Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

mercoledì 9 luglio 2014

Capesante al forno

Ventagli, Conchiglie del Pellegrino o di San Jacopo (coquilles de Saint Jacques quando sono cucinate alla provenzale).
Tanti nomi ma una bontà unica, e questa bontà è data dalle loro carni dovuta alla loro particolare tecnica che usano per muoversi.
Sono caratterizzate da due grandi valve scenografiche che raggiungono anche 14 cm di ampiezza.
Questi molluschi camminano sul fondo sabbioso aprendo e chiudendo le valve e questo movimento provoca uno spostamento di acqua che permette di camminare per reazione.
Il muscolo che congiunge le due valve è molto sviluppato e saporito, la grossa conchiglia ha due parenti più piccoli "il pettine" e "il canestrello" che hanno lo stesso buon muscolo ma molto più piccolo di quello delle cappesante.
Le valve spesso sono usate per presentare preparazioni di pesce fredde o da gratinare in forno.


CAPESANTE AL FORNO
4 conchiglie

4 conchiglie
pane grattugiato
1 cucchiaio colmo di montasio grattugiato
1 manciata prezzemolo tritato
1 spicchio di aglio tritato
maggiorana e timo tritati
buccia di limone grattugiata
poco sale e pepe
4 cucchiai di besciamella
olio q.b.

Togliere delicatamente il mollusco dalla valva, risciacquare molto bene per togliere la sabbia.
Risciacquare bene le valve e riappoggiare un mollusco (completo di noce bianca e corallo rosso) per ogni conchiglia.
In un piatto fondo mescolare il pane grattugiato con il formaggio, sale, pepe e tutte le erbe tritate finemente insieme all'aglio.
Condire con olio per formare una similpappetta.
Coprire bene il mollusco e se la panatura risulta troppo asciutta versare ancora un goccio di olio.
Prima di infornare coprire con 1 cucchiaio di besciamella.
Forno caldo a 180° e lasciare gratinare.
Io salame ho spento il forno e lasciato dentro le capesante per tenerle al caldo ... ma così mi si è brunita troppo la besciamella.
Buone buone, hanno un'unica pecca, costano una barca.




In queste foto sotto, si vedono le Capesante al naturale ... purtroppo le foto non sono mie, i riferimenti dei siti li ho messi
foto :http://www.venicevacationrentals.it/guida_ristoranti_mangiare_venezia/ristorante_pizzeria_bavaria_fest_venezia/ricetta.php

foto: http://sullealidellemozione.forumcommunity.net/?t=44939243

8 commenti:

accantoalcamino ha detto...

Allora vuoi farmi morire di invidia, le adoro e, ti dirò, sono bellissime,carnose, mi hai fatto venir voglia di ricomprarle ;-)

Rosetta ha detto...

Solo che le mie sono meno buone delle tue ... e le avevo fatte una settimana fa.
Sabato e domenica ero impegnata con il Rally della Carnia ^___^ e ancora devo postarlo.
... mannaggia alle cosine buone !
Buona serata
Mandi

Carmine Volpe ha detto...

grazie dell'idea vermante non so mai come prepararle al meglio

Rosetta ha detto...

Ti assicuro Carmine che sono ottimne, speta che controllo perchè ho messo la buccia di 1 limone grattugiata, se non l'ho messo lo aggiungo.
Buona serata amico mio
Mandi

simona gentile ha detto...

Rosetta che buone!!! Le tue ricette sono una meraviglia!!!! Un abbraccio e buona serata:)

edvige ha detto...

Capesante la forno per maritozzo solo a Natale. A me non piacciono e lui attende quella data all'impasto di pane ecc, un goccio di cognac o whiskey
Mandi

carmencook ha detto...

Ma che bella idea Rosetta!!!
Salvo subito la tua ricetta!!
Un mega abbraccio e buona serata
Carmen

speedy70 ha detto...

Ciao Rosetta, è da un po' che non ci incrociamo..... Sono arrivata al momento giusto direi, le capesante le adoro, bravissima!!!! Un abbraccio!