Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

martedì 7 gennaio 2014

Cipolle befanine al forno

Chi bene incomincia, è a metà dell'opera.
La Befana nella calza mi ha messo 3 belle cipolle bianche e io ho pensato bene di cucinarle perchè le cipolle fanno bene alla salute.
La cipolla è uno degli aromi più usati nella cucina di tutti i paesi.
Il suo gusto particolare dà alle preparazioni quel sapore che esalta gli altri ingredienti usati nei vari piatti della cucina nazionale e internazionale.
Anche nel campo della medicina la cipolla riveste la sua importanza per le sue proprietà diuretiche.
È inoltre utilizzata come principio attivo di alcune creme cicatrizzanti che sembrano avere effetti  composti dotati di proprietà antinfiammatorie

Nella calza c'era anche un cavolfiore Natalino ... ma la Befana me lo ha messo per ricordarmi di cucinarlo.


CIPOLLE BEFANINE al FORNO
per 2 o 3 porzioni

3 cipolle bianche
ariosto - aromi per arrosti e carne ai ferri
un filo di olio

Sbucciare le cipolle e metterle in una piccola poirofila di ceramica che le contenga senza pigiarle.
Cospargerle con il preparato dell'ariosto per arrosti, versare un filo d'olio e mettere la pirofila nel forno caldo a 230°.
Coprire con la stagnola  e cuocere 15 minuti.
Girarle, aggiungere un goccio di acqua calda e continuare la cottura a 200° per altri 40 minuti, finchè la cipolla è tenera.
E' un contorno azzeccato per una fettina di ossocollo o anche soltanto per un buon pezzetto di formaggio.
Evvai che si ricomincia a stringere la cinghia.


Ecco le cipolle befanine al forno ... divine !


Il cavolfiore  Natalino l'avevo acquistato per fare dei medaglioni con patate tipo Ikea, ma non avevo tutti gli ingredienti.

14 commenti:

simona gentile ha detto...

Ma quanto sei bravissima....utilizzi tutto almeglio!buona settimana simona

carmencook ha detto...

Che aspetto meraviglioso Rosetta!!
Io adoro le cipolle!!!
Un bacione e buona settimana
Carmen

Tomaso ha detto...

Questi vecchi piatti di montagna sono sempre gustosissimi!!!
Cara Rosetta mi fai sognare:)
Tomaso

Tiziano ha detto...

Queste cipolle ti fanno sognare le calde sere d'inverno accanto al camino complimenti Rosetta sei bravissima
un caro saluto Tiziano.

Fabipasticcio ha detto...

Io adoro le cipolle in qualsiasi modo! Quindi mi siederei volentieri a tavola con te.
Buongiorno cara Rosetta e a rileggerci presto tra ricette, pensieri e sorrisi :-D

Rosetta ha detto...

Simona cara, la Rosetta pasticciona ha imparato con gli anni ... se avessi dato ascolto a nonna Maria allora sì che sarei bravina ma così ho sempre paura di sbagliare come ognuna di voi.
Io mi baso molto sulla cucina semplice, cucina senza fronzoli, so che è salutare e fa bene a tutti noi.
Buona giornata Simona.
Mandi

Rosetta ha detto...

Ciao Carmen, questa volta mi sono venute veramente bene ... le ho lasciate rosolare molto bene con un piccolo tocco di bruciacchiato e poi con semplice acqua calda sono riuscita ad ottenere quel buon puccino.
Buona giornata Carmen
Mandi

Rosetta ha detto...

Caro Tomaso, quando ho visto il risultato finale, ho pensato a te, a Tiziano, a tutte le persone semplici che amano la cucina tradizionale.
E' semplice questa ricetta e la può riprodurre anche la tua adorata Danila.
Un abbraccione e buona giornata
Mandi

Rosetta ha detto...

Caro Tiziano, mi mancava solo un pezzo di polenta abbrustolito vicino al camino e poi saremmo stati a posto.
Un caro saluto e buona giornata
Mandi

Rosetta ha detto...

Fabi, la prossima volta ti avverto e ti aspetto qui.
Un caro abbraccione
Mandi

edvige ha detto...

Io adoro le cipolle ma maritozzo NO però io le faccio lo stesso chissa..... buona gionata
Mandi

Angelica M ha detto...

Sono davvero molto buoni! Bravissima Mandi!! Un salutone :)

Rosetta ha detto...

Edvige, quando al maritozzo non piace qualche cosa, io lo faccio per me sola, magari anche per 2 pasti ma accontento anche la mia panza.
Buona giornata amica mia
Mandi

Rosetta ha detto...

Angelica, mandi non è il mio nome, è un tipico saluto montanaro che si usa qui in Friuli.
Le cipolle sono fantastiche in qualsiasi modo le si cucini e noi siamo ghiotti.
Buona giornata anmica mia
Mandi