Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

mercoledì 25 giugno 2014

Tutti a casa - campionati mondiali 2014

Il CT del campocalcio-ortolano-Ampezzo, arrabbiatissimo e incavolato come non mai, ha riunito tutti i giocatori azzurri al centro campo con tutti i loro bagagli, e li ha rispediti a casa in elicottero.
L'aereo non poteva atterrare nel campo di calcio del Brasil perchè non sono ancora attrezzati per gli atterraggi intercontinentali e quindi i giocatori sono stati rispediti a casa in elicottero, in modo da avere più tempo per meditare sugli errori e le leggerezze fatte in campo.
Intanto, aspettiamo il nuovo incontro mondiale fra 4 anni, fiduciosi che i tempi siano migliori, la squadra più matura e con più voglia di tornare al vero gioco competitivo.
Che dire ? forza Gigi, il tuo gioco è stato migliore dei mondiali.
Altri servizi:
http://ilfogolar.blogspot.it/2010/11/campo-di-calcio-dei-mondiali-del-2010.html#links
http://ilfogolar.blogspot.it/2014/06/mondiali-del-brasile-2014-calcio.html#links

TUTTI A CASA ... Evviva il nostro CT Gigi

Elicottero in campo, in attesa di caricare i giocatori con i loro bagagli per riportarli a casa.
Le macchine al posteggio non ci sono più ... c'è stato un fuggi fuggi generale.
I preparativi per l'atterraggio dell'elicottero
Arrivano i bagagli e rispedizione immediata a casa dei giocatori
Tutto pronto per caricare armi e bagagli e poi via.
Barba e pennello prima della partita che ha portato alla disfatta la nostra nazionale.
La barba perchè sono state pareggiate a forbice le foglie più lunghe ... pennello perchè Gigi ha sempre pennellato per bene il campo (di sabbia), si sa mai che un giocatore s'inciampasse ... e così sono inciampati tutti.

martedì 24 giugno 2014

Tiramisù friulano a modo mio

Maroon mia buona, non farmi più pensare a queste cosine buonine !!!
Evabbè, la Norma (salumiera arrivata da poco) mi chiede: senti, se non ti offendi mentre sistemavo la merce, mi è caduta una scatoletta di mascarpone e si è aperta, tu sai che ormai non la posso vendere, se ti fa piacere te la regalo ...
Urkalèèè !!! tornata a casa ho frullato subito il mascarpone con la panna (che avevo già in casa), per ottenere una crema soffice soffice e poi .... è seguito tutto  il resto.
Ero soddisfatta ... una vaschettina piccola di dolcetto pronto l'ho portata a Norma per farglielo giustamente assaggiare... con la raccomandazione di tenerlo in frigorifero e di lasciarlo riposare ...
...seeèèè, quando sono uscita dal negozio aveva già finito la sua porzione ^___^


TIRAMISÙ FRIULANO ^___^  A MODO MIO
per 4 ... sarebbe meglio per più persone ... ma viste le mie gole ^_____^

g 350 fette biscottate rustiche Cradel (sono gradevolmente poco dolci)
250 g mascarpone
400 g panna

per la bagna
2 cucchiai orzo solubile
2 cucchiai cacao amaro
1 cucchiaio di zucchero
acqua calda per bagnare le fette

spolverare
zucchero a velo
cacao amaro

Scaldare l'acqua e appena inizia l'ebollizione, trasferirla in una larga terrina o piatto fondo, unire orzo, cacao e zucchero, mescolare, sciogliere e lasciare raffreddare.
Versare il mascarpone e la panna in un'altra terrina e montare il tutto con il frullatore ad immersione (minipimer) o con quello che volete, quando è tutto ben montato tenere un momentino a parte.
Intanto bagnare le fette biscottate nella bagna preparata con orzo, cacao e zucchero e fare un doppio strato in un contenitore che contenga il tiramisù.
Spalmare un poco di crema di mascarpone e panna montati insieme e fare un secondo strato con fette biscottate e poi la crema rimasta.
Quando tutto è ben assemblato, con un colino sfarinare cacao e zucchero a velo sulla preparazione.
Mi dispiace ma proprio pecco nelle foto in sequenza ... c'è sempre qualche cosa che si sovrappone. e quindi non ho fatto la foto finale.
Ecco la ceramica ovale che conteneva la preparazione, ma ce n'era anche un'altra a parte e quindi non ho fatto foto ne per questa e neppure per l'altra.
Credo di trovare queste fette biscottate leggermente dolcificate solo da queste parti, sono veramente ottime e al mattino mi soddisfano meglio delle brioches.
Mascarpone e panna in fase di montaggio ... mi raccomando, niente zucchero per diete o menate varie, così come ve lo propongo, ha appena un sentore di dolce, quel tanto che basta per soddisfarvi.

Bagna per inzuppare le fette biscottate, composta da acqua calda, orzo solubile, cacao amaro e zucchero.
Primo strato di fette biscottate imbevute nella bagna.
Porzione di dolce partito velocemente

Ecco, al mio maritino è rimasto l'angolino ... il resto se n'è ito ^____^

domenica 22 giugno 2014

Zucchine tonde ripiene di Cous Cous

Mi sono buttata sul cous cous e devo dire che oltre ad essere molto versatile, è anche buono.
Ho già fatto altre preparazioni, ma mai con verdure; questa volta ho provato così ma ho in mente alcune altre preparazioni che penso siano abbastanza gradevoli, devo solo procurarmi alcune cosine che qui in montagna non trovo.
Per quelle dovete pazientare, intanto godetevi questa semplicissima ricettina.


ZUCCHINE TONDE 
RIPIENE di COUS COUS
per 3 o più porzioni - (io ne ho mangiata 1 intera - Carlo Solo mezza)

3 zucchine tonde
1 piccola cipolla ramata
1 gambetto di sedano privato dei filamenti
1 piccola carota
buccia di limone grattugiata
1 cucchiaio di pane grattugiato
1 goccio di pinot grigio
80 g cous cous
olio q.b.
1 buona manciata di montasio grattugiato
1 vasetto di vongole al naturale
sale q.b.

Preparare il cous cous come da istruzioni sulla confezione e tenerlo a parte.
Togliere un pezzo di calotta delle zucchine, svuotarle con un cucchiaino e conservare la polpa in una padella antiaderente con un poco di olio.
Versare un goccio di olio nell'incavo delle zucchine scavate e cuocerle al dente al vapore , scolarle e conservarle dopo la cottura.
Intanto cuocere la polpa delle zucchine conservate, tritare grossolanamente le verdure e unirle per la cottura unica.
Sfumare con il vino bianco e cuocere finchè la polpa si è ben spappolata e le verdure rimaste croccanti.
Aggiustare di sale e pepe se è gradito.
Unire il cous cous, il formaggio grattato, dei quadratini di formaggio montasio se lo desiderate e le vongole.
Mescolare per bene e riempire le zucchine.
Spolverarle con un poco di pane grattugiato mescolato a raspadura di limone, condire con  un goccio di olio e posare le zucchine coperte con la loro calotta,  in una piccola teglia foderata con carta forno spennellata di olio.
Terminare la cottura nel forno caldo a 180° per 15-20 minuti.