venerdì 21 febbraio 2014

Ciao mamma



Da mercoledì scorso non c'è più la mia mamma, 
alias Nonna Ellis, alias Nonna B
Se ne è andata serenamente in punta di piedi 
Una rosa per ricordarla con tutto il nostro affetto.
Ciao

mercoledì 19 febbraio 2014

Lasagne con trevisana e latteria fresco







Eccomi, pian pianino sono arrivata alla meta di 1 lustro da quando ho aperto il mio blog. 
Fantastici 5 anni passati in lieta compagnia con tutti voi. Oggi per me è anche una doppia festa perchè un anno dopo l'apertura, in questo stesso giorno è nato anche il mio secondo nipotino Marco Francesco.
Marcolino oggi compie 4 anni e stamane mi ha chiesto se gli ho fatto la torta ... ho risposto di no, che gli avevo preparato qualche cosa di più buono e quando gli ho spiegato cos'era, ha detto di fargli vedere le fotografie che poi arriva ... e allora ecco qua

LASAGNE con TREVISANA 
e LATTERIA (fresco)
per 6 porzioni abbondanti

1/2 kg lasagne carrefour da cuocere direttamente
1 e 1/2 cespi di radicchio di Treviso (vedi foto in fondo)
4 scalogni 
olio poco
sale grosso e pepe

per la bechamella
1 lt di latte (ne ho messo un pò di più per tenerla un poco liquida)
100 g di burro
100 g di farina 
220 g formaggio di Latteria giovane (2 mesi circa)
sale q.b.

per le verdure
Tagliare a rondelline gli scalogni e porli in una casseruola con poco olio,  un pizzico di sale grosso e rosolarlo molto piano.
Tagliare a listarelle le foglie del radicchio (solo la parte rossa) (i gambi bianchi li potete stufare per altre preparazioni), lavarle e sgrondarle dall'acqua molto bene.
Unire il radicchio allo scalogno ben rosolato e portare a cottura. Salare, pepare e fare in modo che non rimanga sugo acquoso.
Quando il radicchio è pronto, spegnere il fuoco e lasciarlo raffreddare a parte.

per la bechamella
Sciogliere piano il burro in una pentola dai bordi alti, unire la farina,   un pizzico di sale, stemperare la farina con il burro e poi aggiungere latte poco per volta mescolando energicamente.
Unire poco per volta tutto il latte ed infine il formaggio tagliato a cubettini, sino a formare una crema un poco liquida.

assemblaggio
Versare il radicchio nella bechamella e mescolare molto bene.
In una teglia versare un mestolo abbondante di bechamella e poi iniziare a stendere qualche foglio di pasta e besciamella.
Continuare gli strati, sino ad esaurimento dei materiali.

Spolverare con abbondante montasio grattugiato, coprire con un foglio di carta alluminio e infornare a forno caldo 200° per40 minuti circa.
Al termine della cottura, lascio sempre riposare la pasta nel forno, avendo cura di tenere lo sportello un poco aperto.







Lasagne pronte


Scalogno che rosola


Radicchio lavato e sgrondato dall'acqua


Radicchio pronto a raffreddare - mi manca il passaggio della bechamella ma ormai la sapete fare anche voi


Assemblaggio ingredienti ... bechamella, fogli di pasta e ripetere


Lasagne pronte da infornare ... ricordatevi di mettere sopra un foglio di alluminio, per non far seccare la superficie.

foto del web: http://giardino-piante-fiori.lacasagiusta.it/radicchio-rosso-orto/4523/

BUON COMPLEANNO MARCOLINO
Tantissimi auguri da nonna Rosetta 
e dal nonno Carlo

BUON LUSTRO al MIO BLOG

domenica 16 febbraio 2014

Guance di manzo alle cipolle

Non sono molto costante con il blog ma vi prego di perdonarmi, passo sempre a vedere chi mi ha scritto ma c'è sempre qualc'uno o qualche cosa che mi impedisce di stare seduta tranquilla davanti al monitor e poi mi passa la voglia.
Il tempo è pessimo e quindi anche l'umorismo ne risente, di notte qui nevica e di giorno se non piove c'è la nostra stradina gelata e le uscite sono ridotte al minimo indispensabile.
Non avevo la polenta da grigliare e non avevo voglia di farla nel paiolo, c'era qui il mio Matteo e gli ho preparato un pò di buone cose pronte, da portare a Milano.


GUANCE di MANZO alle CIPOLLE
per 4 porzioni

2 guance di manzo
(latte, foglie di alloro)
trito di sedano, carota, prezzemolo, salvia, rosmarino, 1 scalogno
3 cipolle tagliate in 4
1 spicchio di aglio
100 g di passata di pomodoro
olio e una nocciolina di burro
salare pepare q.b.

Lasciare le guance tutta una notte in un recipiente, coperte di latte e 5 foglie di alloro.
Prima di cuocere, sciacquare le guance e mettere tutto a freddo nella pentola a pressione, condimenti compresi.
Coprire quasi completamente con acqua, salare, pepare e avviare la cottura con il coperchio chiuso.
Dal fischio del coperchio cuocere per 2 ore circa a fuoco basso.
Spegnere,togliere le guance, controllare il sugo e se è troppo restringerlo un poco.
Col minipimer a immersione passare tutto il sughetto, sciogliere 1 cucchiaio scarso di maizena in poco sugo e riversare di nuovo in pentola.
Lasciare addensare, preparare 4 porzioni di carne e irrorare con il sughetto preparato.
Mancava la polenta, ma con del buon pane questa pietanza è stata meravigliosa ugualmente.

*** Ho accompagnato la carne con la parte terminale del radicchio rosso di Treviso stufato.
       In un tegame unto di olio, appoggiare il ragicchio con un paio di spicchi di aglio ... coprire e        avviare la  cottura piano piano (si cuoce da solo con la sua stessa acqua).
       Mi era rimasta la parte terminale di un radicchio grande come questo ... ottimo