Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

domenica 6 dicembre 2009

Corona dell'avvento










Un tempo ero assidua frequentatrice del sito http://www.cucinait.com/ , poi per ragioni di tempo, per il mio blog, per altri impegni presi, ho dovuto sacrificare alcuni bellissimi passatempi fra cui la frequentazione di questo sito, dove ho incontrato tante bellissime persone.
Ieri sera sono entrata a fare un giretto e il primo post che mi ha colpito, è stato questo sul significato della corona dell’avvento http://www.lacucinaitaliana.it/community/forums/t/21068.aspx e le risposte che sono state date, mi sono piaciute ancora di più.
Grazie Rino, grazie Lucarello, vi ricordo sempre con infinita simpatia.

La realizzazione di questa corona, è stata fatta da Rino D'Amato, era su Facebook.
Rino ha un sito, se desiderate visitarlo ecco le coordinate http://www.gardentalking.it/


CORONA dell'AVVENTO

la Corona di avvento ( che non vedo nella mia foto), le 4 candele sono un segno, di tutta la tradizione cristiana, quindi sia cattolica, che orientale, che della chiesa riformata, per cui ogni candela viene accesa a ogni domenica di avvento.
Nel Nuovo testamento il numero 4, che indica la totalità dei luoghi, unito al numero 3, numero trinitario, può dar luogo a due risultati.
se sommati, il numero è 7, rimandando alla spiritualità ebraica.
se moltiplicato, si raggiunge 12, perfezione assoluta, che è alla base dlela divisione giacobita in Tribù, per pervenire al numero di 12, numero apostolico.
Nell'avvento il nr.4 significa la completezza dell'attesa
http://www.lacucinaitaliana.it/community/members/lucarello---------------------filucar_4000_tin.it.aspx?pdp=122

Eccoti i significati delle candele:prima candela si chiama Candela del Profeta. Ci rammenta che molti secoli prima della nascita del bambino Gesù,uomini saggi chiamati profeti predissero la sua venuta.
Un profeta di nome Michea predisse perfino che Gesù sarebbe Nato a Betlemme! La seconda candela, chiamata Candela di Betlemme , ci ricorda la piccola città in cui nacque il nostro Salvatore. Noi raffiguriamo Maria e Giuseppe mentre stancamente vagano da una locanda all'altra, senza riuscire a trovare un posto dove riposare, finchè alla fine sono condotti al riparo di una stalla. Poi, nella più sacra tra le notti, mentre risposavano nella stalla insieme ai miti animali, il figlio di Maria, il bambino Gesù, nacque! La terza candela è chiamata la Candela dei pastori, poiché furono i pastori ad adorare il bambino Gesù e a diffondere la lieta novella. La quarta candela è la Candela degli Angeli per onorare gli angeli e la meravigliosa novella che portarono agli uomini in quella notte mirabile. Sebbene non possiamo ne vederli né sentirli, sono ancora gli angeli che ci portano il messaggio di Dio con pensieri d'amore e di pace, di gioia e di buona volontà"
D Amato Rino

argomento intrigante quello aperto da Rino. Cmq preciso che ormai una gran parte dell'esegesi, sia cattolica, che delle chiese riformate ( la Chiesa Ortodossa è indietro su queste cose) ritiene ormai appurato che non sia Betlemme la città natale di Gesù.
Penso sia cosa risaputa che i 4 Vangeli ( ma altrettanto si può dire degli apocrifi) vennero compilati perchè c'erano comunità locali che da tempo narravano una serie di fatti relativi a tal Yehuosha Bar Joseph ( al secolo Gesù) che molti aspettavano come il Cristo. E avvicinandosi le età avanzate degli ultimi testimoni viventi, dovettero mettere per iscritto ciò che si tramandavano a voce.
Alcune di queste comunità elaborarono i c.d. Logia, cioè una serie inenarrabili di detti che secondo la tradizione di queste comunità erano riferibili a Yehuosha Bar Joseph.
Perchè betlemme? econdo la profezia di Michea citata da Rino ( ma anche Isaia è forte su questo...leggasi cap.11) e ad altri profeti, il Cristo nascerà dal Virgulto di Jesse, cioè Davide.......ed è bene ricordare che la città di Davide non è Gerusalemme, ma Betlemme. Tant'è che due evangelisti iniziano il loro Vangelo con la c.d. genealogia riprendendo tradizioni storiche dell'Antico Testamento per cui da Abramo si arriva a Yehuosha tramite Davide
per cui ad un certo punto le prime comunità sentirono il dovere di rendere pubblico per i posteri che la città di nascita fosse betlemme.
L'ultima volta che ho calpestato la Terra Santa era il 1993.......e se uno va a Betlemme fuori dai normali giri turistici, la prima cosa che ti dicono le guide francescane è proprio che non vi è dato storico.
Diverso invece, e storicamente provato è che gesù visse ed abitò a Cafarnao e morì a Gerusalemme
http://www.lacucinaitaliana.it/community/members/lucarello---------------------filucar_4000_tin.it.aspx?pdp=122

4 commenti:

Solema ha detto...

Bellissima la tua d3escrizione. Ero iscritta su cucinait, ma non riesco più ad entrare!!

Rosetta ha detto...

Ho trascorso 10 anni della mia vita in CI ma francamente in questi ultimi anni ha lasciato molto a desiderare.
Quando c'era Vitalba Paesano come moderatrice, il sito era ben inquadrato, ora sono tutti allo sbando.
Riscriviti un'altra volta con nomi diversi.

iana ha detto...

E' bellissima, anch'io quest'anno non ho fatto in tempo a farla, di solito è una delle cose che preferisco del natale,vabbè sarà per l'anno prossimo!

Rosetta ha detto...

Iana, intanto hai un bellissimo spunto.
Buon lungo ponte