Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

sabato 26 aprile 2014

45 sono sempre 45 !








45 anni fa io e il mio Carlo ci siamo detti sì !
La vita riserva sempre tante sorprese e noi fra sali e scendi siamo arrivati sin qui




BUON ANNIVERSARIO CARLO
grazie per ogni secondo
per ogni minuto
per ogni ora
per ogni giorno
per questi anni passati insieme.


Un cuoricino rosso ad ognuno di voi ... e un grande augurio per tutti coloro che hanno iniziato o iniziano il lungo cammino del matrimonio.

(45 anni di matrimonio corrispondono al rosso rubino)

mercoledì 23 aprile 2014

Erice ... 6 aprile 2014








ERICE  non aspettavo di vederla subito, ma questi erano i programmi dei ragazzi e per me andava tutto più che bene.
Sapendo che era un paesino antico e inerpicato su per tante viette in salita, mi sono portata il mio bastone d'appoggio. Ahiòòòò  l'artrosi cavalca e l'artrite è sempre in agguato e del bastone ho spesso bisogno ... e quindi pensate ad inerpicarmi su per le ripide viuzze di quel paesino stupendo ... che purtroppo non ho potuto visitare causa la nebbia.
Già, avete presente la vecchia Milano con la scighera (nebbia) fitta e scura ??? ecco, a Erice l'abbiamo trovata uguale.
Turisti pochissimi, un paio di negozietti di souvenir aperti e la nostra guida ci ha portato in macchina a visitare i meandri della cittadina, della quale abbiamo visto ben poco ... tutto il resto chiuso.
Mi è dispiaciuto tantissimo non poterla visitare col bel tempo, ma tant'è ... da San Vito guardando da quella parte, la vedevamo sempre con il suo bel cappello nebbioso.
E allora vediamo.

Sotto Castellammare del Golfo (Casteddammari in siciliano) è un comune italiano della provincia di Trapani in Sicilia.
La sua economia è basata sul turismo e, meno che in passato, sulla viticoltura e la pesca.
Ogni due anni vi si celebra la rievocazione storica dell'attacco al porto da parte degli inglesi, sventato, secondo la leggenda, dall'arrivo della Madonna di l'assicursu (Madonna del soccorso).
La cittadina sorge alle pendici del complesso montuoso di Monte Inici e dà il nome all'omonimo golfo prospiciente ilcastello, delimitato a est da capo Rama e a ovest da capo San Vito.


Le foto sono in salita ^_____^ , con la macchina in movimento non è facile prendere la mira giusta per fotografare ... se poi aggiungiamo anche le strade abbastanza sconnesse ... è tutto dire.







Erice, la città di Venere che conserva quasi intatto il suo aspetto urbanistico medievale.
Erice ha il fascino particolare di un borgo montano e tutto intorno è costa frastagliata e mare.
In una giornata di sole  e priva di vento, sembra  una superficie liscia che non smetteresti più di guardare.
Dai suoi  800 metri di altitudine, con un po’ di fortuna, puoi vedere verso nord-est, il Monte Cofano e, poco dopo, San Vito Lo Capo.
Difficile non emozionarsi di fronte ad un simile panorama.
Le costruzioni  di Erice sono in pietra grigia, è composta da numerosi vicoli che in piena stagione ospitano negozi di souvenir per i turisti, ma è fatta di cancelli arzigogolati che celano angoli segreti,  e scorci nascosti di rara bellezza.







Castello





















martedì 22 aprile 2014

San Vito Lo Capo e strada per Erice



Eccoci alle foto della bellissima Sicilia. Ve ne metterò tante e se vi stancate ditemelo che le diliuirò durante tutto l'anno.
Il viaggio dell'andata (5 aprile) è stato allucinante, partenza da Treviso con Ryanair ... ritardo sulla partenza di1 ora e mezza. Di conseguenza siamo atterrati a Palermo quando ormai l'imbrunire avanzava a grandi passi, per fortuna ci siamo portati il navigatore, altrimenti usciti dall'autostrada di Trapani per dirigerci a San Vito Lo Capo, ci saremmo persi per strada.
Ormai buio pesto sulle strade, paesi illuminati ma deserti e quindi impossibilitati a chiedere se la direzione era giusta. Chi è abituato a viaggiare con il navigatore, sa che ogni tanto ti butta su stradine secondarie e se la strada non la conosci per nulla è facile perdersi.
Le prime 3 foto sono della spiaggia di San Vito Lo Capo (il giorno 6 di aprile) e poi dei paesaggi in direzione Erice.
A questo proposito, domani vi posterò le foto di Erice con una nebbia fittissima, un freddo becco e turisti zero ... forse eravamo noi e pochi altri. Giornata peggiore non potevamo trovarla.


Spiaggia di San Vito Lo Capo, la colazione la facevamo sempre in uno dei pochi bar aperti e proprio vicino alla spiaggia.


In fondo il bellissimo faro di San Vito Lo Capo


Questa è la spiaggia più importante di San Vito Lo Capo e anche se non era ancora aperta l'alta stagione turistica, al mattino c'era sempre una ruspa che toglieva i residui che il mare portava di notte e sistemava la spiaggia.


Quello che mi ha lasciata basita, sono le bellissime ceramiche che illustravano le insegne dei vari hotels, 
B & B e i numeri civici delle case ... ma non solo e più avanti vi farò vedere.




Non mancano insegne pittoresche come questa e davanti ad ogni casa c'è una profusione di vasi indescrivibile. Peccato che la stagione non sia stata clemente, altrimenti la profusione di colori sarebbe stato indescrivibile.


In ogni giardinetto antistante le case, ho notato sempre una o più piante di limoni cariche di frutti.
Le piante delle arance erano ormai tutte spoglie di frutti non ce n'era più neppure uno,  però c'erano già un sacco di rami in fiore.


Pino marino


Da qui in poi le foto sono fatte attraverso i vetri della macchina con il mezzo in movimento. Ne troverete di storte e forse alcune anche mosse, ma abbiate pazienza non è facile fotografare con l'auto in movimento.




Il tempo era ballerino, le nubi si alternavano ad ampie schiarite e quindi in una giornata abbiamo visto nuvole chiare, scure di passaggio e sole benefico che scaldava esageratamente le ossa ^___^







Ecco, quassù c'è Erice coperta in continuazione da quella nuvola un pò bianca e spesso nera, che poi era un forte nebbione che ci ha impedito di vedere questa caratteristica cittadina.























Se non erro la cittadina sotto dovrebbe essere Castellammare del Golfo e in alto di fronte (coperto dalla nube di nebbia), è Erice.



Da qui si inizia la salita per Erice