Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

sabato 11 ottobre 2008

Ossibuchi di Mamyros










OSSIBUCHI di Mamyros

4 ossibuchi posteriori da 450 gr cad
200 gr. carote200 gr. cipolla bianca2 coste di sedanobrodo di carne50 gr. concentrato di pomodoro
150 cl. Pinot grigio
1 spicchio d’aglio1 cucchiaio farina biancasale, pepe, salvia e rosmarino
Olio – burro q.b.

Incidere il nervo esterno degli ossibuchi in più punti in modo che la carne non si chiuda a riccio.
Infarinare gli ossibuchi, appoggiarli in una padella con poco olio e rosolarli su entrambe i lati sino a doratura. Salare e pepare.
In un altro tegame rosolare col burro il sedano, le carote, le cipolle tritate, l’aglio, la salvia e il rosmarino anch’essi tritati.
Bagnare con Pinot grigio, lasciare sfumare e aggiungere il concentrato di pomodoro sciolto in poco brodo.
Trasferire gli ossibuchi nel tegame con un mestolo di brodo e portare a cottura a fuoco lento, aggiungendo altro brodo se necessita.
Salare e pepare.

*** VARIANTI:
Quando gli ossibuchi sono quasi pronti, aggiungere piselli e portare a cottura insieme.
Oppure patate e pezzi, oppure un mix di patate e piselli.

Sono ottimi anche con il cavolo verza sbollentato una decina di minuti e aggiunto agli ossibuchi mezz'ora prima della fine della cottura.

Nessun commento: