Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

sabato 19 luglio 2008

Spezzatino misto alle erbe provenzali























SPEZZATINO MISTO alle ERBE PROVENZALI
Per 4 persone
6 hg spezzatini misti maiale-vitello
4 coste di maiale magre
Erbe provenzali secche
3 spicchi d’aglio
Passata di pomodoro Mutti
2 dadi liebig ai funghi
Olio q.b.
Brodo di polenta
(Dopo aver versato la farina di polenta nell’acqua in ebollizione, appena inizia a sobbollire, con il mestolo toglierne un paio di acqua mista a farina – a questo punto la farina non ha ancora assorbito tutta l’acqua e rimane un brodetto farinoso.)

Nella pentola a pressione con un po’ d’olio, aggiungere a freddo gli spezzatini, le coste, l’aglio intero (si disfa in cottura), una generosa cucchiaiata di erbe provenzali, i dadi ai funghi spezzettati e la passata di pomodoro con 1 bicchiere di acqua.
Chiudere la pentola a pressione, dal fischio abbassare la fiamma e calcolare 15 minuti di cottura.
Spegnere il fuoco, sfiatare la valvola e togliere il coperchio.
Riaccendere il fuoco, mescolare bene e versare nella pentola il brodo di polenta.
Cuocere piano, sino a cottura degli spezzatini ½ ora circa. Regolatevi con il sughetto, deve avere una giusta consistenza.

L’ultimo spezzatino l’ho accompagnato con la polenta bianca, la crosta si è staccata bene e dentro ho versato lo spezzatino.

2 commenti:

Mestolo e Paiolo ha detto...

Ho visto sul post qui sopra che Ampezzo dev'essere proprio un bel posticino. buono questo spezzatino, io uso la passata fatat in casa ( o meglio fatta in casa...di mia suocera!), ma quando la finisco, generalmente in questo periodo, fino a che non si fa quella nuova uso la Mutti.
Ciao Rosetta,
Stefano

rosatea ha detto...

Non ci sono molti divertimenti, ma di passeggiate ed escursioni ce ne sono a yosa e pare che la proloco si stia muovendo per apportare qualche attrazione per i giovani.
Io purtroppo non ne faccio, sono troppo divisa fra città e montagna e poi se preparo le cose, mai più le posso trasportare da una parte all'altra ... ho una semplice macchina, non un tir.
Ciao Stef
Rosetta