Tipico fogolar friulano

Tipico fogolar friulano

lunedì 25 luglio 2016

Panatura ... magica di nonna









Quando vengono i miei a trovarci, ho l'abitudine di tenere in casa le scorte di crackers, grissini, crisproll, fette biscottate e quant'altro.
Purtroppo trovandoci in un piccolo paesino, ho  sempre paura di restare senza e di non poterli accontentare, così arriva il momento che prima del loro arrivo le date di scadenza si accorcino parecchio.
Per ovviare alla scadenza imminente, metto tutti i residui rimasti nel tritatutto del kenwood e polverizzo il più possibile.



PANATURA ... MAGICA DI NONNA
giacenze, non ci sono quazntitativi precisi

fette biscottate
grissini
crackers
schuttelbrot
ed eventualmente un panino tostato

Spezzettare tutto ed inserire nel boccale del tritatutto del kenwood.
Quando è tritato ... anche se non troppo finemente, conservare nei sacchetti del pane.
Inserire nel sacchetto del pane un paio di foglie di aloro, chiudere e conservare nell'armadietto del pane.
All'occorrenza, rimettete nel kenwood il pane che prevedete che vi serve, aggiungete poco sale, erbe odorose che più vi piacciono e tritate tutto.


Dalla prossima ricettina, troverete le mie varie panature.
Bom appetit

sabato 23 luglio 2016

Kugeluphf fortunato










Non so se a voi capita, ma io quando mi alzo mi sento così, mi ci vuole quasi un'oretta per riprendermi ... ma se so che nella scatolona di latta c'è un pezzetto di dolcetto o un muffin fatto da me, la mia colazione diventa sublime e la ripresa è molto molto rapida.
Questa volta, pasticcian pasticciando, ciò azzeccato, morbida al punto giusto ... i pistacchi sembrano bruciati, ma li ho lasciati con la buccia e danno l'impressione di bruciato.
Il verde è dato dall'olio di semi di zucca che è proprio verde intenso.
Sapore molto molto gradevole


KUGELUPHF FORTUNATO
Stampo da kugeluphf

350 g di farina 00
200 g di zucchero – metà grezzo e metà bianco
4 uova
1 bicchiere di latte
55 g olio di semi
55 g olio di semi di girasole
Polvere d’oro … buccia d’arancia essiccata  https://ilfogolar.blogspot.it/2011/02/polvere-doro.html#links
1 bustina di lievito per dolci
Pistacchi sulla superficie, se graditi.

Scaldare il forno a 180 °C.
Montate le uova intere con lo zucchero finchè diventa cremoso e bianco
Aggiungete la farina con il lievito e il sale setacciati.
Completare con l’aggiunta del resto degli ingredienti.
Amalgamate bene con le fruste e versare il composto nello stampo da kugeluphf in silicone.
A chi piace, guarnire la superficie con pistacchi interi o altro.
Infornare in forno caldo a 180 °C per 45/50 minuti.
Sfornare e lasciare  raffreddare.
Se gradito, spolverizzare con zucchero a velo.





giovedì 21 luglio 2016

Ciambella di mele con yogurt









Quando la testa non ci sta, non c'è nulla da fare. Quando preparo qualche cosa a naso prendo nota su foglietti che la maggior parte delle volte perdo inesorabilmente.
Questa volta ho riportato subito la ricetta ma non ho messo le foto. Provvedo immediatamente e chiedo scusa agli amici che sono già passati.
Naturalmente la ciambelliera era piccola e così ho riempito i pirottini da muffins.
Tutto ottimo ... ma qui vedete solo un pezzo di torta ... il resto era già volato. I muffins ho fatto in tempo a mettterli in una scatola di latta in modo da gustarmi un dolcetto  di tanto in tanto.


