Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

lunedì 3 novembre 2008

Petronilla di mele



PETRONILLA di MELE di NONNAVOLANTE

Avevo giurato di non mettervi più dolci … almeno per qualche giorno e invece … cuore di mamma ! questa sera arriva il pargolo in montagna … stanco … affamato … povero bimbo, quindici giorni senza mamma chissà in che condizioni lo trovo ………………..
Iiiiiiiiiiiiiiihhhhhhhhhhhhh
Vi saprò dire !
In ogni caso questa torta è nata da qualche cosa che ho letto, da quello che avevo in casa e non ho pensato se era adatta al fornetto oppure no.
L’aspetto è presentabile, vi informerò sul gradimento.

*** prova gradimento superata !!!

PETRONILLA di MELE

300 g farina 00
250 g zucchero di canna
200 g panna fresca liquida
75 g burro morbido
3 uova
3 mele di cui 1 renetta
1 bustina di lievito
1 pizzicotto di sale
burro

Nella ciotola del ken, versare le uova, lo zucchero e lavorare a lungo.
Unire la panna, il burro tagliato a pezzetti e morbido, poco per volta la farina con il sale e amalgamare bene.
Per ultimo unire il lievito, incorporarlo e a ken spento, versare nella ciotola le mele sbucciate e tagliate a pezzetti.
Mescolarle al composto e versare tutto nel fornetto Versilia o Petronilla, imburrato e infarinato.
Cuocere per 5 minuti a fornetto alto e per 50 minuti a fornello medio basso.
Prova stecchino … caso mai prolungare la cottura. Le mele tendono a depositarsi sul fondo.

*** Per il forno normale a 180° caldo per 40/45 minuti

*** Molto utile a sapersi … per velocizzare il modo di imburrare la petronilla o altre tortiere, sciogliere il burro in un padellino, spennellarlo nel contenitore e infarinare … operazione manine pulite.

2 commenti:

Maurina ha detto...

Mamy, io "risparmio" addirittura sul pentolino ed il burro lo sciolgo direttamente nella Petronilla! Baci

rosatea ha detto...

Ottimo a sapersi.
In genere lascio fondere il burro nel tegamino perchè ne faccio sempre un pochino in più ... l'eccedenza mi serve per condire pasta o riso all'ultimo momento.

Grazie piccola !