Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

martedì 6 ottobre 2009

Gnocchi di barbabietole

Gnam gnam !!!!!
A noi piacciono le barbabietole, di solito condite in insalata con olio, aceto, pepe e sale, oppure faccio i Casunziei ampezzani ( ravioli tipici di Cortina d’Ampezzo).
Questa volta ho voluto cambiare … gli gnocchi si fanno in tanti modi, li ho già fatti altre volte ma non li ho mai fotografati, questa volta vi accontento.
Le barbabietole rosse già cotte, si trovano sui banchi dei supermercati tutto l’anno e perciò gli gnocchi potete prepararli in tutte le stagioni, sicuri di soddisfare molti palati.

Piccola porzione per me, condita solo con olio consentito




GNOCCHI di BARBABIETOLE

per 4 o 6 persone

400 g di barbabietole rosse
2 patate medie
3 cucchiai colmi di farina di grano saraceno
1 cucchiaio di farina 00
½ cucchiaino di cannella (facoltativo)
2 cucchiai colmi di formaggio montasio grattugiato
sale affumicato della Danimarca
pepe appena macinato
burro fuso per condire

sbucciare lavare e tagliare a pezzetti le patate, cuocerle nell’acqua leggermente salata, e quando sono cotte lasciarle raffreddare, poi schiacciarle con i rebbi della forchetta.
Inserire nel tritatutto le barbabietole tagliate sbucciate e tagliate a pezzetti, l’uovo e ridurre in purè.
Versare le barbabietole in una terrina, aggiungere le patate, le farine, il pane, la cannella, il formaggio, il sale e il pepe.
Amalgamare per bene, se necessario aggiungere altra farina, l’impasto non deve essere troppo consistente ma neppure molle.
Lasciare riposare un’oretta e poi formare delle pallotte grosse quanto un’albicocca.
Cuocere gli gnocchi in acqeua . che appena sobbolle, in questo modo non si rischia di romperli.

*** Preparare il burro fuso sino a diventare color nocciola, condire con questo gli gnocchi porzionati nei singoli piatti, già spolverati con altro formaggio grattugiato.

***Ricordo che mia nonna me li faceva sempre alla Cecco Beppe … cotti e conditi con il burro fuso versato sugli gnocchi spolverati con zucchero e abbondante cannella.

6 commenti:

germana ha detto...

Non li ho mai fatti, mi piacerebbe provarli alla Cecco Beppe.
mandi mandi

Rosetta ha detto...

Germana, sono perfetti anche come dolce alla Cecco Beppe.
Sono gnocci tipici del tirolese e qualche cosina anche sui monti del mio paese che assorbe un poco il retaggio di Cortina d'Ampezzo.

Preciso:
Cortina d'Ampezzo è una (ormai) cittadina bellunese

Ampezzo, il mio paesino è agli ultimi avamposti delle Dolomiti carniche

La distanza fra una e l'altra è di 50 km circa.

Mandi mandi

pinar ha detto...

io amo le barbabietole e così devono essere ottime!
le proverò

Rosetta ha detto...

Pinar, ti troverai bene.
Mandi mandi

iana ha detto...

wow.... anch'io amo le rape ma non avrei mai pensato di farci gli gnocchi!

Rosetta ha detto...

Provaci Iana, ti piaceranno !
Mandi mandi