Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

martedì 21 aprile 2009

Triangoli di pasta fillo

Vi ho già detto che il mio, più che un blog è un archivio e dal mio archivio riporto qui alcune delle tante mie ricette che ho stipato in tanti anni.

La pasta fillo è molto delicata e si presta a tante soluzione in cucina, da cuocere sia fritta che al forno … unico inconveniente è la lavorazione difficilotta ma non inaccessibile.
Per comodità ho usato e uso quella già confezionata, quando ho voglia e tempo la faccio da sol
TRIENGOLI di PASTA FILLO di Rosy

Pasta Fillo
Spinaci tritati e saltati in padella con lo scalogno
Formaggio Feta
Olio ex.v.oliva
Sale q.b.

Spennellare i fogli di pasta fillo, uno per uno, per evitare che si secchi.
Saltare in padella gli spinaci con lo scalogno e un poco di olio, salare ed eventualmente aromatizzare come preferite.
Ritagliare dei quadrati di pasta.
Appoggiare al centro di ogni quadrato un cucchiaio di spinaci mischiati con la feta sbriciolata.
Chiudere a triangolo e sigillare bene.
Spennellare tutti i triangoli con burro fuso
Infornare a 180° finchè saranno dorati.e lasciar dorare i triangoli. (forno preriscaldato).

*** questa è una ricetta molto semplice, lasciatevi aiutare dalla fantasia

4 commenti:

mamanluisa ha detto...

ciao Rosetta, passa dal mio blog, c'è un premio per te!
Serafina

ranatam ha detto...

Ciao Rosetta è stato un piacere leggere il tuo post, e, sopratutto sapere che hai vissuto nella mia adorata Sardegna. Ciao a presto

Rosetta ha detto...

Grazie Mamanluisa, girato ad altre otto amiche ... anche se neho tantissime di più.
Un bacione
Mandi

Rosetta ha detto...

Ranatam, la tua Sardegna mi è piaciuta moltissimo, trent'anni fa la nostra giulietta ha macinato più kilometri nella tua stupenda isola che in continente.
Ho conosciuto persone stupende, usi e costumi che per noi continentali erano quasi sconosciuti.
Oggi ti ho assegnato un premio, ti prego di ritirarlo e di farlo circolare.
Un bacio
Mandi