Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

mercoledì 16 novembre 2011

Nebbia in Valpadana


NEBBIA in VALPADANA
Ormai lo sapete che sono nata in mezzo alle risaie della Lomellina anche se il mio cuore è perso nelle impervie vallate della Carnia-Friuli (per amore del marito).
Al mio paese ho ancora un paio di ziette e, se poi proseguo la strada per Casale Monferrato, appena al di là del Piemonte ho altri zii e zie che mi vogliono un sacco di bene.
Quindi i miei viaggi sono abbastanza frequenti, dal momento che c'è un rapporto affettuoso che col tempo si è sempre più rafforzato.
Ecco, questa volta ho approfittato della situazione, per farvi viaggiare con me in mezzo alla nebbia.
Chi conosce la strada che da Baggio (MI) va verso Abbiategrasso e poi Vigevano, sa di quale strada stò parlando.
In pratica è la parallela della Vigevanese che costeggia il Naviglio.
Solo che la prima è "relativamente" meno frequentata.
Mi ha colpito il fatto che era già da diversi anni che non si vedeva una nebbia del genere e che non si è dissolta neppure durante la giornata.
Diciamo che questa è una buona nebbia, ho conosciuto nebbioni ancora più corposi ... quasi da viaggiare con la testa fuori dal finestrino, in ogni caso non è un gran bel viaggiare.
Se avete voglia di vedere le foto, spero che vi piacciano.

Ore 8,45
Strada di Abbiategrasso nei pressi della Viridea di Cusago




Sul lato sinistro c'è la Slunga di Abbiategrasso, di solito ben visibile

Poco prima del ponte del Ticino

Ponte sul Ticino, di solito si vede l'acqua eee... quando è il periodo si vedono anche i bagnanti.

La casetta che vive ... trovate un bel servizio qui:


Periferia di Vigevano


Cimitero di Mortara

Strada per Mortara







ARRIVOOOO !!!!!

22 commenti:

Stefania ha detto...

che nebbione e che belli i paesi nel tratto che hai fatto. Mi hai poi ricordato una cittadina che ho visitato da poco ma che è stata casa per mio papà durante il militare: casale monferrato, un posto fantastico e le viuzze con il profumo dei krumiri...

morena ha detto...

Anche qui in Emilia in questi giorni la nebbia la fa da padrona ma....è il suo periodo ed ormai ci si è abituati anche se la paragoniamo a quella di anni fa ora è poca cosa!!
Un'abbraccio.
Morena

Günther ha detto...

da quanti anni è che non passo da quelle parti, venivo a mangiare a un ristorante di vigevano quando abitavo a milano, i castagni si chiamava, ho fatto un bel revival.....-)

Rosy ha detto...

Accc... che nebbia!!!

Rosetta non so se ti sei accorta, ti sto copiando tutti i pet digitali. Bello il cagnolino. Ti copierò anche quello. Mi faranno compagnia sul blog. Cerca cerca che io poi copio!
Ih, ih.

Bacioni

LISA51 ha detto...

Sai la nebbia a me mette un po' paura;come hai guidato fin all'arrivo?scommetto che ti sei spaventata da morire.Tutto è bene cio' che finisce bene,meno male.Baci,Lisa.

Rosetta ha detto...

Stefania, quel profumo c'è ancora. E poi un tempo le famiglie facevano quei biscotti alla domenica ... ora sembra che sia domenica tutti i giorni e ogni famiglia ha la sua ricetta.
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Morena, oggi questa nebbiolina è poca cosa ma è pur sempre un disagio, sopratutto per i giovani che non la conoscono.
Mandi

Rosetta ha detto...

Günther, parli di questo ?
VIGEVANO - Ristoranti in VIGEVANO
Via Ottobiano 8/20, VIGEVANO 27029 ( provincia Pavia,
Capperi, è ancora da sballo !
Mandi

Rosetta ha detto...

Rosy, che dirti ?!? non sapevo che si chiamassero pet ... io vado alla ricerca di gif che mi piacciono oppure quando entro in qualche blog e li vedo, a mia volta li copio anch'io, perchè questi, come le gif, hanno (per la maggior parte) licenza libera.
Bacionissimi
Mandi

Rosetta ha detto...

