Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

martedì 19 febbraio 2008

Carnevale





















Carnevale, carnevale,
mascherine coriandoli. trombette e poesie.
Come si può lasciar passare il carnevale senza un dolcetto ?


Tacabanda allora ... poesia e dolcetto


I GUERRIERI DELL'ALLEGRIA
Viva i coriandoli di carnevale,
bombe di carta che non fanno male!
Van per le strade in gaia compagnia
i guerrieri dell'allegria
si sparano in faccia risates
cacciapensieri,
si fanno prigionieri
con le stelle filanti colorate.
non servono infermieri
perché i feriti guariscono
con una caramella.
Guida l'assalto,
a passo di tarantella,
il generale in capo Pulcinella.
Cessata la battaglia:
tutti a nanna.
Sul guanciale
spicca come una medaglia
un coriandolo di Carnevale.
(G. Rodari)



GROPS di CHIASTIGNIS di GNAGNA CATARINA

Nodi di Castagne di Zia Catarina Crostoli di Zia di Castagne

300 gr di farina di castagne
200 gr di farina 00
100 gr di burro (ammorbidito fuori dal frigor)
1 uovo intero
1 albume
1 buccia di arancia o limone grattugiata
½ bicchiere di grappa
1 presa di sale sciolto in acqua tiepida
In una capace terrina sbattere il burro con l’uovo intero + l’albume, la buccia dell’arancia grattugiata, la grappa e il sale sciolto in poca acqua tiepida .
Mischiare le due farine per benino e aggiungerne un poco per volta in modo da amalgamare bene il tutto senza formare grumi.
Lavorare energicamente, sino ad ottenere un impasto omogeneo.
Stendere una sfoglia sottile, tagliare con la rondellina delle strisce della larghezza delle pappardelle e della lunghezza necessaria a formare un morbido nodo.
Friggere nello strutto caldissimo.
Sgocciolare ben bene sulla carta assorbente da cucina (cambiandola anche alcune volte e spolverare di zucchero a velo mischiato a cannella (a piacere)













BLECS di NARANSIS di GNAGNA di Rosy

Lenzuolini all’arancia di Zia

500 gr di farina
100 gr di burro (ammorbidito a temperatura ambiente)
1 uovo intero
1 albume
1 buccia di arancia grattugiata
½ bicchiere di grappa all’arancia
1 presa di sale sciolto in poca acqua tiepida
In una capace terrina sbattere il burro con l’uovo intero, l’albume, la buccia di arancia grattugiata, la grappa all’arancia e il sale sciolto in poca acqua tiepida.
Aggiungere poca farina per volta in modo da amalgamare bene il tutto senza formare grumi.
Lavorare energicamente, sino ad ottenere un impasto omogeneo.
Stendere una sfoglia sottile e tagliare con la rondellina dei lenzuolini di cm 5 per 12 circa.Nel mezzo del lenzuolino, praticare con la rondellina , un’apertura. Introdurre nell’apertura unaestremità del lenzuolino.
Friggere nello strutto caldissimo.
Sgocciolare molto bene sulla carta assorbente da cucina (cambiandola anche alcune volte e spolverare con lo zucchero.


*** GRAPPA all'ARANCIA di Rosy
Zia Catarina lava per bene le bucce delle prime arance (10) (usa solo la parte gialle e che i frutti non siano trattati) e 10 foglie ben lavate e asciugate.
Le mette in un vaso con 1 lt di buona grappa e lascia riposare al fresco sino a carnevale.
Filtra e ottiene così un’ottima grappa all’arancia.
Se non ne avete, potete mettere il Grand Marnier o altro liquore all’arancia.








Nessun commento: