Autunno ad Ampezzo

Autunno ad Ampezzo
sottopassaggio strada per Forni

domenica 25 settembre 2016

Ritorno in sordina





E' autunno


RITORNO in SORDINA

Ciao amici e amiche, è finito l'estate ed è iniziato l'autunno, mi sto riprendendo dalla rovinosa caduta estiva, tolto il gesso ma per il polso (destro) ci vuole ancora un pò di tempo per la riabilitazione.
Ancora non riesco a governare il mouse e scrivere e dipendere in tutto dalla mano sinistra è mooolto dura e difficile.
Non vi ho dimenticato e cerco di leggervi il più possibile ... ma per i commenti non riesco a destreggiarmi.
Ancora un pò di tempo, cercherò di tornare a farvi compagnia ma con le dovute precauzioni.
Il ginocchio, che aveva preso uno sbotto galattico, per fortuna non è stato seriamente danneggiato ... abbastanza deformato per il forte ematoma, ma nulla di rotto.
L'ematoma non ha fatto capricci, si sta assorbendo piano piano e ormai sento dolore poche volte e cammino abbastanza con cautela, ... la paura di andare ancora a tombole è grande
Arrivederci a presto

mercoledì 31 agosto 2016

servizio solitario o tir ???




TIR o SERVIZIO SOLITARIO ???

bella domanda
escludete il tir che si sarebbe sfrucugliato da solo contro di me
il servizio completo di barba e capelli me lo sono fatta da sola
e così vi abbandono di nuovo sino alla fine di sett. 
mi sono scontrata contro un piccolo scalino
polso destro rotto
ginocchio sinistro con un grosso ematoma

sono sfinita per aver scritto così poco e vi lascio
con un forte abbraccio e tanti pensieri positivi

venerdì 19 agosto 2016

Rettangolotto di banane masc-ric










Evviva le vacanze ... ogni tanto hanno pietà dei miei sacrifici e mi concedono  un pezzetto di dolce.
Ho già fatto lo zuccotto con frutta sciroppata ma questo rettangolotto è ancora più buono. La prossima volta nasco grissino così potrò gustarmi qualche pezzo di dolce molto generoso.


RETTANGOLOTTO 
di BANANE mscarpone e  ricotta

2 banane
300 g di ricotta
250 g di mascarpone
2 cucchiai di zucchero
5 pacchetti di pavesini
amaretti quanti ne servono
1 succo di albicocca

Mescolare la ricotta con il mascarpone e lo zucchero, sino ad ottenere una crema morbida.
Rivestire con pellicola una tortiera rettangolare apribile.
Tagliare mezza banana, tagliarla per il lungo e appoggiarla sul fondo della tortiera.
Bagnare i pavesini  uno ad uno nel succo di albicocca e sistemarli su tutto il bordo dello stampo.
Sistemare gli amaretti bagnati come sopra, sulla base di fianco alla banana, sino a coprire bene tutta la superficie.
Tagliare a quadretti la mezza banana e unirla alla crema di ricotta e mascarpone.
Mescolare e ripetere l’operazione con la banana rimanente … se l’aggiungete poco a poco, riuscite ad amalgamare meglio gli ingredienti.
Versare nello stampo, livellare il composto con una spatola e ricoprire tutto bene con altri pavesini imbevuti di succo.
Lasciare riposare in congelatore per 2 o 3 ore.
Togliere lo stampo almeno mezz’ora prima.
Togliere la pellicola in superficie, sformare il dolce, e poi togliere la pellicola rimasta e servire.



mercoledì 17 agosto 2016

Cannelloni con cotto e pesto di sclopit










Dite quello che volete e poi vi pongo una domanda ... credo universale.
Mi piace cucinare, mi piace la buona cucina e mangio stando attenta a non superare i quantitativi.
Ma dico io, vi chiedo sempre (Orsi e a tutti gli Orsetti compresi),  cosa vi devo fare e mi rispondete fai quello che vuoi. Non hanno ancora capito che la mia boccaccia mangia di gusto tutto quando e che quando ha le forti tentazioni cucina solo quello che piace a lei, stando attenta sempre a non aggiungere troppi grassi ... ma le cose buone poi si sommano eee mi consolo ...
ewwiwa, i vestiti lavati in lavatrice ... che si restringono.
Ma quanto erano buoni.



CANNELLONI con COTTO 
e PESTO di SCLOPIT
per 6 porzioni

8 fogli per pasta sfoglia all'uovo per lasagne
8 fette di prosciutto cotto
3 piccole confezioni di pesto di sclopit (home made)  ( https://ilfogolar.blogspot.it/2012/05/pesto-di-sclopit.html#links )
latte quanto basta
50 g farina di semolino
100 g formaggio montasio grattugiato stagionato

Per la simil besciamell
versare un bicchiere di latte intero in un pentolino
e a freddo unire la farina per semolino
Se si addensa troppo unire ancora 1 bicchiere di latte e appena si riscalda, unire il pesto scongelato.
Spegnere il fuoco e amalgamare  molto bene.
Assemblaggio
Nei fogli di pasta sfoglia fresca, appoggiare una fetta di cotto e arrotolare.
Appena sono tutti pronti, versare un poco di latte e un goccio di olio sul fondo di una teglia, appoggiare i cannelloni.
Coprirli con la besciamell di pesto di sclopit e distribuire bene.
In alcuni spazi aggiungere del latte.
Mettere in forno per tempo, portare il calore a 180°, coprire con un foglio di carta stagnola e cuocere per 3/4 d'ora.



