Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

mercoledì 5 gennaio 2011

Pasticcio di trevisana

Suocera, ho tanta voglia di mangiare la trevisana … fammela cotta, cruda, in insalata, pasticciata … se mi accontenti è il più bel regalo di Natale che abbia mai ricevuto.
Detto fatto, basta reperire la materia prima e poi … via alla fantasia ed alle padelle ^__^
Non mi costa proprio nulla … ne ho acquistato un bel borsone alla Esselunga, cespi grandi, tenero, fresco, e mi sono sbizzarrita.
Tenuto a parte due bei cespi da condire in insalata, l’altra l’ho appassita tutta al forno.
Buona parte se la sono sbafata come verdura cotta di contorno e quella che nmi è rimasta, ha trovato la sua buona sistemazione:

PASTICCIO di TREVISANA

per 6 persone e 2 bimbi

1 lt di bechamella fatta con farina di riso

½ kg di pasta rigatoni
½ cipolla tritata
1 spicchio di aglio tritato
150 g pancetta affumicata tagliata a dadini
circa 2 cespi di trevisana già cotta
sale e pepe q.b.
olio e burro q.b.
formaggio montasio grattugiato

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
In una teglia che contenga bene la pasta, sciogliere il burro con l’olio, e soffriggere l’aglio con la cipolla e la pancetta.
Attenti al sale, aggiungerlo solo se necessario e pepare generosamente.
Appena inizia a prendere colore, unire la trevisana tritata grossolanamente a coltello.
Spegnere, versare insieme la bechamella e mescolare accuratamente.
Scolare la pasta cotta, unirla nella teglia con il sugo e la bechamella.
Spolverare con una generosa dose di formaggio grattugiato, mescolare e infornare a 200°, finchè si forma una leggera crosticina in superficie.

TREVISANA al forno

Togliere la radice e dividere a metà i cespi di trevisana.
Lavarla molto bene e lasciarla sgrondare un poco nello scolapasta.
Preriscaldare il forno a 180°.
In una teglia capiente versare un poco di olio e distribuire sul fondo alcune lamelle di aglio.
Sistemare i mezzi cespi di lattuga e infornare finchè la verdura è ben appassita, avendo cura di girarla almeno una volta a metà cottura.
La verdura l’ho salata solo quando l’ho servita a tavola con un leggero giro di olio e spolverata di pepe appena macinato.

2 commenti:

T. Tiziana ha detto...

li farò quanto prima, forse oggi stesso!! ciaoooo

Rosetta ha detto...

Sono ottimi Tiziana.
Mandi