Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

martedì 22 luglio 2008

Spelare peperoni al MO (microonde)




















Nel post Pasta fredda peperoni e ... ( che trovate qui

http://http//ilfogolar.blogspot.com/search/label/Pasta%20e%20riso

mi è stato chiesto da:

http://nellacucinadimartina.blogspot.com/ - clamilla

http://www.mestoloepaiolo.blogspot.com/ - Mestolo e paiolo Stefano

di spiegare che metodo uso per la bruciacchiatura e spelatura dei peperoni .

Perdonatemi il ritardo comunque mai dire banzai ... eccovi la spiegazione:



SPELATURA PEPERONI al MO (microonde)

Lavare e asciugare bene i peperoni
Preriscaldare il piatto crisp per un paio di minuti o tre alla massima potenza
Appena è ben caldo appoggiare i peperoni e chiudere velocemente il MO
Calcolare 5 minuti circa, ma siete pregati di tenere sotto controllo la cottura, poiché appena la buccia dei peperoni inizia a scoppiettare e a spaccarsi, spegnere il MO e girarli.
Riaccendere e ripetere l’operazione.
A cottura ultimata lasciarli raffreddare completamente nel MO
Munirsi di coltellino appuntito da cucina e di scottex o uno strofinaccio da cucina.
Appoggiare un peperone alla volta sul tagliere, togliere con le mani la pellicina che viene via e quella resistente sollevarla e toglierla con la punta del coltellino.
A questo punto pulire i peperoni con lo scottex e procedere allo svuotamento, tagliandolo a falde, togliendo semini e filamenti bianchi.

4 commenti:

clamilla ha detto...

Grazie 1.000 per la spiegazione al dettaglio!!!!
In settimana provo!
Martina

rosatea ha detto...

Ho anche un altro sistema, un poco più lungo ma altrettanto efficace.
In montagna farò la sequenza fotografica e più avanti la posterò.
Mandi

michela ha detto...

Grazie Rosetta..io li faccio ancora alla griglia perchè mi piace carbonizzarli proprio...eheheh!
Vedi ognuno c'ha le sue fisse.

Stefania Garofalo ha detto...

Grazie mille, cercavo proprio questo! Lo dirò anche a una collega espertissima ma che non sapeva come fare e a cui ho fatto conoscere il microonde! Grazie!
Stefi