2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

venerdì 2 marzo 2012

Cotolette di salmone

Avete preparato le lenzuola ? fra poche ore sono pronta per l'imbarco,  nonna Losetta torna a casa a Milano e dovra' asciugarsi i lucciconi.
Stamane erano mogi mogi anche i bambini e Martino il piu' grandicello dei nipoti, mi ha detto di tornare presto.
Come volete che torni ? abbacchiata come non mai ... va be' ancora un mesetto e a Pasqua arriveranno loro in montagna dalla nonna, ma si fa sempre piu' fatica staccarsi da loro.
Mi sono sfogata  un po' e per farmi perdonare vi lascio una buona e insolita ricettina.
Ho preparato cotolette anche per  i bambini, le loro sono in frigorifero pronte per essere cotte questa sera o domani.
Arrivederci a presto.



COTOLETTE di SALMONE
per 4 cotolette

300 g  di salmone latta rossa in salamoia (presa a Londra) (era piu' di 1 scatola).
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di senape Dijon
125 g pane grattugiato
50 g cipolle tritate finemente
3 albumi d'uovo
1 cucchiaino di erbe specifiche per il pesce Cannamela o altro
sale e pepe q.b.

Togliere il salmone dalla scatola e conservare il liquido di governo.
Metterlo in una terrina, togliere la pelle ed eventuali spine e sbriciolarlo.
Aggiungere il succo di limone, l'albume d'uovo leggermente sbattuto, la cipolla, la senape di Digijon, le erbe aromatiche e mescolare tutto insieme.
Se l'impasto risulta troppo asciutto, aggiungere un poco di salamoia conservata oppure acqua ... al contrario, se e' troppo umido, aggiungere poco pane grattugiato.
Dividere il composto per quattro, formare delle polpette e appiattirle a forma di cotoletta. Man mano appoggiarle su un piatto.
In una padella antiaderente mettere un cucchiaio di olio e friggere le cotolette da ambo le parti a fuoco medio-alto sino a doratura su entrambo i lati (10-15 minuti circa).
Volendo, si possono cuocere in forno alla griglia.
Servire le cotolette di salmone con patatine novelle lessate o verdure tagliate a fiammiferi o insalata.
   

giovedì 1 marzo 2012

Muffins al rabarbaro e noci

In Inghilterra c'e' il culto del rabarbaro e siccome lo si trova in tutte le stagioni, ho voluto provarlo anch'io ... visto al supermercato witrose's e acquistato.
Cosa potevo fare di semplice e per tutta la famiglia ? i muffins naturalmente :-))))))
I bimbi li hanno graditi a merenda, quelli che sono rimasti, sono spariti dopo cena !



MUFFIN al RABARBARO e NOCI
per 12 muffins

200 g di zucchero
1 uovo
60 g di burro color nocciola
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
150 g di latticello
160 g rabarbaro finemente tritato 
80 g noci tritate grossolanamente160 g di farina integrale
160 g di farina
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
7 g di sale

Preriscaldare il forno a 200 gradi.
Sbattere lo zucchero con l'uovo, il burro e la vaniglia, finche' risulta liscio.
Unire il latticello con le noci. 
In un'altra terrina mischiare la farina integrale con la farina normale, il lievito, il bicarbonato e il sale.
Aggiungere il composo secco all'umido e mescolare. 
Non deve essere un composto raffinato,
Per ultimo unire il rabarbaro, dare un giro e mettere il composto a cucchiaiate nei contenitori dei muffins, preventivamente imburrati.
Spolverare la superficie con zucchero di canna mescolato alla cannella.
Cuocere in forno per 18 minuti.

mercoledì 29 febbraio 2012

Gratin di patate speciali

Queste patate le ho preparate il primo giorno che sono arrivata  a Londra ... abbiamo fatto tutti festa per il profumo che girava per casa  e per la bonta', ieri Martino mi ha chiesto se glie le preparo ancora una volta prima di tornare a casa, perche' erano tanto tanto buone.
Le patate che si adattano meglio, sono della qualita' Bintje perche' sono  farinose di forma ovale. Il colore e' pallido e la polpa gialla, ottima qualita' per gnocchi.
Togliere dal forno, lasciare raffreddare leggermente, poi passare la prossima ora rispondere alla porta d'ingresso con il passare dei vicini, per scoprire ciò che è divino odore che si diffonde dalla vostra cucina ...

 foto del web
GRATIN di PATATE SPECIALI
per 6 porzioni

1 kg di patate Bintje
3 spicchi d'aglio
1 litro di panna fresca
sale q.b.
mezzo cucchiaino di noce moscata appena macinato

Preriscaldare il forno a 200 gradi (se dovesse bruciare troppo in superficie, abbassare a 180 gradi e coprire con carta stagnola.
Tritare molto finemente l'aglio e distribuirlo per bene in una teglia da forno, per formare la base. E' molto importante che la base sia cosi' formata, in questo modo si evita di sentire aglio distribuito in tutta la teglia.

Sopra appoggiare a strati le patate tagliate a rondelle di 3-4 mm di spessore, dopo averle sbucciate e lavate.
Sopra distribuire il sale e la noce moscata.
Infine coprire piano e uniformemente con la panna.
Sara' la panna a conferire alle patate la salatura e il gusto della noce moscata.

