Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

martedì 15 maggio 2012

Gnòcs di sclopìt

Fantastici, favolosi, goduriosi ... peccato che erano veramente pochi.
Gli sclopìt me li ha forniti mio cognato Gigi, erano una bella manciata generosa e mi dispiaceva fare il solito risotto.
Le patate sono quelle friulane e me ne ha date un bel pò la mia amica Angela ... buone buone, adatte proprio per fare gnocchi. Me ne aveva già fornite dopo il raccolto di autunno e ora mi ha chiesto di aiutarla a finire le vecchie scorte, perchè iniziano a germogliare ... via i germogli e ogni giorno son patate, fritte, in padella, in insalata, in umido e vanno via che è un piacere.
Non hanno nulla a che vedere  con le patate acquistate nei supermercati.


GNȎCS di SCLOPĺT
per 6 porzioni

1 kg e 1/2 di patate lessate e sbucciate calde
sclopìt (silene) crudi tagliati fini a coltello con 1 spicchietto di aglio
1 uovo
1 manciata generosa di montasio grattugiato
sale e pepe q.b.
1/2 cucchiaino di lievito per torte salate
farina di grano duro q.b.

per il condimento:
burro fuso a piacere
(non guardo mai il quantitativo, quello che mi cresce lo tengo in frigorifero per altri usi)
montasio grattugiato a piacere 
e ancora una macinata di pepe se si desidera

Lessare le patate in abbondante acqua leggermente salata.
Sbucciarle ancora calde e lasciarle intiepidire.
Per velocizzare l'operazione, ho schiacciato le patate direttamente nella ciotola dell'impastatrice.
Unire l'uovo, il formaggio, il sale il pepe, il lievito, gli sclopit con l'aglio tritati e 200 g circa di farina. 
Avviare l'impastatrice e appena si è formato un impasto omogeneo, trasferirlo sulla spianatoia infarinata.
Sempre per velocizzare il lavoro, ho spianato con le mani l'impasto, portandolo all'altezza di 1 dito.
Con la rotella tagliapizza, ho tagliato in orizzontali tanti filoncini uguali.
Poi i filoncini li ho tagliati in verticali a gnocchetti e man mano che erano pronti, li ho trasferiti su un telo infarinato.
Cuocerli e man mano che vengono a galla scolarli con la schiumarola e trasferirli in una terrina larga per non schiacciarli troppo e condirli.
* meglio ancora dosare gli gnocchi nei piatti individuali, spolverarli con formaggio e pepe e condirli generosamente con burro fuso buono di montagna.

*** La farina è molto soggettiva, dipende dalla patata ... più è asciutta e meno farina ha bisogno ... se la patata è acquosa Deus meus propedeus ... non si finisce mai di aggiungerne. (Con queste patate non erano più di 300 g di farina in tutto).




Impasto degli gnocchi spianato



Gnocchi pronti da lessare ... alcuni erano grossi, ma ho rimediato tagliandoli a metà.



Per gli gnocchi ho usato la farina di grano duro



Foglie di silene o sclopìt ... ho scartato i gambi e ho utilizzato solo le foglie.