Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

domenica 21 novembre 2010

Baccalè semifritto


Lo sapete che se trovo il baccalà non resisto vero ?
Bè, questo l’ho trovato agli inizi di ottobre e mi sono strafogata, se vi piace provatelo accompagnato con la polenta avanzata dal giorno prima e abbrustolita.


BACCALÀ SEMIFRITTO

Per 4 persone

800 g baccalà dissalato (l’ho dissalato io)
4 cipolle
1 o 2 spicchi di aglio
1 cucchiaione di triplo concentrato di pomodoro Mutti
1 bicchiere di vino Friulano (ex tocai)
3 chiodi di garofano
Farina q.b.
Olio e burro
Sale e pepe.

Dissalare il baccalà in acua fredda per 2 giorni, cambiando l’acqua alcune volte.
Risciacquarlo, asciugarlo bene e infarinarlo.
In una padella con poco olio soffriggere il baccalà per una decina di minuti, da tutte e due le parti.
Togliere il baccalà e tenerlo a parte.
Sbucciare e tagliare a rondelle le cipolle e l’aglio.
In una casseruola (che contenga il baccalà senza sovrapporre i pezzi), versare l’olio rimasto e il burro. (regolatevi con l’olio, se ne serve, aggiungetene di quello fresco.
Aggiungere cipolle e aglio e soffriggere con un pizzico di sale grosso.
Appena la cipolla inizia ad imbiondire, versare 1 bicchiere di vino e mezzo bicchiere di acqua calda nella quale è stato diluito il concentrato.
Unire i chiodi di garofano
Chiudere con il coperchio e lasciar pipiare per 1 oretta circa, finchè le cipolle sono quasi sfatte.
Appoggiare nel sughetto il baccalà mezzo fritto e cuocere da ambo le parti per una ventina di minuti circa.
Aggiustare di sale e pepe e servire con polenta avanzata dal giorno prima, tagliata a fette e grigliata al forno oppure in padella.
Ricetta semplice e buona

2 commenti:

Anna ha detto...

Grazie d'essere passata.Ti auguro una gioiosa domenica!Anna

Rosetta ha detto...

Buona domenica anche a te !
Mandi Rosetta