Lisa, ho guidato bene, perchè fortunatamente conosco le nebbie totali di tanti anni fa quando ero giovane.
Ti garantisco, la testa era fuori dal finestrino per vedere la riga bianca e il più delle volte si sbagliava strada perchè non si riconosceva come riferimento un palo o una pianta o una segnaletica.
Tutto Ok, non ti preoccupare.
Mandi

Giuliana ha detto...

che bel réportage nebbioso hai fatto Rosett! Io e te abbiamo l'età per ricordare certi nebbioni che venivano già a ottobre e che duravano settimane e settimane...
Si poteva tagliare col coltello la nebbia da tanto era densa. Ti ci perdevi in mezzo, sentivi solo il suono ovattato dei tuoi passi e a malapena quelli delle altre persone, e aveva il colore e l'odore dell'inverno... a Milano non vedevi il palazzo sull'altro marciapiede per settimane, posso solo immaginare in Lomellina cosa deve essere stato........in questo momento c'è anche qui, dove vivo io, a nord della città, ma è "abbastanza" vivibile...

GG ha detto...

Ciao! Ti ringrazio molto per essere passata sul mio blog, ricambio la vista con molto piacere! ;-)
C'era un po' di nebbiolina, in effetti...ma mica tanta, eh!
Un bacione, mi aggiungo tra i tuoi followers, GG ;-)

Rosetta ha detto...

E' vero Giuliana, se poi metti in conto che le caldaie andavano tutte a carbone, puoi capire perchè ti asciugavi la faccia dall'umidità attaccaticcia della nebbia e ti rimanevano le strisciate nere.
Se ben ricordi a quei tempi di cappotti chiari non ne vedevi in giro ... erano tutti neri o testa di moro o color bottiglia verde scuro :-))).
Poi è iniziata anche la cementificazione selvaggia, prati e fossi sono spariti e la nebbia si è diradata.
Però devo dire che tutto sommato erano bei tempi ... che ne dici Giuliana ?
Mandi

Rosetta ha detto...

Grazie GG, mi sono iscritta anch'io al tuo blog.
L'altra volta non l'ho fatto perchè abbastanza spesso explorer mi lascia in braghe di tela.
Mandi

speedy70 ha detto...

Le nebbie sono arivate con l'inverno. . . Ci riscaldiamo nelle nostre cucine a sfornare golosità. . . Baci cara Rosetta!

Rosetta ha detto...

E' vere Speedy, stiamo bene nelle nostre cucine.
Mandi

Giovanna ha detto...

CIAO MI CHIAMO GIOVANNA E ABITO NELLA PROVINCIA DI PALERMO DALLE NOSTRE PARTI NON CONOSCIAMO LA NEBBIA SECONDO ME CI VUOLE MOLTO CORAGGIO A GUIDARE ,INVECE DALLE NOSTRE PARTI IN QUESTO MOMENTO SIAMO CON LE ,MANICHE CORTE E ANCHE QUESTO NON VA BENE PERCHE ANCHE NOI VOGLIAMO L'INVERNO (NATURALMENTE NON LA NEBBIA PERCHE SAREBBE PER NOI UNA TRAGGEDIA NON SAPREMMO QUIDARE TELASSICURO CIAO TI SEGUIRO

Rosetta ha detto...

Giovanna, mi sono iscritta come sostenitrive al tuo blog, molto bella la torta con la casetta, complimenti.
Mandi

Giovanna ha detto...

Non sono mai stata in Friuli e questa è una cosa a cui voglio presto rimediare, ma la nebbia la conosco da quando vivo in abruzzo prima dalla mia calda e soleggiata Sicilia me la potevo solo immaginare, credo sia genetico ma non mi abituerò mai, io amo il sole e il caldo. baci Rosetta buon fine settimana!

Rosetta ha detto...

Giovanna, io purtroppo non conosco ne il selvaggio Abruzzo e neppure la mitica Sicilia.
Purtroppo queste lacune non le potrò mai colmare, ormai più si avanza con l'età e meno viene la voglia di andare in giro.
Mandi e buon fine settimana

germana ha detto...

Che belli questi paesaggi, proprio come dalle mie parti.
Che calore ovattato!!!Non rinuncerei per nessun mare al mondo.
Mandi mandi

Rosetta ha detto...

Sì Germana, nonostante tutto la nebbia ha il suo fascino.
Buona domenica
Mandi