Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

venerdì 31 ottobre 2008

Pecora al cabernet

Preparazione pronta ... con polenta bona bona !

Pecora nella marinata con le verdure tritate e il cabernet



Erano anni che non mangiavo più la carne di pecora, da quando sono rimasta per 4 anni a Sassari per il lavoro di mio marito.
Mi avevano insegnato a cucinarla in diversi modi … ma va da sè che fra i vari traslochi e il tempo, ho perso i miei appunti e quindi, questa volta mi sono affidata ai consigli di diverse amiche di diversi forum … a questo punto ho aggiunto vecchi frammenti passati e il risultato è stato soddisfacente.
… allora l’avevo cucinata con la Vernaccia !!! mica male neèèè !?!?! altri tempi (30 anni fa)


PECORA al CABERNET
600 g coscia disossata di pecora
1 lt vino Cabernet
2 gambetti di sedano con foglie
½ cipolla
2 spicchi di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
½ carota
4 o 5 pomodorini tondi
2 ciuffetti di finocchio ( quando pulisco i finocchi, tengo sempre le barbette … prima o poi mi vengono utili)
2 foglie di salvia
1 pezzetto di rosmarino
1 foglia di alloro

Il giorno prima alle 9 mettere in marinata la coscia di pecora.
In una terrina che contenga tuttomettere la coscia di pecora tagliata in tre parti uguali.
Tritatare nel robot tutti gli ingredienti, partendo dai più solidi ai più teneri.
Con il trito coprire la carne di pecora e con il vino coprire completamente tutto quanto.
Il giorno dopo alle 9, tagliare a spezzatino i tre pezzi di pecora e appoggiarli a freddo nella pentola a pressione con un poco di olio.
Versare tutta la marinata sopra alla pecora, salare pepare, chiudere la pentola a pressione e dal fischio calcolare almeno un ora di cottura.
A questo punto la mia pecorella era ancora duretta e quindi l’ho lasciata ancora ¾ d’ora.
Spegnere, sfiatare per bene il vapore, togliere il coperchio e aggiungere al sughetto una generosa spruzzata
di farina; mescolare bene, lasciar restringere il sughetto e servire con polenta calda.

4 commenti:

manu e silvia ha detto...

La carne di pecora non l'abbiamo mai assaggiata ...com'è??
Questa preparazione con il cabernet è davvero gustosa!!
Un bacio

rosatea ha detto...

Ha un sapore suo particolare, ma molto gradevole.
L'unico inconveniente è la cottura molto lunga.
Mandi ragazze !
bacioni

Mestolo e Paiolo ha detto...

Questa è proprio buona! La pecora l'ho mangiata a settembre in Sardegna, se è marinata come si deve è non ha niente da invidiare all'agnello.
Ciao Rosetta,
Stefano

nogi ha detto...

marinatele 24 ore nel latte....e scoprirete un mondo...ma, per carità, niente pentola a pressione...
dalla gallura con appettito...ciao...