Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

mercoledì 14 marzo 2012

Sgonfiotti salati di cavolfiori

Raramente cucino fritti, la dolce metà non lo digerisce e i ragazzi non li ho mai abituati ai fritti neppure da piccoli, così me lo chiedono molto raramente.
Questa è una delle ricette che faccio un paio di volte  in questo periodo di quaresima, cambiando il ripieno di verdure.
Anche questa riesumata dal mio archivio, e pubblicata anni fa in un forum di cucina. 
SGONFIOTTI SALATI di CAVOLFIORE
per 4 porzioni

Per la pasta:
300 g  farina 00
150 g di patate lesse
1 uovo
15 g lievito di birra
100 ml di acqua
1 cucchiaio olio ex v. di oliva
sale

Per il cavolfiore:
200 g di cavolfiore ( o broccoli, o coste o altra verdura che vi piace)
4 cucchiai di olio ex v. di oliva
1 spicchio di aglio
100 g ricotta stagionata affumicata (o scamorza affumicata) (tagliata a pezzetti)
Sale, peperoncino

Olio per friggere (quello che preferite
1 uovo sbattuto per spennellare i bordi degli sgonfiotti, in modo da sigillarli bene

Per la pasta:
Sbucciare le patate lesse, passarle al passino e metterle in un recipiente con il lievito sciolto in acqua tiepida, la farina, l’olio, l’uovo e il sale.
Impastare e aggiungere, se occorre, poca farina per volta sino ad ottenere un impasto liscio, morbido e ben amalgamato.
Rimettere la pala nel recipiente, coprirla con un canovaccio e lasciarla lievitare per circa 1 ora.

Per il cavolfiore:
Lessare al dente il cavolfiore rotto a cimette piccole,  per 5 o 6 minuti
Scolarli e rosolarli nella padella dove è stato rosolato l’aglio leggermente schiacciato con l’olio.
Unire il peperoncino tritato,  con  i broccoli tagliati a pezzetti, salare e spadellare per qualche minuto.

Per gli sgonfiotti:
Stendere sulla spianatoia l’impasto lievitato, sopra ad un poco di farina.
Quando lo spessore è di circa ½ cm, ritagliare dei dischi ritagliandoli con un coppa pasta, oppure con un bicchiere di 7-8 cm di Ø.
I dischi devono essere tagliati in numero pari.
Su metà dei dischi appoggiare sopra 1 cucchiaio di cavolfiore e qualche pezzetto di ricotta.
Spennellare i bordi con l’uovo e appoggiare sopra un altro disco di pasta.

Friggere gli sgonfiotti in abbondante olio (quello che usate abitualmente), da ambo le parti.
Servire caldi, con insalatina di stagione.

10 commenti:

Tomaso ha detto...

Questi sgonfiotti dovrebbero essere molto buoni cara Rosetta, credo che tu sia una maga in cucina.
Buona serata cara amica.
Tomaso

raffy ha detto...

stupendi...buonissimi...amo il cavolfiore!

Rosetta ha detto...

Naààà Tomaso mio, sono una semplice pasticciona che adora cucinare.
Buona giornata
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Raffy, ci vuole un pò di tempo ma ne vale la pena.
Buona giornata
Mandi

Alessandra ha detto...

che ricetta magnifica brava

Elena ha detto...

ricette buonissime complimenti ti seguo con piacere se ti va seguimi anche tu ciao

Rosetta ha detto...

Grazie Alessandra, buona serata
Mandi.

Rosetta ha detto...

Elena, ti seguirei con piacere anch'io ma Google mi segnala pericolo, ogni volta che apro il tuo blog.
Mi dispiace tantissimo.
Buona serata
Mandi

Rossella ha detto...

Ciao ! questi sgonfiotti devono essere buonissimi, complimenti !!! Chissà che profumo in casa tua !

Rosetta ha detto...

Ciao Rossella, sono buoni sì.
Buona serata
Mandi