foto www ... non sono queste ma per sfoglie intendo queste che, una volta arrotolate diventano cannelloni.

domenica 14 agosto 2016

Torta banane mature






Ero già furente, primo perchè ero convinta di aver programmato la data per domani e poi perchè non trovavo le foto giuste.
Mi sono affezionata a quell'unico stampo e così le torte sembrano tutte uguali.
Però i contenuti sono diversi, ... mai avuto voi banane mature che nessuno vuole ??? per poi sentirtele pure dire perchè non le hai messe in tavola prima ???
Ebbene, tutto e tutti  sistemati ... alle 9,30 di sera ho sformato la torta ancora calda nel piatto, l'ho messa in tavola con scritto : vi presento le vostre banane.
Orsi e ospiti erano fuori e al mattino ne mancava un bel pezzettone. Torta ottima, il sapore delle banane armonizzava perfettamente, tutti felici e contenti e siccome il giorno dopo non ce n'era più,ne ho preparata un'altra con gli stessi quantitativi ma ho messo mele tritate  nel composto anzichè le banane. Successone assicurato.


TORTA BANANE MATURE
per 6 persone – teglia in silicone

5 banane mature
4 uova
150 g di zucchero
200 g farina
1 bustina di lievito
150 g burro

Scaldare il forno a 210°
Mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere il burro e continuare a mescolare.
Unire le banane schiacciate.
Aggiungere la farina, il lievito e un pizzico di sale.
Quando il composto è ben amalgamato, versarlo nella toreiera.
Cuocere 15 minuti a 210°
Poi continuare la Cottura per 35 minuti a 170°
Sfornare quando è freddo e a piacere spolverare con zucchero a velo.



giovedì 11 agosto 2016

Cavolo rapa in insalata




Il cavolo rapa (Brassica oleracea acephala gongylodes) è originario dell'Asia sud-occidentale e si differenzia dagli altri cavoli perchè presenta un fusto ingrossato e tondeggiante verde o violetto.
Le varietà precoci hanno un sapore delicato e possono essere coltivati, oltre che in serra, anche all’aperto se non è stagione di gelo; appartiene alla famiglia delle crocifere.
Le proprietà nutrizionali e l’apporto vitaminico (soprattutto vitamina C) e minerale (in particolare fosforo e calcio).
Il cavolo rapa ha un sapore simile al rapanello e perciò, crudo può essere preparato in insalata o, se tagliato a listarelle, gustato con delle salsine.
Per prepararlo come verdura o in minestra, rosolarlo o cuocerlo al vapore.
Il cavolo rapa farcito (cuocerlo dapprima brevemente al vapore) rappresenta un piatto molto gustoso.

Il cavolo rapa, ricco di vitamine, può essere addentato come una mela o un normale rapanello.
L'avevo già mangiato qualche anno fa perchè me ne avevano regalato uno, quest'anno in serra ho trovato le piantine e quindi le abbiamo trapiantate nel nostro orto.



CAVOLO RAPA in  INSALATA
per 4 porzioni

1 cavolo rapa
olio, aceto, sale e pepe

Staccare le foglie del cavolo, sbucciarlo con il pelapatate, lavarlo e asciugarlo.
Affettarlo finemente con la mandolina (dopo averlo tagliato a metà o in quarti) e metterlo in una 
terrina.
Condire con sale, pepe, olio e aceto.
Mescolare e lasciar riposare una mezz'oretta perchè prende il sapore del condimento.

*** le foglie, sono buone da aggiungere ad un minestrone o da mischiare con altre verdure lessate ma prima togliere la costola.





mercoledì 10 agosto 2016

Zuccotto alla frutta sciroppata.








Di zuccotti ce n'è tanti che girano sul veb uno più buono dell'altro.
Ma di necessità virtù, per non tenere a lungo dei prodotti che hanno una scadenza breve, ho deciso di usare ciò che avevo in casa.
Successone, ho ospiti ed oltre ad averlo apprezzato, se lo sono sgamato tutto e questa volta per me ciccia, Ho però rinunciato volentieri, altrimenti questa volta dovevo tirare cinghia per almeno 1 mese.
Provare per credere.



ZUCCOTTO alla FRUTTA SCIROPPATA

1 scatola di frutta sciroppata
250 g di ricotta
150 g di mascarpone
2 cucchiai di zucchero
3 pacchetti di pavesini
sciroppo di governo della frutta

Mescolare la ricotta con il mascarpone e lo zucchero, sino ad ottenere una crema morbida.
Rivestire con pellicola una terrina bombata da insalata.
Scolare la frutta e tenere il liquido sciroppato.
Mettere sul fondo della terrina un paio di cucchiaiate di frutta scolata.
Bagnare i pavesini uno ad uno nel liquido e sistemarli su tutto il bordo dello stampo accavallandoli leggermente.
Unire la rimanente frutta insieme alla crema e mescolare per amalgamare.
Lasciare riposare in congelatore per 2 o 3 ore.
Togliere lo stampo almeno mezz’ora prima.

Sformare il dolce e servire.