Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

sabato 28 gennaio 2012

Piccata di vitello

Oggi un'amica mi ha chiesto come cucinare le fettine di punta di vitello, voleva una ricetta diversa dalle solite fettine passate alla griglia.
Di solito, per fare questa ricetta uso l'ossocollo di maiale, questa carne è già saporita di suo e in questo sistema accontento bene anche i miei ometti.
E' una ricetta che ho messo in qualche forum di cucina ancora un decennio fa, ne ho tante nel mio archivio, ma tutte senza foto, perchè a quei tempi non c'era la macchina fotografica digitale.
Provatela, e poi mi saprete dire.

PICCATA di VITELLO di Rosy
per 4 porzioni

4 fettine di vitello (anche pollo - o maiale)
farina qb
capperi
prezzemolo
succo di limone
1/2 bicchiere vino bianco
Olio e burro q.b.
sale e pepe

Infarinare le fettine di carne e metterle a parte.
In un tegame che le contenga ben distese, sciogliere il burro nell'olio e quando inizia a spumeggiare appoggiare le fettine.
Rosolare tutti e due i lati e girarla solo quando è ben cotta da una parte.
Salare leggermente.
Togliere la carne dalla padella e tenerla al caldo al caldo.
Unire il vino bianco al fondo di cottura, il succo di limone i capperi, eventualmente tagliuzzati, ed il prezzemolo.
Restringere il sughetto sino a quando si sarà addensato al punto giusto.
ettere le fettine tenute al caldo nel sughetto e lasciarle insaporire.
Servire caldo.

4 commenti:

oreste ha detto...

Ottime, magari con una buona polenta.
Mandi

Tomaso ha detto...

Oreste ha ragione ci verrebbe proprio la polenta come contorno.
Ciao cara Rosetta.
Tomaso

Rosetta ha detto...

Ohibò Don Oreste, oggi ho fatto la polenta con gli spezzatini ...
Gli spezzatini sono spariti letteralmente e io da brava mamma mi sono mangiata la polenta con gli sgombri,... ma va bene anche così, per i figli e il marito si può rinunciare a qualche cosa.
Buon fine settimana:
Mandi

Rosetta ha detto...

Hai ragione Tomaso, solo che in questa casa a me tocca spesso la polenta e agli altri la ciccia ... e quegli spezzatini erano favolosi. (leggi anche la risposta a Don reste.
Buona domenica amico mio
Mandi