho appoggiati sui contenitori dei muffins capovolti e li ho fatti aderire.
Ho messo in forno già caldo a 180° per 13 minuti circa
Una volta cotti, li ho lasciati raffreddare e poi ho tolto i contenitori.
Nell’incavo dei cestini di margherita ho inserito in ognuno 1 castagna all’amaretto.
Infine li ho spolverati con un poco di cacao Milka.

*** Le castagne all’amaretto le ha fatte il mio consuocero … sono ottime.

Cestini margherita con castagna all'amaretto.

Non si vede molto, ma le margherite sono capovolte sopra ai contenitori di muffins.

Arrosto di coppa alla Moretti

Questa volta la carne mi è venuta veramente tenera … che sia il taglio, che sia il tipo di cottura, il fatto è che ho fatto felici tutti.
Mi è rimasto un po’ di sughetto e mi viene bene per due spaghetti che preparerò domani a ½ giorno.

ARROSTINO di COPPA alla MORETTI

per 6 persone
1 stampo da plumcake che contenga l’arrotolato

800 g arrotolato di coppa di maiale
1cucchiaino di Savors qui
1 bicchiere di birra Moretti
2 bicchieri di acqua
4 fogliette di salvia
1 foglia di alloro
olio q.b.
burro q.b.

Ho preferito fare questo arrosto in uno stampo da plumcake per non disperdere i sapori dell’arrosto in un contenitore grande.
Versare nello stampo (a freddo), l’olio, qualche fiocchetto di burro qua e la e i savors.
Appoggiare la carne e avviare la cottura a fuoco vivace.
Rosolare bene, unire la salvia, l’alloro, la birra e l’acqua.
Appena il sugo prende il bollore, inserire lo stampo nel forno già caldo a 220°.
Cuocere in tutto 1 ora. Dopo 30 minuti girare l’arrosto, coprirlo con un foglio di alluminio e continuare la cottura ancora per 30 minuti.
Mettere l’arrosto in un piatto e lasciarlo raffreddare.
Trasferire tutto il sughetto in un tegame largo che contenga le fette di arrosto non sovrapposte, e cuocere ancora finchè la carne è ben cotta e il sugo si è ristretto.
Servire ben caldo.