Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

lunedì 20 aprile 2009

Frittelle di San Giuseppe salate

Questa è una ricetta che ho postato 3 anni fa in un sito di cucina, di tanto in tanto la rispolvero con successo.
No foto


FRITTELLE di SAN GIUSEPPE salate di Rosy
2 bicchieri d'acqua,
2 cucchiai di olio di oliva,
sale … non molto
250 g di farina,
2 uova,
½ cucchiaio di bicarbonato,
la scorza grattugiata di un limone
70 g speck tagliato a dadini piccolissimi

Versare in una pentola l’acqua, il sale, il limone grattugiato e l’olio
Portare ad ebollizione, togliere la pentola dal fuoco e unire immediatamente la farina in un colpo solo.
Mescolare a lungo finchè l’impasto sarà omogeneo (una decina di minuti). (l’ultima volta che li ho fatti, ho messo l’impasto nel Kenwood)
Appena si sarà intiepidito, quasi freddo, aggiungere le uova, una alla volta. Non aggiungere il secondo se il primo non è ben incorporato.
Solo a questo punto unire il bicarbonato e lo speck tagliato a dadini piccolissimi.
Impastare di nuovo per amalgamare bene gli ultimi ingredienti.
Friggere le frittelle in una padella con abbondante olio bollente, versare l’impasto a piccole quantità, della grandezza di una noce.
Toglierle e gettarle immediatamente in un piatto nel quale sarà già pronta una panure di semi di papavero e sale grosso tritato grossolanamente (o meglio ancora schiacciato con il batticarne).
Trasferirle in un vassoio e servire ancora tiepide.

4 commenti:

Il Cortile ha detto...

mmm questo è golosossimo visto che con la vecchiaia mi piace sempre di più il salato che il dolce.

Peccato che non si possono preparare per tempo, vero?

Aurora

Rosetta ha detto...

No, falle con calma, le gusti meglio
Mandi

Barbara ha detto...

Ti scopiazzo anche questa!!! ;-)) il maritozzo adora l'originale, devo provare anche la tua versione salata!

Rosetta ha detto...

Fai pure Barbara, se poi devi accontentare il marito metticela tutta.
Mandi