Foto mia

Foto mia
Lavoro amigurumi eseguito dalla mia amica di Ampezzo, Alda Varnerin. Ha mani veramente d'oro, i suoi lavori sono sempre precisi.

domenica 16 ottobre 2011

Fegato ai porri


Non so come fanno tante di voi a decidere per un menu e farlo senza nessun ritocco. Dal macellaio in montagna era appena arrivato un fegato di vitello tanto bello, che mi sono lasciata invogliare e l'ho preso per me e Carlo.
Ho pensato subito che il miglior sistema era alla veneziana con tante cipolle maaa ... il divolo ci mette lo zampino.
Appena a casa è arrivata Adriana che mi ha portato tre porri favolosi raccolti dal suo orto. Un profumo di verdura fresca appena colta da riscaldare tutti i sensi ... e che ho fatto, ho cucinato tutta la loro essenza subito.
... ma vi pare, con l'orto ben fornito di cipolle in maturazione altrettanto fresche ... queste le userò domani.

FEGATO ai PORRI

per 2 persone

500 g di fegato di vitello tagliato sottile
3 porri di media grandezza (solo la parte bianca
poco olio e poco burro
1/2 bicchiere di tocai-friulano
sale e pepe

Lavare i porri, tagliarli a rondelle sottili e rosolarli in un tegame con il burro sciolto nell'olio.
Appena inizia ad imbiondire versare il vino, salare pepare e chiudere con il coperchio.
Cuocere a fuoco lento finchè si è evaporato il vino.
Unire il fegato, mescolare e portare a cottura.
Eventualmente aggiustare con sale e pepe.
Noi l'abbiamo accompagnato con una polenta bianca grigliata.


Nessun commento: