Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

martedì 5 aprile 2011

Pesto di coriandolo alle nocciole

PESTO DI CORIANDOLO ALLE NOCCIOLE per 4 persone 50 gr nocciole pelate un po’ schiacciate 50 gr montasio grattugiato3 mazzetti (40 gr circa) di coriandolo fresco, foglie e gambi1 spicchi d’aglio fresco 1 cucchiaio di zenzero fresco100-120 ml olio extra vergine di olivasale grosso Inserire nel robot le nocciole, lo zenzero, l’aglio e dare una leggera frullata. Aggiungere il formaggio, il coriandolo spezzettato il sale grosso e un goccio di olio. Mentre si frulla, aggiungere altro olio sino a raggiungere la consistenza dell’impasto uguale a quello del pesto di basilico normale.
CORIANDOLO Le informazioni sono di: bragwebdesign.com/.../aromi-e-spezie/coriandolo/ Il coriandolo è una spezia che si ricava dai frutti di una pianta erbacea originaria dell’area mediterranea. I frutti essiccati del coriandolo si presentano come dei granelli tondi e si usano, in genere, polverizzati e/o tritati. Il coriandolo appartiene alla stessa famiglia del cumino, dell’aneto, del finocchio e del prezzemolo (viene chiamato anche prezzemolo cinese perché in Oriente si utilizzano molto le foglie fresche che sono facilmente reperibili); è una spezia conosciuta fin dall’antichità ed è utilizzata sia come pianta aromatica che medicinale. Il coriandolo ha un aroma delicato, fruttato e che ricorda quello del limone; per le sue caratteristiche in cucina trova numerosi impieghi: viene utilizzato nella preparazione di alcuni salumi e per insaporire verdure, carne e pesce ed inoltre si usa anche nella preparazione di vermouth ed amari. I semi dovrebbero essere conservati interi e macinati al momento in quanto la polvere perde velocemente l’aroma, per tale motivo viene spesso commercializzato in confezioni con tappo-macina.

12 commenti:

Francesca ha detto...

Originale e soprattutto mi hai dato un'ideona :))

Rosetta ha detto...

Bene Francesca, sono poprio contenta.
A Londra ho messo questo pesto sul baccalà bollito ... 'na bomba.
Buona notte
Mandi

alex ha detto...

Ho appena comprato lo zenzero e così mi dai un'altra idea per usarlo, me la segno per usarlaper il pesce e la pasta, grazie un abbraccio, Alex

Patrizia ha detto...

Questo pesto oltre ad essere molto originale deve avere un profumo spettacolare!!!Da provare al più presto!!!Un bacio e buona giornata...

Rosetta ha detto...

Alex, io ho condito il baccalà bollito. Ha conferito un sapore unico.
Mandi

Rosetta ha detto...

Provalo Patrizia, non mi ero mai avvicinata al coriandolo, ma devo dire che questo pesto è speciale.
Mandi

chamki ha detto...

Il coriandolo fresco e` di casa da me e ci faccio vari tipi di pesto, niente nocciole o montasio qui, quindi non posso farlo, ma ti consiglio di non mettere i gambi e vedi la differenza, all'inizio anche io li mettevo visto che sono pure teneri ma senza gambi e` molto piu` buono. Brava! ti sei avventurata a provare un gusto che agli italiani di solito non piace, e` un acquired taste come saprai, immagino che l'hai scoperto a Londra.
Buona giornata.

Manuela ha detto...

Dev'essere buonissimo e profumato!! Bravissima!

Rosetta ha detto...

Sì Chamki, il coriandolo o cilandro l'ho scoperto a Londra, loro ne fanno largo uso.
Seguirò il tuo consiglio ed eviterò i gambi, ma so già che hai ragione.
Proverò a coltivarlo nell'orto in montagna a vedere se viene, in ogni caso qui a MI è reperibile al supermercato.
Mandi

Rosetta ha detto...

Provalo Manuela, io sono arrivata a 64 anni prima di avvicinarmi al coriandolo ... ma ora non lo mollo più.
Mandi

chamki ha detto...

ma certo che ti verra` nell'orto, anche in vaso a Milano, che bello che si trova al super. . . a me piace tanto, ieri sera l'ho messo tritato nei pomodori in insalata! Ciao!
ps. prova a fare questo chutney QUI

Rosetta ha detto...

Grazie Chamki, ho copiato e lo farò quando prima.
Buona settimana.
Mandi