2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

venerdì 11 settembre 2015

Trote al cartoccio






Cosa non fai per i nipotini ???
Nonno, ci porti a pescare come l'anno scorso ? E va bene si parte per il laghetto vicino a Portis e i piccoli con l'aiuto del nonno iniziano a pescare.
Solo che poi vanno avanti ... ancora un pesce nonno, ancora uno e così un buon numero di trote le ho tenute io e alcune le ho regalate alla vicina e all'amica.
Per fortuna sono bambini che adorano il pesce, altrimenti mi sarebbero rimasti nel congelatore per un bel po di tempo.
Per loro pescarli non è stato nulla, ma è poi la nonna che ha dovuto rimboccarsi le maniche e ne ha avuto per alcune ore. Almeno poi hanno fatto festa anche a tavola perchè nonna ha tolto la pelle e tolto tutte le spine.


TROTE al CARTOCCIO
6 trote

6 trote
salvia e rosmarino
3 spicchi di aglio
sale e pepe
olio
limoni tagliati a fettine
carta stagnola

Lavare, asciugare le trote e lasciare la testa attaccata.
Stendere su un pezzo di carta stagnola e adagiare alcune fettine sottili di limone.
Tritare grossolanamente salvia rosmarino e aglio, metterli in una ciotola, salare, pepare e mescolare.
Inserire nella pancia del pesce un cucchiaino di trito e una fettina di limone.
Chiudere la stagnola e mettere il pacchetto in una teglia, con la chiusura rivolta verso l'alto.
Appoggiare le trote una di fianco all'altra, versare nella teglia 1 bicchiere di acqua e infornare a forno caldo 180° per 40 minuti circa.
Niente foto, i lupetti avevano tanta fame.
Alla fine buon appetito.

mercoledì 9 settembre 2015

Zucchine furbe della nonna al MO






Nonna, ma ci fai diventare delle zucchine ???
I miei nipotini sono rimasti impressionati dalla lunghezza delle cocuzze siciliane che ho coltivato nel nostro orticello.
No diavoletti santi ma un pochino bisogna mangiarne per diventare grandi vero ??? Il più piccolo sbotta e dice: nonna se sono buone ti aiuto a mangiarle tutte.
Le hanno mangiate, erano buone e volevano subito il bis ... basta poco per accontentarli.
Sono pure state battezzate "zucchine furbe della nonna"


ZUCCHINE FURBE 
della NONNA al MO
per 3 porzioni

1 zucchina tipo cocuzza
pane grattugiato
formaggio montasio grattugiato
erbe aromatiche ariosto
no sale, le erbe ariosto sono già salate

Lavare asciugare e tagliare a rondelle non troppo spesse la zucchina (vedi foto).
In una ciotola preparare 1 cucchiaio abbondante di pane grattugiato, uno di formaggio e erbe aromatiche dell'ariosto a piacere (poco o tanto).
Spennellare di olio la teglia crisp del microonde appoggiare le zucchine, pennellare di olio la parte superiore e spolverarle con il misto pane.
Inserire la teglia crisp nel forno, regolare sui 750 W per 10  minuti.
Girarle, impostare ancora il taimer a 750 W per altri 5 o 10 minuti, dipende dalla cottura che preferite.

Cocuzza siciliana, questa era una delle più piccole.

lunedì 7 settembre 2015

Nodini di maiale e polenta





Difficilmente faccio la polenta istantanea in pochi minuti, la cuocio indistintamente almeno per 30 minuti.
Quel giorno era una giornata di corse ... e che preparo per pranzo ???
Ma sì, intanto che l'acqua arriva al bollore, faccio un salto in macelleria che è qui vicina; è tardi e ormai il negozio è vuoto, torno a casa e ... via al volo.


NODINI di MAIALE e POLENTA
per 4 porzioni

Preparare la polenta farina "canal del ferro"

2 nodini di maiale
1 spicchio di aglio
1 cipolla ramata
pomodori a piacere
olio sale e pepe.

A freddo mettere in un tegame l'aglio, cipolla e pomodori dell'orto,  sopra i nodini e avviare la cottura a fuoco vivace, a metà cottura girare e salare i nodini.
Il tempo di cuocere la polenta e anche i nodini sono cotti al punto giusto.
Rovesciare la polenta ... uso un paiolo antiaderente galattico che ogni volta mi regala la calotta della polenta a parte e che regolarmente uso come base per metterci dentro la pietanza.
Sistemare i nodini nei piatti con un pò di pomodori e versare a filo un goccio di olio e una macinata di pepe per chi lo gradisce.

Calotta della polenta con la pietanza.

domenica 6 settembre 2015

Polenta e latte


Fine anni 40, anni 50 e molto molto tempo prima, questa cena o a volte a colazione, era presente sulle tavole di quasi tutti.
Il benessere era lontano e non c'erano tutte le leccornie del giorno d'oggi.
Ne ho mangiata tanta, ma ancora adesso, sopratutto nelle fredde sere invernali, mi piace preparare la polenta e mangiarla con il latte.
Direte che è molto banale, ma provate a mangiarla anche con la polenta grigliata e mi saprete raccontare qualche cosa di nuovo.


POLENTA e LATTE

Polenta fatta con 1/2 kg di farina
1 lt di latte intero fresco di mucca
1 pizzico di sale
polvere di cannella e zucchero per i più sfiziosi

Preparare la polenta.
... qui i sistemi sono due
o preparate alla sera la polenta, la mettete calda a cucchiaiate nel piatto o nella scodella e versate latte quanto ne desiderate, un pizzico di sale non guasta (i vecchi usavano così e non ho mai capito perchè).
Oppure mettete zucchero e cannella
... secondo sistema
Se la polenta la preparate a 1/2 giorno per accompagnare altre cose, alla sera tagliate a fette quelle che vi servono e grigliatele al forno o col microonde.


Vi sazia per bene e dormite tutta notte come angioletti.