CIAMBELLA di MELE con YOGURT
tortiera a ciambella


150 g di farina 00
40  gdi fecola o maizena
175 g di yogurt greco
150 g di zucchero
1 mela renetta + 1 mela rossa
4 uova
35 g di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale
1/2 limone

Lavare la mela rossa molto bene, togliere il torsolo e affettarla con la mandolina,
Distribuire le fette in un piatto e irrorarle con succo di limone per evitare che anneriscano. 
In un contenitore adatto, sbattere le uova sino a che sono bianche e spumose.
Sbucciare la renetta, detorsolarla e frullarla con lo yogurt.
Aggiungere il frullato alle uova insieme all'olio e continuare a mescolare con le fruste.
Setacciare la farina mescolata alla fecola, al lievito e al pizzico di sale sopra alle uova.
Mescolare piano con un leccapentole e amalgamare sino ad ottenere un composto omogeneo.
Imburrare ed infarinare uno stampo da ciambella.
Versare il contenuto, livellare e distribuire sulla superficie le fettine sottili della mela rossa.
Infornare a forno caldo a 170° (il mio è elettrico) per 45 minuti circa.
Lasciare raffreddare e sformare .
A vostro piacimento potete spolverarla con zucchero a velo.
*** ho usato una tortiera troppo piccola e così ho riempito 4 pirottini per farmi i muffins ^_____^

mercoledì 20 luglio 2016

Da un disastro, cena assicurata










Ho un attimo di tempo e ne approfitto per postare qualche cosa che sono sicura vi farà piacere.
Sì, sono stata proprio fortunata, da un disastro sono riuscita ugualmente a preparare una cena fantastica.
Credevo peggio ma è andata più che bene. Il procedimento della ricetta lo vedete qui:
https://ilfogolar.blogspot.it/2013/05/fagioli-cannellini-al-fiasco.html#links

DA un DISASTRO, una CENA ASSICURATA
Tutto è bene quel che finisce bene

Cena assicurata


Quante volte ho preparato i fagioli al fiasco, sempre ottimi e sempre piacevoli da cucinare ... il loro pipiare piano piano nel fiasco, crea una magia unica.

Ho messo un pò di acqua in più e il cannello era inserito troppo fondo. La schiuma e la foglia di salvia, hanno ostruito il cannello e il tappo di sughero è saltato.

Ero voltata dall'altra parte, i fagioli pipiavano e ad un certo punto ho sentito un botto tremendo.
Il tappo ha battuto contro il soffitto, il liquido e un pò di fagioli sono volati come lo sbuffo di un vulcano. Liquido unto a terra, Mobili della cucina vicino al gas schizzati di olio e un paio di fagioli appiccicati.
Quello che vedete nel fiasco è ciò che è rimasto.


La mia preoccupazione era per il fiasco ... che magari si fosse rotto e invece è solo saltato il tappo di sughero.
Non mi sono persa d'animo, ho spento il gas, ho pulito per bene tutto quanto, ho messo sul fornello una pentola con l'acqua per preparare una pasta asciutta e in attesa ho aggiunto, acqua, olio e salvia al fiasco.
Dopo aver prtanzato con una buona pasta asciutta con sugo di verdure, ho riavviato i miei fagioli cannellini e li ho portati a cottura.
Anche la cena è stata assicurata

domenica 17 luglio 2016

Smack








Vi voglio tanto bene e mi dispiace non farvi conoscere le mie ultime preparazioni, ma ho il cognato che non sta tanto bene e quindi sono abbastanza impegnata, per cui devo trascurare il blog.
Mi rifarò senz'altro a settembre quando tutti i miei polli saranno tornati a casa e la nostra casetta rimarrà silenziosa.

