Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

giovedì 15 ottobre 2009

Risotto ai wurstel

Questa è un’altra preparazione molto gettonata la scorsa estate, e questa ve la devo raccontare perché merita.
Un giorno la mia amica Maria ha avuto degli ospiti all’improvviso, aveva già la pasta in pentola, si lascia prendere dal panico e mi chiama chiedendomi cosa deve fare …
Intanto le raccomando di non lasciarsi prendere dall’ansia altrimenti tutto va a rotoli, combinazione vuole che stò facendo il risotto coni wurstel, glie lo porto e lei mette nei piatti una piccola porzione di pasta e un’altra di risotto, insomma fa un duo di primi … per il resto ha dell’ottimo salame, un altrettanto ottimo formaggio, è brava a mettere sott’olio le verdure del suo orto, frutta ne ha e quindi la tranquillizzo, successone …….
Ora è d’obbligo dirvi che al piano terreno io ho la mia cucina e mio cognato ha la sua,
il cognato ha le camere al primo piano e io le ho al secondo.
Per non fare le scale tante volte, al mattino scendo verso le 8, dopo aver terminati i lavori di sopra.
Un mattino scendo in cucina e che ti trovo sul tavolo ???
Un grande tegame, 2 kg di riso, formaggio già grattugiato, 6 pacchetti di wurstel, 6 giovani zucchine e un sacchetto di scalogni.
Risata galattica, passo da Maria e mi dice che a ½ giorno (oltre a loro 3) ci saranno 5 carabinieri, giovani colleghi del figlio … li conosco di vista, sono tutti marcantoni alti un metro e ottanta circa, con un appetito formidabile.
Maria si lascia prendere dal panico a mettere a tavola più di 4 o 5 persone, figuriamoci se oltrepassano la misura.
Ho preparato 1, 2 kg e di riso, è stato spazzolato tutto con tanti complimenti alla cuoca, non hanno mai mangiato il risotto con i wusterl.
Nemmeno io non lo avevo mai fatto, solo che era una giornata con pioggia a catinelle, i miei volevano il risotto, di salsiccia non ne avevo e non avevo voglia di andare sino in macelleria e quindi avevo usato i wusterl che c’erano in casa.
I wusterl hanno avuto un grande successo e, insieme ad altre preparazioni, sono stati molto gettonati per tutta l’estate.

Porzione di Martino che ha chiesto alla nonna Losetta il lisotto

RISOTTO ai WURSTERL

per 3 ½ porzioni

280 g di riso carnaroli
1 pacchetto di wurstel (da 4)
1 zucchina media
3 scalogni
burro di montagna q.b. (mettete quello buono)
formaggio montasio grattugiato
1 dado
sale e pepe q.b.

In un tegame rosolare il burro con lo scalogno, rosolare leggermente i wurstel tagliati a rondelle e infine la zucchina tagliata a pezzetti.
Quando tutto è ben rosolato, unire il riso e tostarlo un poco.
Mescolare, spegnere il fuoco e lasciar riposare per un’oretta.
Riprendere il riso al momento giusto, appena inizia a tostare di nuovo aggiungere brodo di dado sino a cottura ultimata.
Prima di spegnere aggiustare di pepe e sale, spolverare con una generosa manciata di montasio grattugiato e un pezzetto di burro.
Mescolare, spegnere e lasciar riposare alcuni minuti.
Servire con altro formaggio che ognuno aggiungerà se lo desidera.

16 commenti:

LISA51 ha detto...

Questo passaggio :deve riposare un'ora,è obbligatorio?A presto,Lisa.

Rosetta ha detto...

No Lisa, non è obbligatorio, io lo faccio perchè mi sembra che il riso abbia più tempo per armonizzare con tutti i sapori.
Mandi mandi

Betty ha detto...

adoro il risotto e poi con i wurstel credo che sia proprio saporitissimo!!
complimenti e buon fine settimana.

Mirtilla ha detto...

ma sai che nn l'ho mai provato?
sembra davvero delizioso ;)

Rosetta ha detto...

Ciao Betty, grazie per la visita, verrò a trovare anche te.
Il risotto è veramente saporito e molto gradevole, basta essere amanti di questo sapore particolare.
Mandi mandi

Rosetta ha detto...

Provalo Mirtilla, non ti troverai pentita.
Grazie per la visita !
Mandi mandi

Federica ha detto...

questo lo provo di sicuro...piacerà anche alla mia piccola peste!! ciao!

Rosetta ha detto...

Se è piaciuto al mio nipotino di due anni e tre mesi, sono sicura che piacerà anche alla tua piccola peste.
Mandi mandi

Daniela ha detto...

Che bello questo racconto, capisco perfettamente perchè il tuo risotto è stato spazzolato in un baleno, io non l'ho mai provato e ti ringrazio della ricetta.
Ciao Daniela.

Mestolo e Paiolo ha detto...

Ciao Rosetta, questa è una novità per me. Lo proverò. Il montasio sul risotto è una garanzia.
Buona domenica.

Rosetta ha detto...

Ciao Stefano, provalo, senz'altro piacerà anche al tuo picolo !
Il montasio ???, da quando ho imparato a usarlo, non posso più farne a meno.
Un bacione
Mandi mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Daniela, provalo e poi mi saprai dire.
Un bacione
Mandi mandi

Gunther ha detto...

mi piace molto il wuestel e le zucchine insieme trasforma il risotto quasi in un piatto completo

Rosetta ha detto...

Ghunter, credo che questo binomio sia azzeccato, la zucchina ingentilisce il gusto forte del vusterl.
Mandi mandi

germana ha detto...

Mi piace il riso, quasi come la polenta, ed allora non mi resta che provarlo;e poi da come hai raccontato l'aneddoto, traspare amore per la famiglia e la cucina.
mandi mandi

Rosetta ha detto...

Germana !
Da buona risottara padana, non ti resta che provare anche questa versione.
Mandi mandi