Foto Carlo di Ampezzo

Foto Carlo di Ampezzo
Il nostro bellissimo paesello con tutta la Valle del Tagliamento. Quella nontagna a Punta è il Monte Amariana che svetta sopra Tolmezzo.

lunedì 23 marzo 2009

Coniglio alla birra

Lo sapete vero che in Inghilterra non vendono conigli?, li considerano animali domestici alla stregua del gatto, ai miei ragazzi piace molto questo tipo di carne bianca e quindi mi hanno detto espressamente che desideravano questa portata, domenica a pranzo-
Il mio piccolo Marty mi ha detto: “ nonna Losetta, anche olive” e così non ci ho pensato due volte a imbastire una preparazione con quello che avevo in casa.
A Matteo il pargolo in casa, il coniglio non piace così l’ho accontentato diversamente.



CONIGLIO alla BIRRA

Coniglio a pezzi
1 arrostino di pollo
3 fette pancetta tesa
Olive nere al forno (che ho snocciolato io)
Pomodorini ciliegini
Pomodorini secchi ( http://ilfogolar.blogspot.com/2008/04/pomodorini-secchi-sottolio.html#links )
Capperi
1 bicchiere di birra
1 pizzicone di erbe di provenza
1 peperoncino rosso piccolo e fresco
1 cucchiaino di strutto
1 filo di olio ex v oliva
Sale

Intanto che il forno si preriscaldava a 200°, ho lavato e asciugato il coniglio, l’ho messo a freddo in una teglia da forno con l’olio e lo strutto.
Ho tolto la pelle a un petto di pollo, l’ho tagliato a portafoglio, l’ho battuto leggermente l’ho arrotolato su se stesso e l’ho vestito con fette di pancetta tesa.
Legare l’arrostino e depositarlo in teglia con il coniglio.
Distribuire sulla teglia i pomodorini a piacere, olive nere, pomodorini secchi, capperi, il peperoncino rosso e la birra.
Coprire con un foglio di carta stagnola senza sigillarla, solo appoggiata.
Infornare e cuocere per 20 minuti.
Togliere dal forno, controllare che ci sia ancora sugo altrimenti aggiungere un poco di brodo vegetale caldo.
Girare i pezzi di carne, salare e spolverare con erbe di provenza.
Cuocere ancora per 20 minuti coperto con stagnola, poco prima di spegnere il fuoco togliere la stagnola e lasciare asciugare il sugo.


*** Del sughetto è rimasto qualche cosa, l’ho frullato, messo in freezer e all’occorrenza, allungato con un poco di acqua di cottura diventerò un ottimo sugo per due spaghetti.

Nessun commento: