2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

venerdì 16 novembre 2012

Tortina di purè

Ieri sera ho fatto del purè in più perchè pensavo di fare delle crocchette per oggi ... ma poi mamma frullino pensa che alcune cosette sono in scadenza ed è un peccato non utilizzarle.
D'altro canto alcuni acquisti si fanno anche per accontentare il figliolo e poi rimangono in frigorifero più a lungo del previsto.
Alcuni ingredienti sono a occhio ma sono sicura che vi destreggerete secondo quello che passa il vostro convento.

TORTINA di PURÈ
per 2 porzioni

Purè avanzato (per 1 porzione e 1/2)
1 uovo
4 cucchiai di montasio grattugiato
2 caprini
2 cucchiai di pane grattugiato
1 cucchiaino di farina

60 g prosciutto crudo 
1 scalogno

Versare il purè in una terrina insieme all'uovo, il formaggio, i caprini, il pane grattugiato, la farina e mescolare accuratamente per amalgamare tutto in modo omogeneo.
In uno stampo da plumcake inserire un foglio di carta da forno bagnato e strizzato molto bene.
Versare nel contenitore metà purè, livellarlo bene e sopra stendere il prosciutto e lo scalogno affettato molto sottilmente.
Coprire con il rimanente purè, livellarlo bene e infornare nel forno caldo a 190° per 45 minuti circa.


Mi sono dimenticata di correggere di sale e pepe, ma meglio così.


Questa è la porzione di Orso mio ... corretto con bresaola e insalata.
La mia porzione è quella sopra, ma ho preferito accompagnare la tortina di purè con sott'aceti.

giovedì 15 novembre 2012

Salmone affumicato e zucchine arrosto

Solo all'Ikea trovo nel banco frigorifero il salmone affumicato buono, come piace a me.
Ieri questo era il mio pranzo, gustoso e saporito, anche se per accompagnamento c'erano le zucchine.


SALMONE AFFUMICATO 
e ZUCCHINE ARROSTO
per 1 porzione

100 g salmone affumicato Ikea
aneto
cornetti o fagiolini per guarnire
un filino di olio

Appoggiare le fette di salmone sul piatto, guarnirle con foglioline di aneto e con cornetti (o fagiolini) lessati.
Condire con un filino di olio e buon appetito.


ZUCCHINE ARROSTO
per 2 porzioni (quella che vedete in foto)

Zucchine piccole
prezzemolo
sale 
olio

Lavare le zucchine e affettarle a rondelle.
Ungere una padella antiaderente e appoggiare le zucchine, salarle e lasciarle rosolare per bene.
Appena diventano rossicce, girarle dall'altra parte e proseguire l'operazione con le zucchine che non ci stanno in padella.

mercoledì 14 novembre 2012

Verza ai ferri - Verza arrosto al forno (2 ricette)

Succede di avere fame e non sapere cosa mangiare ... e così cincischiando mi sono ricordata di una ricetta di Martha Stewart ( che è quella sotto).
Invece di fare la verza al forno per tutta la famiglia, mi sono fatta la bisteccona di brontosauro solo per me;
avevo dolori ad un polso e non riuscivo a tenere ferma la verza ... lo spessore non era proprio di un dito, ma tant'è era  buona e bella croccante.
I miei uomini hanno sgranato tanto d'occhi, e mi hanno fatto promettere di farla anche per loro, così  la prossima volta preparerò la ricetta di Martha Stewart al forno.


VERZA ai FERRI
per 1 porzione


1 fetta di cavolo verza alta 1 dito
sale grosso
sale e pepe q.b.
olio

Appoggiare la padella per cuocere ai ferri sul fuoco.
Sparpagliare un poco di sale grosso e quando questi inizia a saltellare, appoggiare sopra la fetta di verza e cuocerla 10 minuti da una parte e 10 minuti dall'altra.
Trasferirla su un piatto caldo, salare con sale fine se necessario, pepe macinato al momento e un filo di olio.
'nu 'bbabbà !


