Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

giovedì 5 febbraio 2009

Polpette patate, porri e ...

No carne ??? e allora polpette !
Fatte sia al MO che nel forno tradizionale, tenere e buone … sono rimaste solo quelle che ho tenuto per mamma.
Quante capriole per accontentare tutti, passate le feste non c'è nulla che vada bene e così, almeno una volta al giorno, devo pensare a qualche cosa di diverso.
Per fortuna le polpette al forno non sono pesanti come quelle fritte e le mangiano volentieri.


POLPETTE patate, porri e ...

4 patate medie
100 g praga in cubetti
150 g salame
60 g formaggio Montasio stagionato (un pezzetto)
3 sottilette Tigre
1 pezzetto porro (foglie più verdi)
Prezzemolo
1 uovo
1 cucchiaio di farina (forse un poco di più)
1 ½ cucchiai di olio
Sale e pepe q.b.

Lessare le patate, sbucciarle e passarle al setaccio collocandole in una terrina,
Sbianchire il porro (sbollentarlo solo qualche minuto), tritarlo grossolanamente e aggiungerlo alle patate.
Spezzettare le sottilette e mettele nel composto.
Unire l’uovo, l’olio, la farina, il prezzemolo, il sale, il pepe, il prosciutto il salame e il montasio tritati grossolanamente al mixer.
Amalgamare e lasciare riposare un’oretta.
Formare le polpette e appoggiarle sulla placca del forno.
Infornare a forno già caldo a 220° finchè hanno preso colore (1/2 ora circa).

*** Quelle che non stavano sulla placca, le ho messe sul piatto crisp e cotte al MO (microonde) per 8/9 minuti circa, girandole ogni 2 o 3 minuti.

Accompagnate da una buona insalata.

4 commenti:

Maurina ha detto...

Ecco... di queste io me ne mangerei una teglia intera. Che buone!!!

Rosatea ha detto...

Golosona !
oltretutto sono leggere perchè non sono fritte.
Ricorda però, di non fare l'impasto troppo duro, lascialo leggermente morbido.
Mandi

Mestolo e Paiolo ha detto...

Hanno un aspetto delizioso,...ma come fanno a finire subito??? Ne ho contate 26! ^__^
Buona serata,
Stefano

Rosatea ha detto...

Caro Stefano, mio marito è un sacco senza fondo ed è magro come un grissino.
Il pargolo allena i bambini a calcio, è una buona forchetta e smaltisce.
E poi c'è mamma, glie ne ho date 5 e se le è spazzolate per cena, con insalatina.
Io sono l'unica fuori dal coro, sono dietaperennedipendente e quindi mi sfogo a cucinare per gli altri.
:-)))))))))
Buona serata anche a te
Mandi