Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

lunedì 21 novembre 2011

Polenta di Lidia


Non c'è che dire, la polenta è sempre buona e in compagnia si mangia volentieri anche in estate ... il caldo è diverso da quello della città e perciò si accoppia molto bene con tutto eee ... qui era un'altra grigliata.

Polenta fatta con 1 kg di farina


A sinistra Lidia la polentaiola ... non lasciatevi trarre in inganno, ha una forza in quelle braccia che basta mezzo. - a destra Angela la moglie dell'amico Marco.

La vetusta cucina di pietra costruita dal nonno di Angela nei primi anni 900.

Lampadario antico costruito da Checco il papà di Angela - ha usato il fondo di una damigiana :-)))




Ecco Lidia all'opera



Ecco, è a questo punto che la polenta si stacca dal fondo e Lidia con molta abilità la carica tutta sul mescolo di legno, la solleva e la ributta nel paiolo.
Questa operazione richiede molta abilità e Lidia è veramente brava. Purtroppo per scattare certi attimi, ci vorrebbe la cinepresa, la macchina fotografica arriva sempre qualche frazione di secondo dopo.

Vi è piaciuto ?, con questa nebbia, con questa umidità e con questo freddo, a quest'ora me ne mangerei una bella fetta calda con un pezzo di cioccolata ^___^
Gnam gnam

38 commenti:

Stefania ha detto...

quello si che è cucinare! passionee mani, niente aiuti elettrici

Ombretta ha detto...

Come una volta ... Anche mia nonna faceva la polenta così poi mi dava un sacchettino con le croste e erano meglio delle patatine:-) baci

Elisa 2011 ha detto...

Adoro la polenta, la cucino spesso, cotta su quella bellissima stufa avrà un gusto ancora più buono.

Rosetta ha detto...

Hai ragione Stefania ... anch'io mi difendo bene, ma non riesco a far saltare una polenta da 1 kg (di farina) ... i miei polsi non sono tanto forti.
Notte
Mandi

Rosetta ha detto...

Hai ragione Ombretta, mai buttato le croste. Io la faccio nel paiolo antiaderente e mi viene via tutta la crosta a forma di cappello e quella serve nel latte al mattino.
Mandi

Rosetta ha detto...

Elisa, divina ... si sente odore di legna, odore di fumo, odore di mais cotto bene ... capperi mi scende l'acquolina anche se ho già cenato.
Buona notte
Mandi

Daniela ha detto...

Adoro la polenta e quella realizzata con la stufa a legne è ancora piu' buona, che belle le foto di questo post e quanti ricordi mi hanno fatto tornare in mente.Un abbraccio Daniela.

Ely ha detto...

Che post meraviglioso... che cucina meravigliosa... che amiche meravigliose.... la polenta è sempre la polenta se cucinata con i sacri crismi! baci

Rosetta ha detto...

Ciao Daniela, stufe a legna di questo stampo non ce ne sono quasi più ... gia da decenni sono state soppiantate da quelle più moderne smaltate di bianco.
Buona notte
Mandi

Rosetta ha detto...

Ely, sono fortunataad avere degli amici meravigliosi.
Mandi

i dolci di laura ha detto...

che bella la tradizione della polenta!

Rosetta ha detto...

Laura, penso che come la tradizione del pane, quella della polenta non tramonterà mai.
Buona notte
Mandi

Giuliana ha detto...

adoro la polenta, da brava friulana, potrei viverci! Se poi è fatta sul fuoco è fantastica...
Grazie Rosetta, mi fai respirare aria di casa...

speedy70 ha detto...

Magari avere una stufa a legna così, che spettacolo!!!!!

Giovanna ha detto...

Rosetta che bel post, mai visto preparare la vera polenta,che carina la cucina...passa un attimo da me appena hai 5 minuti ho una cosa per te ;)

Rosetta ha detto...

Giuliana, io adoro la tua terra e quando sono qui a Milano, mi consolo mettendo sul mio blogghino le foto fattedi recente e sopratutto mi piace descrivere i cibi che ho avuto la grazia di assaggiare.
Mandi

Rosetta ha detto...

Puoi ben dirlo Speedy, di quelle stufe in muratura fatte come una volta, se ne trovano ben poche.
Mandi

Rosetta ha detto...

