2017

2017
Foto mia - Sauris UD dicembre 2014

sabato 18 aprile 2015

Uova sdraiate









Andiamo di ovetti ??? sono buone e ho imparato a non aver più timore di doverne consumare solo 2 a settimana.
Il papà della mia amica ne mangiava 39 a settimana, ed è vissuto sino a 84 anni con il fegato di un giovane e io ho deciso di papparmene almeno un paio in più, pur di evitare la carne che ultimamente mi infastidisce.
Mi sono convinta che se una persona non ha allergie o patologie particolari, può far uso di qualche uovo in più. Da piccola ero inappetente e nonna mi faceva spesso l'uovo sbattuto con un poco di zucchero ... e che buono.
Oggi vi propongo un piatto veloce veloce che a me è piaciuto tantissimo.
Dei pomodorini al forno vi ho parlato nel post precedente ... le uova le ho solo sdraiate sopra ai pomodorini.

UOVA SDRAIATE
per 2 porzioni

3 uova
burro

Preparate le uova all'occhio di bue e quando avete raggiunto la cottura desiderata, li sdraiate sopra alle verdure che più vi piacciono.

Un giochetto per i vostri nipotini ... io mi diverto, quando mangio, ad osservare il piatto, in che modo mangio e a volte la mia fantasia corre ... ad esempio nel piatto mi è rimasta una faccina piratesca ... e se i nipotini erano qui avrei inventato li per li una favola. 


Non vi sembra una faccia buffa con un occhio bendato e l'altro furbillo ???

UOVA COL TRUCCO PARRUCCO
Una buona idea per preparare le uova in modo diverso per i bimbi inappetenti ... si cuociono nel forno, quel tanto che basta per raggiungere la consistenza desiderata.

http://www.amando.it/ricette/ricette-light/uova-san-valentino.html

Di formine ce ne sono tante, basta scegliere quelle preferite dai nostri piccoli.

venerdì 17 aprile 2015

Pomodorini ciliegini al micro





Avete mai visitato il network Pinterest ? non so come descriverlo però vengono proposte un'infinità di fotografie, di fiori, paesaggi, cibi, animali e quant'altro e si votano semplicemente queste bellissime  foto.
Quando ci sono foto di cibi interessanti, guardo, cerco se c'è il sito che le ha pubblicate, le traduco col traduttore maccheronico di sangoogle, me le studio e poi le faccio a modo mio e secondo i gusti anche dell'Orsomio.
I pomodorini che vi propongo, sono stati realizzati al forno, ma io avevo premura e li ho fatti al microonde, ottimi, da rifare sopratutto perchè piacciono anche all'amatobene.


POMODORINI CILIEGINI al MICRO
per 2 porzioni

pomodorini a piacere
1 cipollotto
1 spicchio piccolo di aglio
sale
olio
per me ho aggiunto alla fine un poco di peperoncino.

Tagliare a metà i pomodorini, appoggiarli su un piatto col taglio rivolto verso l'alto.
Asciugarli nel microonde per 4 o 5 minuti a 750 W. (diversamente asciugarli di nuovo per qualche minuto)
Se sono sufficientemente asciugati cospargerli con il cipollotto, l'aglio e l'origano tritati finemente.
Bagnarli con un filo di olio, salarli  e rimetterli nel micro per 2 o 3 minuti circa, sempre a 750 W.
Sopra ho adagiato le uova sdraiate ... ovvero le uova all'occhio di bue.

domenica 12 aprile 2015

Ragù di mamma Zina col purè





Bene, oggi faccio purè e muset (salume equivalente del cotechino)"
Ho svuotato completamente frigorifero e congelatore, ma del cotechino neppure l'ombra ... eppure ero sicura di averlo, me lo aveva regalato mio cognato per farmi gli auguri di Pasqua.
Ma poi ho pensato al Pargolo che è venuto da noi per le feste e sicuramente (come poi mi ha confermato), se l'è portato via lui ...... "mamma, non potevo lasciartelo lì, a te fa male".
Va bene figuriamoci se mamma non gli da il cotechino.
E ora che faccio ??? Fra le cose preparate per il figliolo, avevo preparato una buona pentola di Ragù e qualche vaschettina mi era rimasta così ce l'avevo pronto nel congelatore.
Il Ragù di Mamma Zina, ottima accoppiata col purè di ottime patate di montagna.
Mamma Zina era la mamma di una mia carissima amica del forum  www.ilcortiledellematte.com .
Ho modificato leggermente i quantitativi in ogni caso in fondo vi metto la ricetta originale di Fiorella.


RAGU' di MAMMA ZINA

300 gr. carne di manzo
300 gr. carne di vitello
300 gr. carne di maiale
100 gr. salsiccia o pasta di salame
300 gr. mortadella
una carota,
passata di pomodoro ( a piacere, a seconda di quanto lo si vuole rosso)
sale
dado vegetale ( se serve)
un pizzico di zucchero
un bicchiere abbondante di olio extravergine (mamma Zina usava burro.)
far macinare tutta la carne insieme una sola volta.
in un capiente tegame, scaldare l'olio e far rosolare pochi minuti le verdure tritate ( non troppo, che diventano indigeste, altrimenti)
aggiungere la cane e lasciare rosolare a fuoco allegro ,mescolando per sgranare la carne, per circa venti minuti.
Salare quanto basta e aggiungere la passata di pomodoro con un pizzico di zucchero.
mescolare per bene, aggiungere un biccheire abbondante di acqua, assaggiare e, se serve aggiungere  il dado.
A questo punto, coprire  il tegame col coperchio metterlo  sul fornello a fuoco bassissimo (mamma Zuna usava una pietra refrattaria), e lasciarlo cuocere per tre ore … deve pippiare appena.
Passato tale tempo, tolgliere il coperchio, alzare un poco' il bollore, sino ad ottenere la consistenza voluta.
Per le lasagne, il ragu' deve essere morbido ( non acquoso, mi raccomando!)




RICETTA DELLA MAMMA DI FIORELLA
credo che ogni famiglia abbia la sua ricetta: questa è quella di casa mia. 
difficile dare le dosi, ma direi che questa quantita', puo' bastare per una
lasagna per 4
500 gr. carne di manzo
500 gr. carne di vitello
300 gr. carne di maiale
200 gr. salsiccia
200 gr. pancetta arrotolata oppure mortadella ( il prosciutto da', secondo
i miei gusti, un sapore un po' troppo salato)
una carota, una costa di sedano, una cipolla.
passata di pomodoro ( a piacere, a seconda di quanto lo si vuole rosso)
sale
dado vegetale ( se serve)
un pizzico di zucchero
un bicchiere abbondante di olio extravergine ( mia mamma usava burro.)
far macinare tutta la carne insieme una sola volta.
in un capiente tegame, scaldare l'olio e far rosolare pochi minuti le verdure tritate ( non troppo, che diventano indigeste, altrimenti)
aggiungere la cane e lasciare rosolare a fuoco allegro ,mescolando per sgranare la carne, per circa venti minuti.
salare quanto basta e aggiungere la passata di pomodoro con un pizzico di zucchero.
mescolare per bene, aggiungere un biccheire abbondante di acqua, assaggiare e, se serve aggiungere  il dado.
a questo punto, io copro il tegame col coperchio, lo metto su una pietra refrattaria, e lascdio cuocere per tre ore. deve sobbollire appena.
passato tale tempo, tolgo il coperchio, alzo un po' il bollore, fino ad ottenere la consistenza voluta.
per le lasagne, il ragu' deve essere morbido ( non acquoso, mi raccomando!)