Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

sabato 19 aprile 2008

Bigoli mori













Un tempo le famiglie meno abbienti omettevano le uova ed il burro, che servono per rendere i bigoli più morbidi.
BIGOLI MORI

Sulla spianatoia preparare la farina integrale a fontana.
Aggiungere le uova, il burro e iniziare a impastare, aggiungendo, all’occorrenza, acqua tiepida e sale.
Lavorare bene per ottenere un panetto sodo ed elastico, lasciarlo sulla spianatoia e coprirlo per mezz’ora circa.
A questo punto inserire la pasta nel torchio-bigolaro e tagliare i bigoli della lunghezza desiderata.
Intanto starà trminando la cottura del sughetto d’anatra fatto con un soffritto di burro e cipolla tritata.
Aggiungere un poco di polpa d’anatra e le regaglie (tenere a parte il fegato), tutto tagliato a dadini.
Spruzzare con il vino bianco e c uocere 20/25 minuti aggiungendo la salvia (a piacere).
Aggiungere poco brodo, se necessario.Poco prima di togliere dal fuoco, aggiustare di sale e pepe e aggiungere i fegatini – mescolare e spegnere.
Lessare i bigoli nel brodo di anatra e condire con il sugo.

2 commenti:

Aurora ha detto...

Gesù... ma tu dormi di notte?

Scrivo qui, ma brava per tutto quello che hai scritto che adesso cerco di rileggere con calma.

Mi piacerebbe molto fare i bigoli,ma col tritacarne non ci riesco, mi devo impegnare di più.

rosatea ha detto...

In effetti anche con il tritacarne a mano è un pò difficoltoso, bisogna trovare il punto giusto di consistenza dell'impasto e poi tutto fila.
Buon divertimento