Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

sabato 12 febbraio 2011

Polvere d'oro

POLVERE d'ORO

Ai miei piace il sapore del limone o dell’arancia nei cibi dolci, però detestano i granellini che vanno sotto i denti e perciò è già da parecchio che sostituisco le bucce grattugiate con la polvere ricavata dalle bucce seccate.


Da sinistra : vaschetta con granella di bucce che uso nella frutta cotta

al centro vaschetta con polvere d'arancia e a destra vaschetta con polvere di mandarino - ho quasi pronte le bucce di limone (ho terminato la scorta).

Il mio metodo è il più semplice è prendo due piccioni con una fava ^___^.
Ecco, la polvere la uso nelle preparazioni dolci
E mentre le bucce seccano sul calorifero, lasciano un delicato profumo di agrumi che aleggia per la casa a lungo.
Le arance che consumo al momento le metto a mollo in acqua e bicarbonato per alcuni minuti, poi le risciacquo molto bene e le metto in tavola. (stesso trattamento anche per le bio).
Con lo sbucciapatate tolgo la buccia al frutto e viene tolta solo la parte gialla per il (limone) o arancione per (arancio o mandarino) mentre la parte bianca che è quella amarognola, rimane attaccata al frutto.
Le bucce le metto dentro a cestini di paglia, li metto sopra al calorifero e copro con un foglio di scottex.
Quando sono secche le passo una prima volta nel tritatutto Kenwood, passo attraverso il colino, la polvere la metto in un contenitore mentre i pezzi li ripasso in un macinino del caffè della Mulinex che li riduce completamente in polvere fine. Il contenitore lo chiudo e lo ripongo in dispensa.
Un po’ di pezzetti grossi li tengo in disparte, a me piace metterli nella ciotola della mela che mi cuocio al MO alla sera.

Si possono seccare le bucce anche nel forno, i tempi sono lunghi (4 ore) e non so se il gioco ne valga la candela, tanto più che le arance si trovano proprio nel periodo invernale quando i caloriferi sono accesi.

22 commenti:

maria luisa ♥ ha detto...

Ma che bella idea, complimenti, me la segno lo voglio fare anch'io, volevo anche dirti che....In cucina da malù festeggia il suo compli-blog, se ti va iscriviti, c'è in palio anche un regalino, c'è tempo fino al 28 febbraio....ti aspetto...clicca qui...Malù...http://incucinadamalu.blogspot.com/2011/01/candy-di-compleanno.html.

Valentina ha detto...

veramente geniale! Proverò!

Rosetta ha detto...

Grazie per la dritta Maria Luisa, buona domenica
Mandi.

Rosetta ha detto...

Prova Valentina, ti troverai bene.Buona domenica e buon inizio settimana.
Mandi

T. Tiziana ha detto...

se non ci fosti bisognerebbe inventarti!! io che per la mostarda non ho mai la buccia di arancia...l'unica cosa che mi lasciava perplessa è il veleno che gli danno sopra e il lucido..dici che con il bicarbonato si toglie?
altra domanda: ma metti il frutto intero nel bicarbonato?
Grazie e besos!!

Rosetta ha detto...

Tiziana, puoi usare il bicarbonato o l'Amuchina per lavare il frutto intero.
Se non toglie completamente i residui, questo non lo so ma mi sento tranquilla perchè in qualche modo ho cercato di togliere la maggior parte di veleni.
E poi diciamocelo, quanti altri ne mangiamo ???
Se cominciamo a guardare per il sottile non si dovrebbe mangiare più nulla ... e nessuno mi convince sul bio.
Mandi e buon pomeriggio.

Patrizia ha detto...

Idea geniale!!!!! Ci proverò anch'io...Un bacio
Patrizia

Rossella ha detto...

Anche io uso caloriferi per essiccare ! Queste polverine sono magiche e risollevano tanti dolcetti ! ciao ! Mandi !

Mari e Fiorella ha detto...

Ma che meraviglia!!!!!colorati,profumati,sicuramente deliziosi....

Roberta ha detto...

prima o poi dovrò assolutamente farla questa polvere!! sembra proprio utilissima :))

Rosetta ha detto...

Prova Patrizia, per le esigenze dei miei Orsi, ho trovato un metodo giusto.
Mandi e buon inizio settimana.

Rosetta ha detto...

Mi fa piacere che ci siano altre amiche che adottano lo stesso sistema.Mandi Rossella e buon inizio settimana.

Rosetta ha detto...

Mari e Fiorella, sicuramente profumati e secondo me sono al top per i dolci.
Mandi

Rosetta ha detto...

Roberta, se ci provi, secondo me ogni anno ti farai la scorta necessaria.
Mandi e buon inizio settimana.

Serendipity ha detto...

anch'io le secco sul calorifero, le metto in un tovagliolo di carta annodato tipo sacchettino...e poi tutte le volte me le dimentico lì!

Rosetta ha detto...

Serendipity, non te le dimenticare, io le trovo molto utili nei dolci oppure qualche volta anche melle carni (però raramente perchè ai miei non piace molto la carne con gli agrumi.
Mandi e buon inizio settimana.

meris ha detto...

E' un'idea bellissima. sicuramente lo faccio <anch'io. Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Meris, buon inizio settimana.
Mandi

violadimaggio ha detto...

Rosetta, è veramente geniale!!!

Penso proprio che lo farò anch'io, metto sempre le bucce sui termosifoni, ma non mi era mai venuto in mente di passarle al Ken!

E' da provare assolutamente!
Ciao un abbraccio.
Andre

Rosetta ha detto...

Andreina, il ken non le sfarina completamente, rimangono ancora dei pezzetti, e perciò li ripasso con il macinino da caffè.
Sono molto pratici, sia i pezzetti che la polvere.
Buona serata.
Mandi

katia B ha detto...

Ciao proprio come faccio anche io... in effetti non è una novità... le nostre nonne le sapevano fare prima di noi... io non tolgo il bianco..quando le faccio secche.
solo se faccio ls marmellata faccio molta attenzione a eliminare il bianco tra ls buccia e la polpa.... però mi hai dato l'idea drl mandarino.. grazie. Io con le arance dopo spremute faccio la buccia candita.. della serie non si buttA niente... seguimi e in questi giorni metto la ricetta sia della marmellata che della frutta candita
ora corro a preparare gli sfincioni di san Giuseppe

Rosetta ha detto...

Grazie Katia, ti rispondo mooolto in ritardo, però purtroppo quando i post scivolano, non vado a rivedere se devo dare ancora risposte.
Buona giornata
Mandi