Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

lunedì 2 novembre 2009

Pasta frolla + due ricette

Sì sì, qualche volta sono da frollare pure io.
Ho fatto questa frolla con gli ingredienti che avevo in casa e devo dire che non è niente male, le due cosette che ho preparato sono state gradite dai miei.
“Non fate quello che dico e non fate quello che faccio” … nel senso che se volete delle preparazioni perfettine, le mie ricette non sono canoniche.
Miììì per fare tutto perfetto, quando mi viene in mente di preparare qualche cosa, dovrei avere in casa le mille scorte dei supermercati e siccome prendo solo le cose che di solito uso, va da se che mi arrangio con quello che ho al momento.


FROLLA MAMY

300 g farina pronta Spadoni
150 g burro lurpack salato
100 g gherigli di noci
100 g mandorle intere
50 g zucchero di canna
1 uovo + 1 tuorlo uo va grosse)
150 g zucchero zefiro
1 cucchiaio cacao zuccherato

Versare nel mixer le noci, le mandorle e lo zucchero di canna, frullare qualche istante per ridurre tutto a farina leggermente grossolana.
Mettere tutto nel contenitore del Kenwood con il burro tagliato a pezzettini.
Impastare con il gancio a K.
Appena l’impasto inizia a compattarsi, versarlo sulla spianatoia coperta da carta cellophan.
Compattare l’impasto, avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare in frigorifero.


“OS DE MORD” – ovvero ossa da mordere
Indicate per questi giorni novembrini.
Questi dolci, quelli veri per intenderci, sono tutt’altra cosa e fra l’altro sono anche speziati.
I miei non amano molto le spezie e quindi mi è bastato preparare dei biscotti con la Frolla Mamy, dargli la forma e spolverarli con zucchero a velo.

“ OS DE MORD” – “not originals”

metà impasto di frolla Mamy
zucchero a velo

Dopo il riposo di un’oretta, togliere la frolla dal frigorifero.
Tagliare metà dell’impasto e l’altro richiuderlo e riporlo di nuovo al fresco.
Tagliare a rondelle regolari la frolla (me ne sono venute 6), darli la forma ovale, appoggiarle sulla carta forno appoggiata su una placca e infornare a forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti circa.
Quando sono caldi sono leggermente mollicci, lasciarli raffreddare, appoggiarli su un piatto che li contenga e spolverarli con zucchero a velo.

CROSTATA alle MELE ANNURCA

tortiera a cerniera Ø 24
5 mele annurca
½ vasetto di marmellata di albicocche
latte q.b.
½ bustina di cremore tartaro.

Lavare, sbucciare e togliere il torsolo alle mele.
Tagliarle a fettine e appoggiarle in una teglia larga adatta al MO (microonde).
Versare sopra poca acqua e cuocerle a 850 w per 5 minuti, mescolarle e cuocerle per altri 5 minuti.
Lasciarle raffreddare.
In una scodella versare la marmellata di albicocche con tanto latte freddo quanto basta a stemperare la marmellata, deve rimanere una cremina densina.
Preriscaldare il forno a 180°
Togliere la metà della frolla rimasta in frigorifero, aiutandosi con due fogli di carta forno, (uno sotto e l’altro sopra all’impasto), dare la forma rotonda sufficiente a coprire la base della tortiera.
Bagnare e strizzare molto bene un pezzo di carta forno, stenderla bene, appoggiare sopra delicatamente l’impasto e altrettanto delicatamente passarla nella tortiera .
Schiacciare le eccedenze del bordo in modo da creare un cordoncino, spolverare la base con il lievito cremore tartato, versare la cremina di latte e marmellata e spalmarla con un pennello di silicone.
Distribuire le mele su tutta la superficie e infornare nel forno caldo per 40 minuti.
L’impasto risulta tenero, raffreddando si rassoda.
La base è leggermente friabile e tutto l’insieme è poco dolce ma molto gradevole.

*** La mia amica della montagna, fa una frolla che ho già usato, Olimpia spolvera sempre la base della frolla già tirata, con il lievito. Dice che la frolla si ingentilisce e non rimane gnucca.

4 commenti:

Federica ha detto...

wow che belle ricette! complimenti come sempre!

Daniela ha detto...

Bellissime tutte e due le ricette, un applauso in piu' per la torta di mele, bravissima.
ciao Daniela.

Rosetta ha detto...

Federica, devo avere una mano santaz che mi protegge, la frolla è venuta bene anche se forse non è ben proporzionata.
Mandi

Rosetta ha detto...

Daniela, la crostata di mele "era" veramente buona.
Messa in tavola ieri sera con i biscottoni, oggi pomeriggio sono rimasti solo 2 biscottoni.
Mandi