Cavolini di Bruxelles

Non mischio mai il dolce con il salato, non e' il massimo per i nostri gusti, pero' devo dire che mia figlia ha ragione, almeno in questo caso il sapore mi ha lasciato dolcemente sorpresa dal connubio dei cavoletti e le castagne.
Orso mio non era proprio contento, ma come gia' anticipato questi sapori non fanno parte della nostra cucina.
I bambini sono una meraviglia, ... l'ha fatto nonna (e fanno a gara per finire e chiederne ancora), che piacere vederli mangiare con gusto.
Al ritorno provero' a farli per Orsino, cosi' sentiro' il parere anche dell'altro uomo di casa :-)))


La foto non e'  mia


CAVOLINI di BRUXELLES
per 4 porzioni

700 g  cavolini di bruxell puliti    
150 g  pancetta affumicata tagliata a cubetti   
250 g  cipolline novelle  
10 castagne cotte e spezzettate
220 g   brodo di pollo anche di dado
burro non salato q.b.
20 g circa  di foglie di timo fresco tritato

Portare a bollore una pentola con acqua salata, sbollentare i cavolini per 4 o 5 minuti, devono rimanere al dente.
Intanto preparare una bacinella con acqua ghiacciata (serve per mantenere il colore delle verdure).
Scolare i cavolini e immergerli nel bagno ghiacciato.
Lasciarli raffreddare, tagliarli a meta' e tenerli a parte.
Sciogliere il burro in una grande padella e tostare la pancetta tagliata a cubetti. Quando e' bella dorata e croccante, toglierla con una schiumarola e tenerla a parte.
In questo condimento aggiungere le cipolle, abbassare la fiamma al minimo e cuocerle finche' diventano di un bel colore dorato.
Unire le castagne e lasciarle insaporire, girandole di tangto in tanto.
Aggiungere la pancetta tenuta a parte, cuocere per due minuti circa e versare insieme i cavoletti e il brodo.
Portare ad ebollizione, abbassare la fiamma e portare a cottura le verdurine.
Prima di spegnere aggiungere ancora un pezzettino di burro, salare, pepare e spolverare con il timo tritato.
Mescolare e servire.

martedì 28 febbraio 2012

Crackers al salmone affumicato


Ho letto per caso una simpatica ricetta di, Susan di http://pepe-nero.blogspot.com/, mi e' piaciuta parecchio e ho preso lo spunto per riprodurla a modo mio con quello che ho trovato in casa.
Qui dai ragazzi il salmone va a go go, ai bambini piace molto sia naturale che affumicato,  percio' ho deciso di fare una prova per vedere se questa preparazione era gradita o meno.
Per cena ho preparato una crema di porri con patate e panna, con crostini saltati al burro e poi c'era salmone al forno con insalata fresca e questi crackers ... pensavo che mi rimanesse della crema per il giorno dopo e invece hanno lasciato il pesce al forno, favorendo questi piccoli snack.
Non facevo in tempo a spalmare i crackers che i bimbi me ne chiedevano ancora e alla fine il piccolo ha voluto la ciotola per passarci dentro il ditino :-))) 
Ottimi da presentare insieme all'aperitivo, spalmati su crostini di polenta o di pane tostato bianco o di segale.



CRACKERS al SALMONE AFFUMICATO
150 g salmone affumicato
60 g burro morbido
70 g panna da cucina
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di aneto fresco tritato finemente
2 cucchiai di erba cipollina tritata finemente
sale
mix di pepe nero e bianco macinati al momento

Inserire nella ciotola del mixer il salmone affumicato a pezzetti con il burro e la panna. Impastare per 20  secondi.
Mescolare il succo di limone con l'aneto e l'erba cipollina.
In una piccola insalatiera versare il mix di olio con l'impasto, salare, pepare e mescolare con cura.
Amalgamare e aggiungere altro succo di limone se necessario oppure gradito.

La crema ottenuta si conserva in frigorifero per 3 o 4 giorni

domenica 26 febbraio 2012

Barbabietole e aglio arrosto


In casa siamo ghiotti di barbabietola e ho visto che anche i bimbi le mangiano volentieri. Mia figlia sa che di solito le faccio solo in insalata e percio' mi ha detto di provare questa ricetta che le ha passato Anne ... anche la foto e' sua.
Niente male, avevo preparato anche qualche crostino al forno e la polpa dell'aglio l'ho spalmata sopra, orpooo ... i magna a quattro palmenti. (da ripetere sicuramente).

Roasted garlic and thyme beetroot

BARBABIETOLE e AGLIO ARROSTO
per 4 porzioni

400 g barbabietola sbucciata e tagliata a spicchi
1 testa d'aglio con la buccia
chiodi di garofano
5 rametti di timo fresco
4 cucchiai di olio ex v oliva
sale e pepe q.b.

In una teglia sistemare gli spicchi di barbabietola non sovrapposti.
Sparsi qua e la, sistemare gli spicchi di aglio in camicia (cioe' non sbucciati)
Mettere qualche chiodo di garofano e le foglioline di timo sparpagliate.
Spolverare leggermente con il sale ed il pepe
Infornare a forno gia' caldo per 40 minuti.
Servire caldo come contorno insieme agli spicchi di aglio.

*** ogni commensale se lo desidera schiaccia l'aglio, in modo da usufruire della polpa da strofinare sulla carne o sul pane.
- ottimo contorno per carni di maiale o pollo.

Concorso Faberge

Stanno tappezzando Londra di uova di Pasqua. La Faberge deve aprire un negozio a Londra e per l'occasione ha indetto un concorso fotografico per le uova esposte in diversi punti della citta'.
Sotto all'uovo c'e' un codice, basta fotografare e spedire una foto tramite sms ... il ricavato viene devoluto in beneficienza.
La foto piu' originale e bella, sara' premiata con un uovo di cristallo Faberge da 100.000 paund.
Se fate una ricerca in FB, si trovano gia' tante foto di  uova, una piu' bella dell'altra.