Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

domenica 24 maggio 2015

Cento anni dopo - 24 Maggio 2015







CENTO ANNI DOPO
24 MAGGIO 2015



Queste due sono foto scattate dal mio amico Marco Vergendo

Foto del web: www.alpinibelledo.i

Le stelle alpine sono sempre state il simbolo dei nostri alpini mio nonno ne portò una alla nonna, finita la prima guerra del 15-18.
Mio padre ne portò una alla mamma terminata la seconda guerra nel 46.
Dedico a tutti gli alpini, foto delle mie di Stelle Alpine. 
Ormai in alta montagna non ci vado più, le mie ginocchia non me lo permettono, ma mi piace averle e tutti gli anni ne compero un vaso nel vivaio di piante; sono bellissime.








10 commenti:

tesselleelle ha detto...

Bellissimo ricordo, bello anche l'aneddoto di genitori e nonni sulle stelle alpine!...anche a me piacciono tanto le stelle alpine e anche se abito in pianura ogni tanto le compro anch'io e messe in giardino dove ho molta ombra alcune volte sono resistite anche per qualche anno insieme alla genziana che ormai è da tempo che fiorisce tutti gli anni....
Adoro gli Alpini.

Un bacione,
Laura

Rosetta ha detto...

Ciao Laura, grazie per le tue belle parole, ora vivo in montagna e non più a MI, altra vita meravigliosa.
Buona domenica amica mia.
Mandi



speedy70 ha detto...

Un bellissimo post cara Rosetta, per non dimenticare..... Mi hai commossa!

Rosetta ha detto...

Ciao Speedy, mai dimenticare, queste non sono favole è verità sacrosanta.
Buona serata e buona settimana amica mia.
Mandi

Batù Simo ha detto...

hai ragione sono bellissime anche quelle coltivate, anche perchè sulle nostre montagne, ormai, per colpa di incivili che strappano i fiori selvatici, che riempiono le vallate di sacchi di immondizia, le stelle alpine naturali, spontanee non ci sono nemmeno più e quelle poche rimaste sono protette, se la guardia forestale becca persone a prenderle sono multe salate, una volta invece crescevano in abbondanza, mi ricordo anche io da bambina quando andavamo a camminare nei boschi, era facile trovale (ne avevo ancora una o due fatte seccare da qualche parte, chissà dove sono finte nei traslochi vari...) bello il tuo post cara amica mia! baci, Mandi!

Rosetta ha detto...

Ciao Simo, hai ragione, la raccolta selvaggia delle stelle alpine con l'estirpazione delle radici, ne ha compromesso la proliferazione spontanea.
La gente non capisce che basta prendere un fiore e lasciare le radici nel loro abitat.
A fine stagione, le mie stelle alpine coltivate le faccio portare da mio marito nei luoghi dove di solito crescono ... col tempo ridiventano selvagge come dovrebbero essere.
Ciao Simo, buona settimana
Mandi

Paco ha detto...

Buenas días Rosetta. Un homenaje muy bonito y con mucho sentimiento. Me encanta la planta que nos dejas en las fotografías.
Muchas gracias por tus visitas y tus comentarios
Un beso Paco

Rosetta ha detto...

Hola Paco alegramos te gustó mi post.
Buena semana mi amigo.
Un abrazo cariñoso
Mandi

Ely ha detto...

Mandissimo. Amo le stelle alpine, la poesia che sanno regalare. La loro forza, la loro anima d'argento. E ho passato l'infanzia alle feste degli alpini.. ogni tanto vorrei tornare indietro, per vedere se posso ricominciare. Da capo. Un bacio, sono persa chissà dove ma conto di trovarmi prima o poi.. tvb

Rosetta ha detto...

Ciao dolcissima Ely, pur essendo nata nella pianura padana, ho sempre avuto un amore stupendo per le stelle alpine.
Forse perchè le uniche due viste da piccola erano come reliquie intoccabili.
La nonna la teneva in una cornice con la foto sbiadita del nonno vestito da alpino.
E quella che papà aveva regalato a mamma, era incollata all'album delle foto, dove c'era papà vestito da alpino.
Quando le ho, mi rallegrano l'anima.
Buona giornata amica mia
Mandi