Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

venerdì 26 ottobre 2012

Blècs al ragù d'anatra

Vi avevo già parlato dei Blècs o straccetti nel mio blog qui: 
Questa ricetta dei  Blècs al tazzelenghe, era stata scelta dalla Cucina Italiana e postata in un libricino tanti anni fa.
Allora li avevo fatti con sola farina di frumento ma quest'estate mi è arrivata fra le mani la vera ricetta originale e quindi ve la propongo perchè i blèks originali che ho mangiato in un ristorante erano fantastici.
Il sugo era a base di maiale ma questa volta ve li propongo con un sugo fantastico che ho fatto diverse volte.
Il sugo d'anatra è un cavallo di battaglia dei vecchi tempi, e proposta da Alberto Baccani, vecchio amico conosciuto nel forum di Cucinait e poi in Coquinaria.
Se dovete cucinare l'anatra, vi consiglio lo stesso metodo, è squisito.


BLÈCS al RAGÙ d'ANATRA
per 8 porzioni

per la sfoglia
300 g farina di grano saraceno
300 g farina di frumento
70 g farina di mais
5 uova
sale e pepe q.b.
acqua q.b.

Nella planetaria amalgamare le farine di grano saraceno, di frumento e quella di mais.
Dare un primo giro per mescolare insieme le farine, poi aggiungere le uova e impastare a velocità un poco sostenuta, aggiungendo ogni tanto acqua bastante sino ad ottenere un impasto elastico.
Lasciare riposare l'impasto per 15 minuti sotto un tovagliolo.
Stendere le sfoglie non troppo sottili, con la sfogliatrice ed infine la pasta viene ritagliata in triandoli di 5-8 cm di lato ricavando i famosi Blècs.
In una pentola di acqua salata in ebollizione, tuffare la pasta per 8 minuti circa (dipende dallo spessore della sfoglia).
Per il ragù d'anatra, vi consiglio di prepararlo il giorno prima.


RAGU' D'ANATRA 
di Alberto Baccani

ragù per 6 porzioni, aumentare a occhio o diminuire, secondo quanta pasta fate.

2 cosce d'anatra
200 g di pancetta affumicata
50 g di burro
1/4 di carota
½ cipolla
1 costa di sedano
timo e maggiorana
2 scalogni
un po' d'olio
½ dado
2 cucchiaiate di passata di pomodoro
2 dl. di vino rosso
200 g di funghi, tagliati a fettine
15 gherigli di noci
Fare il soffritto, rosolarlo con burro ed un po' d'olio.
Pulire le cosce e tagliare la carne.
Passarle al tritacarne insieme alla pancetta con il disco grosso e poi ripassarle ancora una volta.
Salare e pepare la carne trita con il timo e la maggiorana e metterla con il burro nel soffritto già fatto rosolare e cuocere per circa 1 ora con un po' di brodoaggiungendo poi il vino.
 Far asciugare un po' ma che resti morbido il tutto.
Aggiungere la passata e far andare ancora per un'oretta a fuoco bassissimo come per il ragù bolognese a tegame coperto.
Il ragù d'anatra più cuoce meglio si presenta.
Trifolare a parte i funghi e aggiungerli alla fine con un trito di prezzemolo insieme ai gherigli di noce.

18 commenti:

Ennio ha detto...

Che buoni questi straccetti, con quel sughetto poi...mmmmm
Complimenti!

Ely ha detto...

Ma che splendore passare da te ogni volta. Mi sento veramente a casa, tra piatti originali e sapori della tradizione! :) Sei super.. questa voglio provare a farla, senza dubbio! :) Un abbraccio con tanto bene, cara!

Rosetta ha detto...

Grazie Ennio, il ragù di anatra te lo consiglio.
Buona giornata
Mandi

Rosetta ha detto...

Grazie Ely, te la consiglio vivamente.
Un abbraccione grande grande
Buona giornata
Mandi

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

urca, io invece ho saracenato una torta… prossimamente su questi schermi! ciao Rosettaaa:)

edvige ha detto...

Per la pasta mmmmm sarà difficile non ho la planetaria ma per il ragù lo provo senz'altro.Buona fine settimana.

Rosetta ha detto...

La torta saracenata ^___^ mi intriga Tina.
Buona serata
Mandi

Rosetta ha detto...

Edvige, fai a mano, solo che lavori l'impasto per 20 minuti energicamente.
Falli, sono da sballo.
Buona serata
Mandi

carmencook ha detto...

Splendida ricetta Rosetta!!
Una piccola domanda, siccome non ho a disposizione l'anatra ma mi piace da morire la tua pasta, mi puoi dire con quale altro condimento la potrei preparare!!
Un bacione e buon fine settimana
Carmen

Rosetta ha detto...

Carmen, in montagna la condiscono con burro fuso e ricotta affumicata grattugiata.

Se hai del buon burro, puoi farlo diventare color nocciola e poi spolverare con del buon formaggio o anche pecorino.

Un sugo con la carne di maiale non lo vedo male.

Buona notte Camen
Mandi

Any ha detto...

Il ragù d'anatra, mamma mia che buono!
Non conoscevo questo tipo di pasta, grazie per averla ricordata in questo post, cosi la mia cultura culinaria si è arricchita.

Rosetta ha detto...

Ciao Any, in friulano si chiamano Blècs ovvero straccetti.
Quelli italiani invece, sono i maltagliati che comunemente sono fatti solo con farina bianca, sia 00 che di semola, ma anche kamut.
Buona domenica
Mandi

Betty Carbuncle ha detto...

è bellissimo e dev'essere delizioso complimenti magari fossi brava come te!

Rosetta ha detto...

Ciao Betti, piacere di conoscerti, guarda che io sono una fai da tè, nel senso che ho imparato seguendo i consigli di nonna, delle amiche e tanto mi ha aiutato frequentare i forum di cucina.
Fra qualche tempo sono sicura che anche tu riuscirai a fare tante cose
che ti appagano.
Grazie del complimento
Buon fine settimana
Mandi

alma ha detto...



Rosetta bellissima questa ricetta, e billissimo il tuo blog. COMPLIMENTI!!!!
Alma

alma ha detto...


Rosetta finalmente ho comperato la farina di grano saraceno. Con le dosi che hai dato nella ricetta quante porzioni vengono?
Grazie!
Alma

Rosetta ha detto...

Grazie Alma, ti aspetto quando vuoi.
Mandi

Rosetta ha detto...

Alma. guarda che è segnato nel quantitativo di farina.
Ti ho scritto privatamente.
Bacioni
Mandi