Arrivo Giovanna, grazie e buon pomeriggio.
Mandi

Valentina ha detto...

Se non fosse così calorica mangerei polenta un giorno si e l'altro pure!! Bellissimo condividere questi momenti con gli amici, e la cucina di pietra è affascinante. La cucina è tutto questo. Baci

stella dell 'est ha detto...

La polenta non è per nulla calorica,calorico è il sughetto con il quale la si accompagna.(x rispondere a Valentina).Io qui in Friuli la mangio spesso dalla suocera che la cucina in un paiolo come il tuo,quando è pronta la rovescia sul tagliere(taier) e taglia le fette con lo spago.Bellissimo lo "spolert"(stufa)fatto di mattoni.Ce fam,kumo la mangiares!!!Mandi...mandi da Olge!!!

Rosetta ha detto...

Valentina, ti ha già risposto Stella ... è l'accompagnamento che ingrassa ^___^.
Nelle diete ne sono concessi (se non erro) 200 g di polenta cotta.
Hai voglia ti sazi come un bufalo.
Mangiala tranquilla.
Buona notte
Mandi

Rosetta ha detto...

Stella, l'hai manghiada cumò ul lat !
Mandi

ROSSANA ha detto...

Bellissima stufa...e la polenta gnam, ciao Ross

Giovanna ha detto...

STUPENDO CUCINARE COSI MERAVIGLIOSO MI SONO AGGIUNTA SE TI VA PASSA A TROVARMI

Rosetta ha detto...

Grazie per essere passata dal mio blog Rossana, Buona notte
Mandi

Rosetta ha detto...

Giovanna sono stata a trovarti e a iscrivermi fra i tuoi lettori fissi. Bellissima la tua casetta.
Mandi

LISA51 ha detto...

Bellissimo tutto questo,come vorrei starti vicino anch'io,ne guadagnerei in salute.Lezioni di vita,servono a tutti,la polenta poi l'avete mangiata tutta?bacioni.Lisa

Graal77 ha detto...

MAMMA MIA!!!!Quella cucina e' favolosa!!!!io adoro le cose del passato...sanno di famiglia,di attesa, di speranza!!!!!brava !!!!la polenta l'ho mangiata una sola volta a Torino ed era buonissima piena di carni secche e formaggi!!!!!buona vita e buona cucina!!!

Günther ha detto...

e vai di polenta....., la polenta in compagnia è tutta un altra cosa :-)

Roxy ha detto...

Vedere le tue immagini mi fa tornare alla mente quando da ragazzina andavamo a Brescia da una cucina di mio padre e ci preparava anche lei la polenta in un bel paiolo enorme (eravamo sempre in 12/13 persone) in un locale apposito in cui c'era una cucina in pietra simile al questa nelle foto....poi via di carne alla brace!!! quante cose sono cambiate da allora...che bei ricordi!!!! Grazie per avermi fatto fare un tuffo nei ricordi!!!

Rosetta ha detto...

Lisa, eravamo in 12 di cui due giovanotti dal'appetito robusto ... non è rimasto nulla.
Ti prenderei volentieri con me. Un bacione
Mandi

Rosetta ha detto...

Graall, solo una volta hai mangiato la polenta ? ahai ahai ahai, non sai cosa perdi.
Mandi

Rosetta ha detto...

Günther, una volta ne mangiavo tanta per necessità, ora la mangio in compagnia ed è veramente la cosa più buona che ci sia.
Mandi

Rosetta ha detto...

Roxy, tante cose non solo sono state cambiate, ma stravolte completamente.
Grazie per la visita.
Mandi

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

Ma che bell'atmosfera che trasmettono queste foto! Complimenti! baci

Manuela ha detto...

Ma che bel post!! io queste cucine penso di non averle mai viste!!! Questa sì che è polentaaaaaa!!! un bacione.

Rosetta ha detto...

Grazie Emanuela ! molto bello il tuo blog, mi piace.
Buona serata
Mandi

Rosetta ha detto...

Manuela, sei molto giovane, è per questo che non hai mai visto quelle vecchie e vetuste cucine.!
Un bacione
Mandi