IL FOGOLÂR

IL FOGOLÂR
“Mandi, è il saluto friulano che equivale a ciao. Il significato si perde nella notte dei tempi e vorrebbe dire “nelle mani di Dio” ;ma forse è di origine precristiana, con la frase “nelle mani degli dei”. Nella lingua latina mandi vorrebbe dire: “La mano di Dio ti protegga” (“Manus Dei”) o, anche “Conservati a lungo!” (“Mane diu”) ed ancora dal latino “mane-diu” Vai nelle mani di Dio.” “che tu rimanga a lungo (su questa terra) ”. Mandi a dûc

My Family - Papy Mamy - Teo & Mary - eee...

martedì 11 gennaio 2011

Fagiano alla cacciatora

I fagiani non li ho solo dagli amici della montagna, ma anche dallo zietto di Casale, anche lui appassionato cacciatore … (ma i suoi arrivano quasi sempre dall’allevamento) … ha un cane al quale è affezionatissimo, che gli fa scappare la selvaggina invece di puntarla e basta.
La ricetta che vi propongo è molto semplice e gustosa.
Di solito me li danno già frollati, spiumati, fiammeggiati, lavati, asciugato e congelati.

Foto del web

FAGIANO alla CACCIATORA

per 4/6 persone

1 fagiano da 1,5 kg
2 carote medie
2 gambi di sedano verde
1 cipolla ramata (gialla)
1 cucchiaio colmo di triplo concentrato di pomodoro Mutti
½ bicchiere di vino Raboso
brodo di carne o di dado
funghi secchi a piacere
burro e olio (dipende da quanto puccino volete)
sale e pepe q.b.

Il fegato del fagiano, se ce l’avete conferisce al sughetto un sapore particolare. (se non piace, ometterlo)

Scongelare il fagiano, asciugarlo e tagliarlo a pezzi.
In un tegame sciogliere il burro con l’olio e rosolare i pezzi di carne da tutte le parti.
Salare, pepare e bagnare con il vino rosso.
Lasciare evaporare e unire i funghi rinvenuti in acqua tiepida, risciacquati, strizzati e tagliati a pezzi grossi.
Aggiungere anche le carote, il sedano e la cipolla tritati finemente.
Bagnare con il brodo nel quale è stato diluito il concentrato di pomodoro e per ultimo aggiungere il fegato tritato finemente.
Mescolare , coprire il recipiente e cuocere a fuoco moderato per 45 minuti circa, girando i pezzi di tanto in tanto.
Aggiungere brodo di tanto in tanto, avendo cura che il cibo non si attacchi al fondo.
A cottura ultimata, disporre i pezzi di carne su un piatto da portata, passare il sughetto al setaccio e versarlo sul fagiano.
Servire molto caldo con polenta.

6 commenti:

Gunther ha detto...

che bella ricetta ma non sono mai riuscito a prenderne uno se non dal macellaio, ciao

Rosetta ha detto...

Gunther, li conosco per il piumaggio perchè ne ho visti tanti, ma a dire la verità, se non ci fosse lo zio e gli amici cacciatori, non ne gusterei neppure uno.
Mandi

Ely ha detto...

che bontà! certo che sei ben fortunata eh? baci Ely

Rosetta ha detto...

Credo di si Eli, ho degli amici e degli zii strepitosi.
Mandi

Rachel ha detto...

Minha nossa, nunca comi, mas deve ficar muito saboroso...adoro polenta e a foto da sua está de dar água na boca, até a fumacinha quentinha dá pra ver...rs!
Bjuss!!!

Rosetta ha detto...

Rachel, sei unica !
Il prossimo estate vieni a trovarmi in montagna, ti farò tutta la polenta che desideri.
Beijos