SMACK


Foto Pinterest : seximbol.tumblr.com

sabato 9 luglio 2016

Muffins del sogno






Già, anche le nonne sognano a occhi chiusi ...
Dovete sapere che di fianco alla nostra casa (ci divide solo un piccolo cortile), c'è il forno del pane.
E' estate, fa caldo e penso che di notte quel povero panettiere e sua sorella soffrano le pene dell'inferno nel forno e quindi terranno aperta la porta o la finestra per prendere un poco di aria.
Verso le 5 del mattino o poco più tardi, sale sino nelle nostre stanze un profumo di pane appena sfornato incredibile e anche nel sonno mi viene una fame che basta per tre.
Si capisce che in quei momenti faccio dei sogni strani e proprio stamane mi sognavo di preparare muffins a tutto spiano ... ma ogni volta che cercavo di prenderne uno e mangiarlo, quello se ne andava in men che non si dica e così ho scartabellato internet e grazie a Silvia del blog;                       http://www.cucina-green.com/2014/05/muffins-alla-banana-senza-uova.html#more
Grazie a lei sono riuscita a preparare dei muffin belli da vedere, goduriosi per gli occhi, squisiti per il palato.

Quelli che sono riuscita a chiudere sotto chiave ^_____^

MUFFINS del SOGNO
per 12 muffins 

250 g di farina 0
2 banane medio-grandi
mezza bustina di lievito per dolci (8 o 10 g)
mezzo cucchiaino di bicarbonato
90 g di burro
150 g di latte
scorza di mezzo limone bio
un pizzico di sale fino

100 g di zucchero di canna
Sono molto veloci e quindi preparare il forno caldo a 180° (il mio - voi regolatevi con il vostro, circa 200°)
In un tegamino scaldare il latte e quando è caldo aggiungere il burro spezzettato.
Mescolare e lasciarlo sciogliere completamente.
Unire un pizzico di sale, la buccia del limone grattugiata, le due banane schiacciate precedentemente in un piatto con i rebbi della forchetta per ricavarne un purè grossolano.
In una terrina a parte preparare la farina con il lievito, il bicarbonato ben setacciati e mescolati con lo zucchero.
Versare ora la crema di banane sopra al preparato secco e mescolare grossolanamente e solo il necessario per un impasto omogeneto.
Riempire gli stampini con un paio di cucchiaiate di composto in ognuno.
Infornare e cuocere per 20 minuti circa.
Dopo 15 minuti fare la solita prova stecchino.
Quanto sono raffreddati, conservarli nella scatola di latta o sacchetti di carta .... sempre se ve ne rimangono.

giovedì 7 luglio 2016

Risotto con pancetta e galletti




Venerdì scorso gli sposini sono venuti a trovare i genitori e il mio Orsino ha pensato di accontentare la mamma ... sa che mi piacciono i funghi ed è partito a razzo a cercarmene un pochino.
Di quelli che vedete ho diviso a metà con i consuoceri ed io mi sono accontentata con un buon risotto di cui sentivo la mancanza.
Buon appetito.


RISOTTO con PANCETTA e GALLETTI
per 5 porzioni

450 g riso carnaroli
50   g pancetta affumicata di Sauris
400 g circa di funghi galletti
2 spicchi di aglio
burro
olio
formaggio montasio grattugiato

In un tegame rosolare la pancetta con una noce di burro e l'aglio.
Appena l'aglio imbiondisce, unire il riso e lasciarlo tostare per bene.
Spegnere il fuoco e tenere a parte.
In un altro tegame sciogliere un poco di burro con 1 spicchio di aglio grande e poi unire i funghi mondati, lavati bene e sgrondati dall'eccesso di acqua.
Cuocerli a fiamma alta, finchè l'acqua, compresa quella di vegetazione, è quasi asciugata.
Riprendere il tegame del riso, appena inizia a sfrigolare aggiungere i funghi.
Infine versare il brodo di pollo o vegetale già pronto e continuare la cottura.
Infine una buona mantecatura con un pezzetto di burro ed un paio di cucchiai di formaggio grattugiato.
Lasciar riposare pochi minuti e servire ben caldo.
Chi desidera, aggiunge formaggio grattugiato e pepe.
Sarebbe stata bene una spruzzatina di prezzemolo ma il nostro orticello non ne ha ancora prodotto.