Foto Rosetta marzo 2017

Foto Rosetta marzo 2017
Primavera ad Ampezzo

mercoledì 11 settembre 2013

Trote di monte

Io vivrei di pesce un giorno si e un altro si, ma il mio gentile consorte tratta il pesce come i bambini quando gli si propina cibo che non desiderano ... il bolo del cibo viaggia da una guancia all'altra, fin quando non lo deglutisce con un bicchiere di acqua.
Ebbene, forse sono riuscita, dopo diversi tentativi, di farglielo mangiare serenamente.


TROTE di MONTE
3 porzioni abbondanti

4 trote medie di allevamento (di montagna)
1 patata grande
3 limoni
1 hg di speck
3 arrosticini rimasti dalla cena
1 piccolo porcino
2 uova
sale q.b.

Nel boccale del kenwood inserire gli arrosticini sfilati dal bastone, lo speck e frantumare a motore acceso.
Unire la polpa delle trote accuratamente spinate, il piccolo porcino, il sale e macinare bene il tutto.
Nella teglia degli arrosticini, dove c'era un poco di condimento, ho schiacciato coi rebbi della forchetta la patata sbucciata, le uova e con una manina ho amalgamato tutto per bene.
Non ho aggiunto ne farina ne pane grattugiato. con quel poco sugo degli arrosticini le polpette sono rimaste compatte.
Man mano che le ho preparate, le ho appoggiate sulla placca del forno foderata con carta forno.
Così com'erano le ho messe nel forno caldo a 180° finchè sono diventate dorate da ambo le parti.
Insalatina dell'orto e via.


Le polpette si sono aperte un poco perchè le ho schiacciate con i rebbi della forchetta per appiattirli di più.


8 commenti:

Tomaso ha detto...

Cara Rosetta!!! Rieccomi!
Veramente bella questa ricetta, devo farla vedere alla mia dolce metà forse poi mangerei anch'io il
pesce:) Ciao buon pomeriggio.
Tomaso

Gabry B ha detto...

Che ricetta meravigliosa riciclosa con pesce nascosto dal profumo di spek! Ottima, me la segno!
Un caro saluto
Gabry

Rosetta ha detto...

Dai Tomaso che il pesce fa bene ... basta aggiungere alle polpette un poco di speck o mortadella o salame e subito il pesce è mitigato ... fai il bravo.
Un abbraccione
Mandi

Rosetta ha detto...

Gabry cara, sono passata a trovarti e ti ho scritto.
Mi sono iscritto per le tue news letter e come sostenitrice del tuo blog, ma non voglio saperne di cerchie o diavolerie varie.
Perdonami, ma preferisco rimanere nel mio piccolo blog-archivio.
Un abbraccione
Mandi

edvige ha detto...

Ottima idea e grazie per i semi di sesamo che ho tanti e non sapevo cosa fare
Mandi

accantoalcamino ha detto...

Beh, queste sono da fare, io amo le trote e da queste parti ci sono un sacco di allevamenti (ti dirò che mi fanno pena a volte ma....) Bacione

Rosetta ha detto...

Edvige cara, con i semi di senape ti puoi sbizzarrire come con i semi di papavero ... sono solo peperini.
Buona serata
Mandi

Rosetta ha detto...

Libera cara, fanno pena, ma come diceva la mia nonna siamo nati carnivori-onnivori e gli animali si sacrificano solo quando se ne ha bisogno.
Vai tranquilla, un abbraccione e buona serata.
Mandi