Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

venerdì 9 ottobre 2009

Schiscètta










SCHISCĖTTA

Macchè bento e bento, ormai in molti si dimenticano della bella e ricca lingua italiana.
Da cosa deriva il termine schiscètta non lo so, secondo me deriva dal fatto che :
nella parte inferiore del recipiente si metteva pasta asciutta o risotto abbondante e, appoggiando sopra il recipiente piccolo che di solito conteneva insalata, polpette o salumi o formaggio o altro, schiacciava le preparazioni del recipiente grande sotto.
In milanese schiacciava = schisciava e da qui penso che sia derivato il nome di schiscètta.
Chissà nelle altre regioni se c’era e come veniva chiamata.
Io ho fatto in tempo ad usarla per diverso tempo, lavoravo nella parte opposta di Milano e nell’intervallo del mezzogiorno non facevo in tempo a tornare a casa.
Che tempi e che ricordi ragazzi !

Evviva la schiscètta !!!

Schiscètta chiusa


Recipiente grande che si riempiva sino a metà con pasta o altro

Recipiente grande e piccolo

Il recipiente piccolo per polpette o altro si appoggiava supra alla pasta, si chiudeva con il coperchio e si sigillava con dei ganci laterali.
*** Le mie amiche di http://www.ilcortiledellematte.it/ mi hanno aiutato a trovare alcune soluzioni al mio interrogativo, ho così imparato che:

il termine italiano esatto è gavetta che deriva dal latino e vuol dire ciotola o scodella
Schiscètta, che in milanese si dice schiscèta con una t deriva proprio da :
sta schish cioè stai schiacciato, proprio perchè all'interno il cibo si metteva ben pigiato.
Schisceta in milanese

Gavetta quella del rancio dei soldati

Gamèla in emiliano e friulano

Pignatì o schiseta in bergamasco

Barachin in piemontese

Gamelin a Chiavari

4 commenti:

Il Cortile ha detto...

La schiscètta... sai che si usa ancora adesso? Per esempio gli scout la usano. Io ne conservo ancora due che furono usate da mia figlia sia come coccinella che poi da Akela diventata grande.
Una cosa è vera... è sempre legata a dei ricordi.

Aurora

Rosetta ha detto...

Pensa Aurora che da quando l'ho usata io sono passati quasi 50 anni.
Mandi

Il Cortile ha detto...

che bel lavoro di ricerca che hai fatto, brava.
E' bello di non disperdere le parole!

Rosetta ha detto...

Grazie Aurora !
e grazie proprio al tuo aiuto e a quello delle ragazze del cortile !!!