Verze arrosto al forno  che ho fatto io ieri


Foto delle verze cucinate da Martha Stewart

VERZA ARROSTO al FORNO
per 6 porzioni

olio ex v oliva
1 cavolo verza
sale grosso pepe appena macinato
semi di cumino

Forno caldo 200°
Togliere le foglie più verdi alla verza, tagliarla a fette alte un dito (cercando di tenere vicino le foglie che non sono attaccate al torsolo).
Appoggiare un foglio di carta forno sulla placca, spennellarlo con l'olio e appoggiare sopra le fette di verza.
Spennellare la superficie con altro olio, condire con sale grosso, pepe macinato al momento e spolverare con cumino a piacere.
Arrostire il cavolo finchè è tenero e dorato, 40/45 minuti circa.

martedì 13 novembre 2012

Baccalà in bianco con patate e rape arrosto

Da quando la mia pizzicagnola se n'è andata in pensione, ho difficoltà a trovare del baccalà buono e quindi sto facendo incetta a destra e manca.
Alla Carrefour l'ho trovato molto buono, come piace a me e quindi me lo sono fatto molto volentieri. Semplice semplice, così ne ho rifilato anche al marito e me ne è rimasta un'altra porzioncina per il giorno dopo.


BACCALÁ in BIANCO
per 3 porzioni

700 g baccalà salato
1 spicchio di aglio
prezemolo
buccia di limone grattugiato.
sale ma solo se occorre
pepe bianco

Ammollare il baccalà per 24 ore, inserendolo in una bacinella coperto da acqua fredda e lasciarlo in ammollo, cambiando l'acqua almeno 3 o 4 volte.
Sciacquarlo, tagliarlo in due o 3 pezzi, inserirlo in una pentola e coprire con acqua fredda.
Portare a bollore,  cuocere per 20 minuti e lasciarlo intiepidire nella sua acqua.
Intanto tritare finemente il prezzemolo insieme all'aglio, grattugiare la buccia del limone e mescolarlo al trito.
Scolare il baccalà intiepidito e appoggiarlo sul tagliere. (conservare l'acqua di cottura)
Togliere la pelle e le spine, ridurlo a scaglie e depositarle in una terrina (le scaglie si formano da sole).
Cospargere il baccalà con il trito e il limone.
Se necessita, salare, pepare e versare l'olio, insieme a 2 o 3 "mestolini" di acqua di cottura.
Mescolare bene e servire.
*** (l'acqua di cottura in aggiunta al condimento, serve per non rendere il baccalà troppo unto).
Se ho ricevuto i complimenti, è perchè era troooppo buono !


Questa la mia porzioncina di baccalà


Questa la mia porzioncina di patate e rape arrosto. - Inutile darvi la ricetta, queste le fate anche voi ^___^

domenica 11 novembre 2012

Oggi è San Martino, può una nonna non pensare ai suoi nipotini lontani ?
Il tempo è uggioso, imbronciato e molto piovoso, quindi mi sono alzata e ho pensato subito al mio Martino che oggi è il suo onomastico. Ahaimè, in Inghilterra hanno i calendari senza Santi e quindi ci pensa sempre nonna a fare gli auguri.
Nella tradizione veneta, per San Martino si usa regalare ai bambini il biscotto di pastafrolla decorato in stile barocco con caramelline e altro, raffigurante il Santo a cavallo con tanto di mantello e spada. 
Povera nonna, non aveva sufficiente pasta sfoglia e quindi ha fatto solo il cavallo di San Martino e la spada ^___ è venuta un pò bislacca.

CAVALLO di SAN MARTINO


PRODUZIONE di SAN MARTINO

1 rotolo di pasta sfoglia
latte
forno 180° per 25 minuti

Spennellare con il latte metà pasta sfoglia.
Sovrapporre l'altra metà.
Ritagliare con il cutter (o con un coltellino affilato le formine.
Spennellare con latte e infornare.


Tutta la produzione


I porcellini - potevo lasciare Marcolino senza dolcetto ?


La maschera di Zorro e la sua spada - Marco ha visto la produzione in skype, era contentissimo di tutti i biscottini che gli ho preparato.