Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

lunedì 10 novembre 2008

Oca con le verze



OCA con le VERZE

Per 6 persone
oca 1 intera privata della pelle
verze scure 2 kg
burro 50 g
olio di oliva q.b.
alloro 2 foglie
sedano 1 piccolo gambo
passata di pomodori 100 g
cipolle
vino bianco secco 200 cc
brodo q.b
sale q.b.


E’ detta anche cassoeula (o bottaggio) o ragò d'oca, per la sostanziale somiglianza con la cassoeula di maiale.
E' un piatto comune nella Lomellina e nelle zone confinanti con il Monferrato.
Con la polenta diventa piatto unico e si abbina bene ad un vino asciutto e con leggero retrogusto di mandorla.
Tagliare l'oca a pezzi e rosolarla in una casseruola con olio e burro.
Aggiungere l’alloro, la cipolla tritata e il sedano a pezzetti.
Lasciare appassire la verdura, aggiungere il vino bianco e i pomodori passati; bagnare con il brodo e cuocere sino quasi alla fine.
Aggiungere le verze tagliate a listarelle e finire di cuocere.
Servire quando le verze sono ben cotte.

Volendo si può cuocere al forno per 2 ore e ½
Dopo la rosolatura mettete l'oca in forno a 220 gradi per 30 minuti;
abbassate la temperatura del forno a 180 gradi e continuate la cottura per 2 ore
Dopo circa 2 ore unire la verza.

2 commenti:

clamilla ha detto...

noooooooo ma sei sadica!!! non mi puoi mettere quella bella immagine li sopra con la ricetta sotto!!!eheheheh ciao son passata per un salutino piccino picciò!
Marty

rosatea ha detto...

Mica potevo fartela vedere spennata neèèè !??!
Baciottoni dolomitici